Dopo il terremoto in Emilia pozze d’acqua bollente

L’episodio è collegabile alla doppia scossa di martedì 20 ottobre? Il proprietario aveva fatto la segnalazione alcuni giorni fa Intervento dei vigili. È arrivata a 43 gradi e ieri erano attesi alcuni geologi
MEDOLLA. Le terre calde di Camurana avevano puntualmente annunciato il terremoto. Come era già accaduto nel 2012, infatti, nei giorni scorsi si è registrato un surriscaldamento in tutti i pozzi “sensibili” del territorio, con temperature attorno ai 50 gradi. Quattro anni fa il fenomeno si era registrato anche in altri Comuni, come a ridosso del Panaro a Camposanto, dove le segnalazioni dei residenti erano state prese con scherno dalle istituzioni, salvo poi accorrere, all’indomani del sisma, tra tanto interesse scientifico e curiosità.

( http://gazzettadimodena.gelocal.it/modena/cronaca/2015/10/21/news/scosse-di-terremoto-in-un-pozzo-di-medolla-da-giorni-l-acqua-era-quasi-bollente-1.12304817 )