Archive for novembre, 2015

30 novembre 2015

PTV news 30 novembre 2015 – Clima, ultima menzogna

PandoraTV, facente riferimento a Giulietto Chiesa cavalca la menzogna massonica del “riscaldamento globale”.
Quelli che sostengono il M5S e Lista Tsipras, che stanno annientando la Grecia, appoggiano la nuova campagna di controllo mentale e di globalizzazione. Di Forza Italia e PD manco parlo perchè sono talmente squallidi e inqualificabili.
50 anni fa, costoro promuovevano le campagne in favore di aborto e divorzio, ora in favore della “Giustizia climatica”, qualunque cosa significhi.
Vi ho detto infinite volte che il riscaldamento globale è una invenzione per sostituire al Forex, o affiancare per meglio dire, il commercio dei “crediti per emettere CO2”.
Il cambiamento climatico spauracchio è una fesseria. Il clima muta continuamente e ci stiamo allontanando da una glaciazione terminata solo 13.000 anni fa. Giocoforza il clima si riscalda. 2 gradi in più in 300 anni (ma non è mica vero) corrisponde all’incremento lineare post glaciale.
Naturalmente, nessuno invoca una moratoria sulla continua deforestazione globale o un piano per ripulire gli oceani dall’immondizia galleggiante, quantomeno. Leggi il vortice della plastica del Pacifico.
Quanto allo scioglimento dei ghiacci artici, bisogna verificare se le immagini e i dati che ci sono presentati sono autentici.
Ne PandoraTV accenna mai alle scie chimiche, ben visibili anche oggi sulla pianura padana. A cosa servono di grazia? Ad alterare il clima, forse?
La lettrice già preannuncia ciò che succederà in pratica: gli Stati Uniti, causa “i repubblicani”, si defilerà e quindi conserveranno un vantaggio competitivo delle aziende ubicate sul loro territorio. Del resto, Renzi non era mica volato a Silicon Valley invitando i giovani italiani ad aprire aziende innovative laggiù?
Quanto a Giulietto Chiesa, mi sono già espresso su di lui: non fidatevi di quest’uomo. Come fa un filo-russo adire le stesse cose di Obama, dai gay, ai profughi, all’euro, al riscaldamento globale?
Sta artatamente alimentando il falso dualismo est-ovest verso la Terza Guerra Mondiale.

30 novembre 2015

Il piano di Renzi: internet oscurato in caso di attacco terroristico

Il piano di Renzi: internet oscurato in caso di attacco terroristico

Si concentra sui social network e sulle comunicazioni cibernetiche l’attenzione del governo sul fronte dell’antiterrorismo. Il ministro della Giustizia Orlando lo ha fatto sapere appena qualche giorno fa. Ma, se si pensa allo scenario peggiore, ovvero a quello di un attacco terroristico su territorio nazionale, magari nel corso del Giubileo che il papa ha aperto oggi nel corso del suo viaggio in Africa, le misure adottate dal palazzo Chigi nell’emergenza potrebbero essere assai più drastiche. Qui la strada scelta per il prossimo futuro è quella di accentrare le decisioni a palazzo Chigi. In casi estremi potrà persino decidere di oscurare temporaneamente le comunicazioni web. Che il tema stia a cuore al premier lo si capisce anche dal fatto che ieri ha ripetuto il concetto della centralità della sicurezza informatica: “Stiamo cercando di insistere con la cyber-security, ecco perché stiamo cercando di valorizzare di più e meglio le nostre forze dell’ ordine, ma non dobbiamo chiuderci in un fortino”.
L’ idea di fondo è che a prendere le decisioni emergenziali debba essere prima di tutto Palazzo Chigi. Sta al premier, insomma, l’ ultima parola o il comando decisivo. «Mentre era allo stadio, appena saputo dell’ assalto in corso, Hollande ha dato disposizioni anche su come agire sulla rete», è il ragionamento che si ripete in ambienti di intelligence. ( http://www.liberoquotidiano.it/ )

Chiaro che nel paese dei segreti di Pulcinella (e di Mazzucco) inscenare un attentato credibile risulta difficoltoso. Già a Parigi la messa in scena è risultata davvero plateale.
Da noi, se poi ci dovessero essere anche morti veri, il paese salterebbe per aria. Non sanno come fare. L’Italia non sono gli USA la cui popolazione, non solo ci crede, ma pure paga per guardare la CNN.
Hanno già piazzato la Maggioni, embedded della Casa Bianca al pari della Gruber e Annunziata, per controllare la RAI, del Debbio e Paragone sono  troppo pavidi per capirci qualcosa ma internet è differente. È più ostico da smontare (vedi il video di Tommix). Quindi, non escludo che blocchino realmente la rete web.
Comunque, mi sembra chiaro che gatta ci cova, stanno preparando qualcosa anche qui.

30 novembre 2015

La beffa dei telefoni satellitari

Per la teoria della Terra Piatta, logicamente è impossibile esistano i satelliti artificiali che orbitano un globo inesistente.
Quindi nemmeno la telefonia satellitare. Secondo costoro, i telefoni satellitari sarebbero normali apparecchi cellulari con antenne più potenti e ricettive, capaci di connettersi alle normali celle terrestri anche da grandi distanze.
Sembra una asserzione frutto di fantasia, eppure….
La cosa che colpisce, prima di tutto, è la copertura. Potrà sorprendere o meno, ma i telefoni satellitari funzionano solo sui continenti e in prossimità di essi (vedi cartina esemplificativa) e non in mezzo agli oceani, putacaso. Dove il loro funzionamento sarebbe più rassicurante e salvifico. La copertura territoriale dovrebbe seguire l’andamento della traiettoria  dei satelliti, non il profilo delle terre emerse!
Curioso anche che gli apparecchi di ricetrasmissione satellitare siano parecchio costosi e stilisticamente antiquati (ingombranti e simili ai primi GSM) come a disincentivarne l’acquisto. Si tratta di una cosa intenzionale?
Ancora, stando a Wikipedia, ci sono “restrizioni” nell’uso dei cellulari satellitari. Sono i paesi che non sono ancora colonie degli USA in cui, nelle loro basi, hanno eretto le antenne che simulano i satelliti (incluso il GPS) che in realtà non esistono. Questi paesi senza “telefoni satellitari” sono India, Cina, Russia, Corea del Nord, Burma e Cuba.
Non è strano, un satellite dovrebbe coprire indistintamente, dall’orbita (da 640 a 1120 km di altezza) in cui si trova, tutti gli stati. Ma perché alcuni no?
E singolarmente, tutte nazioni invise al NWO!

Copertura telefoni satellitari

29 novembre 2015

Intervista agli Eagles of Death Metal

False lacrime e autentici sorrisi da parte dei membri della band Eagles of Death Metal. Questi qua, incassando un bel cache dalla CIA, hanno partecipato alla messa in scena del Bataclan, un teatro del resto. C’è nel video sotto un filmato registrato durante l’attacco al concerto di Parigi del 13 novembre scorso in cui si sentono degli spari (mortaretti?) ma nulla di assimilabile a un attacco suicida.

29 novembre 2015

Due volte il tempo per andare sulla Luna di 50 anni fa

Russia viaggiolunaLa Russia ha appena annunciato che spera di mettere il primo uomo sulla luna a distanza di soli 60 anni dopo che l’America avrebbe fatto al primo tentativo con la tecnologia 1960.
C’è più potenza di calcolo trovato oggi in un Walmart orologio digitale $ 10 che ha partecipato l’intero programma spaziale degli Stati Uniti del 1960.
Il presidente Kennedy, che non era uno scienziato, ma un visionario politico, fissato l’obiettivo irreversibile di mettere un uomo sulla luna in soli otto anni da qui, anche se la più difficile realizzazione scientifica di tutti i tempi non era mai stata compiuta, e mai nella storia era stato raggiunto al primo tentativo, mettendo l’orgoglio della nazione in pubblico spettacolo nonostante il fallimento incombente.
Oggi la Russia, che ha lanciato il primo satellite al mondo, ha avuto primo astronauta al mondo, e compiuto la prima passeggiata spaziale, impiegherà il doppio del tempo, 15 anni a partire da oggi dopo aver impostato l’obbiettivo, con 60 anni di tecnologia più avanzata, a fare quello che era in apparenza così facilmente realizzabile con la tecnologia del 1960 al primo tentativo.
Incredibile, non è così?
Se ci sono voluti 8 anni per fare la prima automobile di 50 anni fa, ci vorrebbe 15 anni per fare un altro automobile oggi, con 5 anni di tecnologia più avanzata?
La tecnologia non va all’indietro!
(A meno che gli sbarchi lunari fossero fasulli)
Se fosse stato così facile andare sulla luna nel 1960, oggi ci sarebbe basi Ecco, da numerose nazioni.
Il polo sud ha una bassa temperatura di circa 90 sotto zero, ma ci sono basi lì, perché è umanamente possibile. Se fosse possibile avere gli uomini sulla luna, sarebbero lì, al momento. Il fatto che non ci sono, è prova che non può essere fatto.
È così semplice da costatare, se non si è accecati dall’orgoglio di manipolati e fuori luogo il patriottismo propagandata.
L’unica stridente contraddizione che può esistere, è se i primi presunti missioni sulla luna erano intenzionale inganno governo, invece.
In un mondo pieno di milioni di genocidi e gli abusi sui minori, è davvero così difficile credere che un governo semplicemente abbia mentito al loro popolo in una sola occasione per salvare la faccia sulla scena internazionale?
È così semplice da vedere.
. . agli umili osservatori. . . eppure così difficile da vedere dal orgoglioso, che tutti pronti pensa di sapere tutto, chiudendo le loro menti per salvataggio verità, così vicino alla portata indebolito della loro mano morire di fame.

28 novembre 2015

L’ONU getta la maschera! Miscappaladiretta 27/11/2015

Un bravo anche a Salvo Mandarà. Salvo menziona il Giornale, ma ricordiamoci che Berlusconi sostiene Renzi tramite Alfano, non per caso è rispuntato il “ponte sullo Stretto”. Al tizio che aveva scritto il libro che dimostrava essere l’ONU una organizzazione satanica che fomenta le guerre (ci vuole mica tanto a capirlo) gli hanno ammazzato la figlia. Così gira il mondo.
https://books.google.it/books/about/Divide_and_Perish.html?id=mEhVmAEACAAJ&redir_esc=y

28 novembre 2015

Aecheo Misteri Magazine – novembre 2015

In edicola il numero di novembre 2015 di Archeo Misteri Magazine.
Aecheo Misteri Magazine - novembre 2015

27 novembre 2015

Atteso un attacco a sciame: Parigi è stata una prova generale. L’esperto Isis: “4000 combattenti già in Europa”


“I fatti di Parigi sono stati una prova generale. Quattromila combattenti sono già in Europa, dormienti. Sono arrivati per mezzo di un contrabbandiere turco nel 2014, e sono pronti a colpire. La conferma del Mossad e di Anonymous. Sarà un attacco a sciame, metterà l’Europa in ginocchio” (Byoblu)

Nessuno, nemmeno il signor Byoblu, si chiede come mai questi ce l’abbiano con l’Europa, ma solo la UE area euro, e non con Israele o con la Russia, benchè li bombardi quotidianamente. E tanto meno con gli USA.
Isis è una creazione massonica atta ad accelerare la crisi europea, rafforzare l’euro, e generare il superstato multirazziale americanizzato. Più facile di così. A mantenere i “migranti”, travestiti da profughi, il reddito di cittadinanza, caro ai pentastellati, finanziato dal taglio delle pensioni agli anziani europei. Cosa che sta puntualmente facendo in questi giorni Tsipras in Grecia. Dopo avere, come da me preventivato ormai 2 anni fa, spalancato le frontiere della UE a milioni di clandestini.
Curiosamente, i grandi “padrini” nostrani dell’antipolitico Tsipras, quali Giulietto Chiesa e il duo Grillo-Casaleggio di Grecia non parlano più. E nemmeno il signor Messora, a libro paga di Casaleggio, nonostante i greci si trovino alla disperazione più nera, come e più di prima. Inoltre PandoraTV e blog di Beppe Grillo alimentano il mito del “riscaldamento globale” senza spiegarci però cosa sono e a cosa servono le scie chimiche.
E con lo spauracchio del “terrorismo”, incrementano le angherie nei confronti dei cittadini, ma solo quelli autoctoni, e le spese militari.

27 novembre 2015

Come vivere di rendita possedendo una casa grande in città

Son ricordi dei tempi dell’università. Un mio conoscente calabbre, studente fuori corso, riusciva a guadagnarci dalla sua permanenza a Parma, città emiliana e grosso centro universitario. Aveva affittato regolarmente per 700 euro il mese un ampio appartamento intestandosi le bollette. Aveva poi adibito la cucina spaziosa pure a salotto, sistemandoci il divano. il resto delle camere, incluso il salotto vero e proprio e uno studiolo, in stanze da letto che affittava a studenti suoi conterranei iscritti alla Statale.
Da ognuno, incassava 200 euro (forse più) mensilmente. Di solito, erano 5 o 6 e quanto era “al completo” lui si accontentava di dormire sul divano in cucina.
In questo modo, tutti quanti erano soddisfatti.
I proprietari parmigiani che potevano intascare 700 euro per un appartamento non nuovissimo e semi-periferico.
Gli studenti “ospiti permanenti” che donavano esentasse soltanto 200 euro mensilmente come dazione liberale al tenutario. Una cifra assolutamente modesta per un alloggio senza spese condominiali o altro.
E anche lo studente, calabro e intraprendente, che riusciva pure a guadagnarci qualcosa con i subaffitti.
Chiaramente, è molto più facile realizzarlo nelle città universitarie dove c’è una costante richiesta di posti letto a prezzi abbordabili.
Se l’appartamento è di vostra proprietà, senza affitto o mutuo da pagare, potete incassare un discreto gruzzoletto subaffittando a titolo gratuito porzioni di abitazioneo a studenti fuori sede. Sufficiente mettersi d’accordo con i sub-inquilini che elargiscano 200 euro ciascheduno in contanti mensilmente come donazione al proprietario per essere alloggiati senza dovere pagare le bollette!

abbazia-spineto

26 novembre 2015

A Parigi è morta la verità

Grandi complimenti a Tommix, un altro ottimo video.
Articoli di approfondimento: Valeria Solesin era nata a Zevio «Un po’ figlia nostra»
Si infittisce il mistero sulle vittime delle stragi di Parigi

Sara Galluccio 8 hours ago
allora nelle torri gemelle non è morto nessuno? perché dovrebbero fingere di uccidere delle persone quando possono tranquillamente uccidere davvero? che senso avrebbe questa pagliacciata? fammi capire…
Trovo questo commento in calce al video di Tommix. Se posso dire la mia, rubandogli la scena, c’è la dottriba luciferina dietro queta follia. Per loro, ebbri già solo della sete di rivincita, ammazzare innocenti o farsi beffe dei vivi fingendosi morti, pari è. Non posso che ripetermi affermando che l’Abisso non renderà loro grazie per i servigi. Tuttavia, ritengo che Gesù Cristo stia per tornare, come ci aveva promesso. E se seguite con una certa dovizia il mio sito, sapete come.

26 novembre 2015

Valeria Solesin era nata a Zevio «Un po’ figlia nostra»

Fabio Tomelleri

LEGNAGO Valeria Solesin, la ricercatrice universitaria veneziana morta una settimana fa negli attacchi terroristici di Parigi, era nata a Zevio.
A scoprire che la città della mela compare sui documenti come luogo di nascita della sfortunata borsista della Sorbona, perita nella strage avvenuta al teatro Bataclan, è stato il sindaco di Legnago, Clara Scapin.
Il primo cittadino della capitale della Bassa, infatti, lunedì scorso aveva annunciato in Consiglio comunale la volontà della sua Giunta di dedicare alla 28enne la sala civica di via Matteotti. Proprio le ricerche effettuate dagli uffici municipali legnaghesi per contattare, a Venezia, i genitori di Valeria, Alberto e Luciana, hanno permesso a Scapin di apprendere che la giovane era venuta alla luce nell’ospedale zeviano «Chiarenzi». Il polo sanitario, attualmente in fase di riconversione, ricade nel territorio dell’Ulss 21 di Legnago.
«Non avendo un recapito dei Solesin per informarli della nostra iniziativa», riferisce Scapin, «attraverso la nostra Anagrafe abbiamo contattato il municipio veneziano. Così abbiamo scoperto, dopo le opportune verifiche, che Valeria è nata il 3 agosto 1987 proprio nell’ospedale di Zevio, che all’epoca possedeva un reparto per le nascite all’avanguardia, scelto dalle future mamme di tutta Italia». Erano i tempi del cosiddetto «parto dolce», una strada aperta allora dal prof. Elmo Padovani. Poi aggiunge: «Per questo possiamo considerare Valeria un po’ veronese, anzi della Bassa, dal momento che il Chiarenzi è ricompreso nella nostra Ulss».
Sull’intitolazione della sala civica legnaghese, il sindaco aggiunge: «Ho cercato anche un contatto diretto con Dario, fratello di Valeria, via Facebook. Attraverso canali informali ho saputo che i familiari della ragazza hanno appreso della nostra proposta di dedicare lo spazio civico alla ricercatrice». Quindi, evidenzia: «L’intitolazione a Solesin è motivata dal fatto che questa giovane rappresentava un’eccellenza per l’Italia: è il simbolo di una gioventù europea che vive in maniera positiva le sfide della vita».
Inoltre ,il primo cittadino conferma che quanto è accaduto a Parigi tocca da vicino sia lei che molti legnaghesi: «Io stessa ho una figlia che, nei mesi scorsi, per motivi di lavoro si è trasferita con la famiglia, tra cui due bimbi piccoli, nella capitale francese. Come me anche altri concittadini hanno ragazzi che vivono nella metropoli. È naturale quindi che viviamo con apprensione questi giorni. Mia figlia ha confermato come a Parigi la vita, dal giorno seguente gli attentati, sia radicalmente cambiata per lei, il marito ed i due bimbi».
Per quel che concerne i natali veronesi di Valeria Solesin, la novità è stata appresa con sorpresa da Diego Ruzza, il sindaco di Zevio. «Nella drammaticità di quanto accaduto», evidenzia il primo cittadino zeviano, «è una tristissima sorpresa che lega la nostra comunità a Venezia». Sul ruolo del «Chiarenzi», che all’epoca della nascita di Valeria faceva parte dell’Ulss 27 di Bovolone, poi fusa con quella di Legnago, aggiunge: «In effetti tra gli anni ’70 e ’90 il reparto di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale era un fiore all’occhiello: grazie allo scomparso primario ostetrico Elmo Padovani si effettuavano 1.000 parti all’anno, tanto che venivano coppie da tutta la Penisola far nascere i loro bimbi a Zevio». Infine Ruzza annuncia: «Chiederò alla Giunta e al consiglio comunale di studiare un’iniziativa commemorativa in memoria di Solesin per l’anno prossimo». Massimo Piccoli, direttore generale dell’Ulss 21, dopo aver appreso il risvolto veronese, commenta: «Mi sento molto vicino ai familiari della giovane. Ciò che è accaduto a Parigi tocca ognuno da vicino, perché è un attacco alla stessa serenità delle persone». ( http://www.larena.it/ )

Mah, i terroristi di “Isis “(dea massonica) hanno colpito giusto una della Sorbona, fucina della intellighenzia degli “sporcaccioni” (come li chiamo io) l’oltralpe. Inoltre, collaboratrice di Emercengy, altra entità del teatrino mediatico globale. Il logo di Emergencyy (Emergenza = 911), se lo girate appena, sono le torri gemelle (= 11), al centro l’edificio 7 noto anche come Salomon Brothers che rappresentava il tempio di re Salomone. Solo pareidolia?
Indicativo il fatto che, di costei, non si conosca bene neanche la data di nascita.
Nessuno aveva mai fatto un regalo di compleanno a Valeria?
Nessuno ha visto il cadavere, poi. Il fidanzato non si sente in colpa per averla “persa di vista” in un momento così cruciale? Oppure è morta dissanguata fra le sue braccia, non sarebbe stato romantico?
Ancora più sbalorditivo il cancan attorno ai funerali “laici” con “tre religioni” presenti in piazza san Marco.
Come mai i terroristi “musulmani” non hanno ammazzato una ragazza napoletana emigrata in Francia in cerca di lavoro o una marchigiana, semplicemente fidanzata a un francese? E seppellita con un regolare funerale cattolico?
Vi siete posti queste domande?
Valeria emergency Valeria Solesin

25 novembre 2015

Ensayo sobre la combadura de la Tierra

Arcipelago toscano e Corsica visti da GenovaEs notorio que desde las alturas de Genova, en particulares condiciones meteorológicas, se pueden mirar el archipiélago de Toscana y la Còrcega.
¿Como se relaciona esto con la forma esférica de la Tierra?
La fòrmula matemática para el càlculo es la siguiente:

(D2 x 8) / 100 = R

Siendo:
D = distancia en km entre el observador y el punto observado.
R = numero de metros en los cuales el horizonte està “bajado” debido a la combadura de la tierra.

Para un càlculo mas exacto es necesario restar de R la altitud en metros del punto de observaciòn.
Utilizando una cualquier pàgina web que mide las distancias geográficas, dejo a Uds la tarea de solucionar la ecuación.
En otras palabras, establecer de cuanto las islas de Elba, Capraia, Gorgona y la Còrcega tendrían que ser por debajo de la linea del horizonte si se saca una foto desde la costa ligur. ¡Dejadme conocer vuestro resultado!

24 novembre 2015

Perturbazioni nella Matrice

È morta Valeria Solesin, la ragazza italiana dispersa dopo l’attacco al Bataclan di Parigi, come apprende La Stampa da una fonte che si trova a Parigi. A confermarlo è stato anche il padre della ragazza, che davanti all’abitazione a San Marcuola, nel centrale sestiere di Canareggio (Venezia), ha aggiunto: «abbiamo la certezza ma manca solo per motivi burocratici l’ufficialità».
Valeria Solesin, 28 anni, originaria di Venezia, si era diplomata nel 2006 al liceo scientifico Benedetti del capoluogo veneto. Laureatasi a Trento, si era trasferita a Parigi dove viveva ormai da quattro anni come uno dei tanti cervelli in fuga. Dottoranda in demografia nella prestigiosa Università della Sorbona, studiava sociologia e si occupava di temi legati alla famiglia e ai bambini.
In pochi anni aveva già pubblicato alcuni saggi raccogliendo tra l’altro interviste ed entrando anche nello specifico di alcune realtà cittadine molto diverse tra l’Italia frammentata in tanti comuni grandi e piccoli e la Francia con Parigi catalizzatrice della comunità transalpina. La madre ha ricordato la sua esperienza con i clochard di Parigi, «per conoscere tutte le sfaccettatura di una realtà che andava a studiare e frequentare». In passato aveva lavorato anche come volontaria per Emergency.
Venerdì sera Valeria si trovava con il fidanzato e i due amici all’ingresso del Bataclan nel momento del primo blitz dei terroristi. Non erano ancora nella sala, spiega un’amica veneziana della famiglia, che per prima ha dato la notizia della scomparsa di Valeria sui social media.
Ma lì si sono staccati; nella calca gli altri tre hanno perso contatto con Valeria. Nessuno l’ha più vista. «Già nella notte – racconta l’amica – abbiamo tentato di contattarla ma non c’è stato nulla da fare nel caos che è seguito all’assalto». «Stava entrando nel teatro quando deve esserci stato l’assalto. Proprio in questa fase sarebbe stata separata dal gruppo, perdendo la borsa con cellulare e documenti che è stata raccolta da una sua amica; poi il nulla».
http://www.lastampa.it/2015/11/15/esteri/valeria-morta-lannuncio-del-fidanzato-e-dei-familiari-si-attende-conferma-della-farnesina-VEAFUeGzlLsAROCWclxWGI/pagina.html

Quindi, nessuno ha visto Valeria morta, ne il suo cadavere straziato dai “terroristi”. Come fa il fidanzato ad annunciarne il decesso?
Questa qua mi sembra un’altra Judith Resnick o Christa McAuliffe.
Non sapendo ancora nulla di certo, il padre dichiara che quella notte andarono a dormire tardi convinti già della tragedia riguardante la loro figlia. Mi chiedo e vi chiedo, senza notizie di sorta, in una città di milioni di abitanti nel marasma generale, come fa uno a riposare tranquillo?
Qualche mese fa, una delle nostre cagnoline si era smarrita (è quasi cieca causa cataratte) e letteralmente non abbiamo dormito la notte. Siamo rimasti in pensiero fino a mezzogiorno del giorno seguente, vane le ricerche, quando la polizia municipale ci ha avvisato di contattare il canile. Essendo la bestiola microchippata. L’abbiamo recuperata dopo l’espletamento di estenuanti adempimenti burocratici tutti italioti.
Scommettete che, tra un poco, Valeria tornerà a trovare i genitori nel ruolo di “una cugina molto somigliante”?

24 novembre 2015

La Turchia ha abbattuto un jet della Russia

Dicendo che aveva violato il suo spazio aereo al confine con la Siria, ma la versione del governo russo è diversa: non ci sono notizie certe sui due piloti

https://i1.wp.com/i2.mirror.co.uk/incoming/article3277286.ece/ALTERNATES/s615b/Syrian-warplane.jpg

Un jet russo è stato abbattuto dalla Turchia stamattina. La Russia è impegnata dal 30 settembre scorso in bombardamenti in Siria, un paese dove è in corso una guerra civile e che confina a nord con la Turchia. L’area dove l’aereo è stato abbattuto è anche una zona di intensi scontri tra le forze del presidente siriano Bashar al-Assad e i ribelli che lo combattono. La Turchia si oppone ad Assad e ha condannato l’intervento russo in suo sostegno. ( http://www.ilpost.it/ )

Ve lo scrissi anni fa, ben prima che venisse coniato il termine Isis (Iside) che si trattava di una operazione per riempire di clandestini l’Europa col pretesto dei profughi. La Turchia ha fatto entrare, su ordine USA, milioni di clandestini che Tsipras, sempre agente USA, sta riversando in Europa attraverso i Balcani. Vi dissi anche subito che l’operazione mare nostrum aveva tale scopo con gli agenti nostrani Renzi e Grillo. E gli elementi massonici che appoggiano tale operazione quali Grillo stesso e Giulietto Chiesa, La Repubblica, Il Corriere, La Stampa sostenitori di Tsipras. Non a caso, M5S, Lista Tsipras insistono sul reddito di cittadinanza per mantenere gli immigrati da noi a scapito degli autoctoni. Badate bene, sono pure i medesimi che caldeggiano (è il caso di dirlo) il “riscaldamento globale”, altra panzana messa in giro dalla Casa Bianca.
Putin per suoi scopi interni, vendicare i 200 morti del volo russo in Egitto, quelli di Isis (Iside) li ammazza per davvero. Quindi la Turchia, membro NATO come Italia e Grecia, interviene contro la Russia. I turchi hanno eliminato la giornalista Serena Shim rea di avere scoperto che con i camion delle ONG, protette da status diplomatico ONU, venivano trasportati guerriglieri Isis che non è altro che una montatura cui solo i babbei credono. Basta osservare che che questi non toccano mai gli ebrei o Israele. Ricordate quando Grillo, una controfigura di Casaleggio, rifiutò sdegnosamente il libro di Paolo Barnard sui crimini di Israele? Avene mai sentito la Boldrini accusare il Pentagono per le stragi “collaterali” di civili?
In queste ore, stanno imbastendo il “casus belli” nel senso letterale della locuzione.
Una miccia accesa la Siria, di cui parlo dal 2008, verso il terzo conflitto mondiale. Anche l’ultimo, si spera.
AGGIORNAMENTO 22:02 I piloti del Sukhoi russo sarebbero stati uccisi con arma da fuoco una volta paracadutatisi in territorio siriano. Ribelli siriani abbattono anche un elicottero russo in soccorso dei piloti, significa che l’abbattimento del caccia non è stato un errore. Chiaro avvertimento a Putin di non toccare Isis (di McCain)

https://i1.wp.com/i2.cdn.turner.com/cnnnext/dam/assets/151124093549-russia-jet-syria-crash-1-exlarge-169.jpg

23 novembre 2015

Ma Valeria Solesin era battezzata?

Valeria emergency Valeria Solesin

L’attivista veneta di Emergency, morta a Parigi in circostanze tragiche ed improvvise,  non avrà il conforto del funerale religioso, per esplicita volontà dei genitori. E’ legittimo chiedersi se costoro l’hanno educata cristianamente o almeno se l’hanno fatta battezzare.  ( https://linformatoreweb.wordpress.com/ )
Genitori Valeria SolesinÈ legittimo anche domandarsi se costei sia morta davvero. Chissà perchè una notizia del genere me l’aspettavo. È lecito perfino chiedersi organizzazioni quali Emergency, Amnesty International, Anonymous, Femen e Greenpeace che ruolo svolgano. Forse fanno parte della medesima macabra messa in scena globale imperniata sull’ONU.

22 novembre 2015

Domande a Renzi che non avranno risposta

di Gianni Lannes

1) Quando e come ha conosciuto il piduista Silvio Berlusconi? In quali circostanze e presentato da chi? Per quali motivi il legame in atto con Berlusconi è così forte da stringere un’alleanza con il patto del nazareno? Cosa prevede realmente quell’accordo sulla pelle del popolo italiano?

2) Come ha contribuito alla sua ascesa politica Denis Verdini. Da lui ha ricevuto aiuti, e di quale genere?

3) Chi le ha elargito un milione di euro tra il 2007 e il 2011?

4) Perché i rendiconti delle sue associazioni Link e Festina non sono trasparenti? Complessivamente per le primarie nel 2012 e poi nel 2013 ha speso più o meno di 2 milioni di euro con le sue fondazioni Big bang e Open. Chi le ha dato i soldi?

5) Perché non risponde agli atti parlamentari sulla pedofilia? Ha mai partecipato ad eventi pubblici assieme al pluricondannato per gravi reati contro i minori Rodolfo Fiesoli, violentatore del Forteto?

6) Per quale ragione ha minacciato in tv (in una trasmissione Rai, e dunque del servizio pubblico) di trattamento sanitario obbligatorio i tesserati del piddì che oseranno parlare pubblicamente di scie chimiche?

7) Lo Stato italiano quanto denaro pubblico ha dilapidato nel 2014 per le spese militari? Più o meno di 30 miliardi di euro?

8) Perché non risponde agli atti parlamentari (interrogazioni, interpellanze, eccetera) sul grave stato di inquinamento ambientale (chimico e nucleare) in cui versa l’Italia e sulla conseguenze sanitarie a danno dell’ignara popolazione?

9) Come mai il terrorista Michael Ledeen, agente della Central Intelligence Agency, già cacciato dall’Italia in passato, è il suo consulente internazionale?

10) Negli Stati Uniti d’America lei è stato ospite del Council Foreign Relations, per affiliarsi ad una potente e segreta loggia massonica d’oltre oceano?

post scriptum

In uno Stato di diritto i quesiti indirizzati a chi “governa” sono fondamentali, ed altrettanto eloquenti le mancate risposte. Renzi: imposto dall’abusivo inquilino del Quirinale (Napolitano) ma non votato dal popolo sovrano (sulla carta).

https://pianetax.files.wordpress.com/2015/11/65e02-testatina.jpg?w=370

22 novembre 2015

Spazio 1999 – il film – Attacco alieno

Il film di stasera è Spazio 1999 Attacco alieno pellicola completa in italiano. Un film che uscì nelle sale cinematografiche nel 1979.
Alien Attack (“Attacco Alieno” costituito da Separazione e Mondo proibito, con brevi sequenze tratte da Sole nero, Gli amanti dello spazio, Il cervello spaziale e dalla prima parte di Attenti ai terrestri.
Dopo l’uscita dalla sua orbita, il 13 Settembre 1999, la luna con la base Alpha inizia una folle corsa attraverso le profondità dello spazio, mentre l’International Lunar Commission discute sul da farsi. Il pianeta Meta potrebbe diventare una seconda patria per i 311 abitanti di Alpha. Ma proprio da Meta vengono lanciati dei Falchi da combattimento in grado di distruggere le Aquile poste alla difesa della base lunare.

22 novembre 2015

UFO International Magazine – novembre 2015

In edicola in numero di novembre 2015 di UFO International Magazine. Buona lettura.

UFO International Magazine novembre 2015

21 novembre 2015

Je suis Isis!

20 novembre 2015

The Choice Awakens…

Star Wars, False Flags, and Flat Earth…
All three are discussed in this piece, which looks at them all through the lens of the Hegelian Dialectic, and asks the question as to how it all ties into the greater spiritual reality in which we all live…

20 novembre 2015

A proposito di fandonia

500k+ homeless in US, numbers rise in New York, other big cities

https://www.rt.com/usa/322917-american-homeless-population-cities/

Ci si mette anche Russia Today a raccontare bubbole dimostrando che la contrapposizione America – Russia tanto cara al nuovo eroe Giulietto Chiesa, è farsesca.
Negli Stati Uniti, su 325 milioni di abitanti, ci sono almeno 3-5 milioni di senzatetto includente sbandati senza fissa dimora, poveri, veterani, ragazze scappate di casa, disoccupati, immigrati regolari e non, anziani abbandonati e persone affette da disagio mentale. Probabilmente mezzo milione sono solo i bambini senza casa.
Il solito modello 11-V della falsificazione dei dati. L’unica realtà è che sono in continuo aumento in un paese in cui i poveri rasentano i 50 milioni.
La mia condizione m’impone di riportare sempre la verità cercando di aiutare, costi quel che costi.
Alla faccia, solo i minori senza tetto sono 1,3 milioni:
http://www.huffingtonpost.com/2014/11/17/child-homelessless-us_n_6169994.html

20 novembre 2015

Italia: bambini sempre più poveri

di Gianni Lannes

Ma quale giornata mondiale dell’infanzia? Il 6° Atlante dell’Infanzia, intitolato “bambini senza”, segnala un’emergenza ormai incancrenita nel belpaese. Da noi, un bambino su 20 può calzare un solo paio di scarpe l’anno. Uno su 6 non può fare attività sportiva, o partecipare a qualsiasi altra attività extrascolastica, e solo 3 alunni su 10 possono frequentare il tempo pieno a scuola. A 15 anni un alunno su 4 non conosce bene la matematica e 1 su 5 ha ancora difficoltà nella lettura. Ecco i numeri “delle deprivazioni più gravi” che colpiscono i bambini italiani.
Altro che propaganda manipolatoria governativa e menzogne renziane, per la statistica, l’incidenza della povertà economica assoluta nelle famiglie con almeno un minore è triplicata tra il 2005 e il 2014, passando dal 2,8 per cento all’8,5, per un totale di oltre un milione di bambini colpiti. Nel Mezzogiorno è più estesa e riguarda soprattutto famiglie italiane, a differenza del Nord. E poi ci sono anche i dati sull’azzardo giovanile legalizzato dal governo tricolore per incassare soldoni a palate, far ingrassare le mafie e distrarre la gente. La maglia nera spetta alla Campania: qui il 47 per cento dei ragazzini frequenta abitualmente le sale slot.
Infine, colpisce l’esiguità delle risorse publbiche stanziate per l’infanzia: la spesa sociale nell’area famiglia e minori è decisamente inferiore della media europea, con 313 euro procapite a fronte di 506 euro in media in Europa e dei 952 della Germania. Invece, per le spese militari – secondo il Sipri – il governo italiano ha dilapidato nel 2014 ben 30 miliardi di euro.

In verità, la qualità della scuola non dipende ne dal tempo pieno, ne dalla matematica, tanto meno dall’esercizio fisico programmato all’infuori della libera attività di gioco dei ragazzini. Posto che, per me, i dati sono inventati al pari di ogni statistica diffusa da Istat, CGIA di Mestre, ecc. nonché i sondaggi d’opinione. Perfino i dati sulle immatricolazioni di automobili e sul mercato immobiliare sono fasulli.
Ciò che i giornali del regime angloamericano finanziario non vi dicono è che le leggi promulgate dal governo sono atte a impoverire e destrutturare scientemente la penisola. Significa che la spesa e la condizione educativa in Italia è destinata a peggiorare sensibilmente nel prossimi anni. Mentre si parla di ponte sullo Stretto e altre amenità “islamiche”. Esattamente come avviene negli Stati Uniti, solo i figli dei ricchi godranno, a pagamento, di istruzione e sanità degne di questo nome.
Ve l’ho scritto cento volte, siamo una colonia, tipo Haiti o Ucraina, destinata unicamente a zoo per bestie consumatrici di Smartphone prodotti in Cina da aziende di Wall Street. Acquirenti di armamenti prodotti da americani e Israele. Per questo la Gabanelli insiste sul fatto che l’Italia non debba produrre armi da guerra, così ci sono più guadagni per gli altri. Chiudendo l’Italsider di Taranto, la fetta di mercato viene acquisita dalle rampanti acciaierie cinesi e così via. Ribadisco ciò che ho già scritto, il governo Renzi in combutta con la UE sta sistematicamente demolendo la capacità dell’economia italiana diprodurre ricchezza aldilà dei dati sul PIL che sono sempre stati frutto di fantasia.
Tutto il resto è guerra di ranocchi.
ADDENDUM ‘La mafia (del mandamento di Totò Riina) ha minacciato il ministro Angelino Alfano dicendo che gli farà fare la fine di JFK, John Fitzgerald Kennedy.’ Cosa Nostra come Isis è funzionale al Potere. Semplicemente vuol dire che la mafia, almeno così come ce la vendono, non esiste. ‘Sto stronzo, impiega gli apparati dello stato per riempire capillarmente la penisola di clandestini da mantenere col reddito di cittadinanza di Grillo. Perciò viene protetto dalla Casa Bianca.

20 novembre 2015

Bart Sibrel con Bill Kaysing a Tokyo

Era l’inizio del 1997 e Bart Sibrel organizzò un viaggio in Giappone cui partecipò Kaysing per investigare i falsi sbarchi lunari. Sono filmati tipicamente turistici di quel viaggio e tratti dall’archivio personale di Sibrel. In quel periodo, Bill era già molto preoccupato per la malattia della sua adorata Ruth che aveva dovuto lasciare a badare a se stessa nella loro casa mobile. Il tema del rapporto di Kaysing con le donne è uno degli argomenti più complessi che ho dovuto affrontare nello scrivere LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WEST.


19 novembre 2015

Venti di guerra! Dopo Parigi cosa possiamo aspettarci?

Questo video è una copia dedicata al pubblico di Youtube.
Per la versione originale clicca qui: http://www.salvo5puntozero.tv/venti-di-guerra-dopo-le-stragi-di-parigi-cosa-possiamo-aspettarci-con-massimo-mazzucco-giorgio-quarantotto-giuseppe-turrisi-ed-ubaldo-croce-18112015/

Posso aggiungere solamente a ciò che dice Massimo Mazzucco dice che la terza guerra mondiale è già in piena esecuzione con il terrorismo islamico, che è un a pura invenzione, onde accelerare il NWO. Da tempo, scrivo che il conflitto inizierà nel 2016 e terminerà nel 2020 (XX XX = 11) quando verrà costituito il Nuovo Ordine Mondiale. Di mezzo probabilmente qualche miliardo di morti, tanto per gradire. Anche Putin fa parte del gioco dei poteri forti per scatenare un rimescolamento di carte globale.

Articolo di approfondimento:  Tripolarizzazione geoculturale del mondo dopo la terza guerra mondiale