Quando il kamikaze di Parigi ballava tra i rifugiati in Serbia

https://lh3.googleusercontent.com/proxy/0KPnBfFD1_jYtT4X-B-zeB2IR16SFQjx5mM3zMql5Hm_Z89C8ACV4QdIJRX8aWmTpQ-cfBTcjJ3t7ZXotyMnfueo1bVxDOcRYN5TWunTyvl9PRYSFkM_W6vYJ4qkUV_5rthm=w426-h237
Ahmad Almohammad, uno dei terroristi sarebbe un profugo di origine siariana: ecco il video nel campo profughi
Sulla sua provenienza si è detto di tutto. Gli investigatori francesi in prima battuta hanno sostenuto che Ahmad Almohamad fosse proprio un profugo. Poi, in modo repentino, è stata sostenuta la tesi che il suo passaporto fosse contraffatto e che quindi non fosse un rifugiato. Ma a chiarire la vicenda arriva un video girato in un campo rifugiati in Serbia mentre festeggia insieme ad altre persone sulle note di una melodia tradizionale. L’uomo, qualora fosse confermata la sua identità, sarebbe arrivato con un barcone nell’isola greca di Leros lo scorso 3 ottobre e da qui sarebbe stato trasferito con un traghetto al porto del Pireo.
Da qui, proprio dalla Grecia, dove arrivano migliaia di profughi, sarebbe iniziato il suo viaggio attraverso i Balcani per arrivare in Serbia lo scorso 7 ottobre, dove è stato filmato al campo profughi di “Rasplatz” a Presevo in un video poi finito su Youtube. Il presunto terrorista si sarebbe infiltrato tra i richiedenti asilo per ricevere un trattamento agevolato e raggiungere con più facilità la sua meta nel cuore dell’Europa. Il ministro degli interni della Serbia ha confermato il passaporto di Ahmad Almohammad è stato registrato in un punto di accesso del paese al confine macedone, sottolineando che non c’era alcun avviso dell’Interpol riguardo a quel nome. Insomma l’ipotesi che uno dei terroristi fosse un rifugiato comincia nuovamente a circolare negli ambienti investigativi. (Il Giornale)

Chi ha fatto entrare orde di presunti profughi nei Balcani? Ve lo dissi quasi due anni fa: Alexis Tsipras che, come di scrissi allora, ha il compito di fare entrare nel vecchio continente milioni di terzomondiali grazie agli scafisti protetti dai servizi segreti. Fingendo di aiutare il popolo greco.
In realtà, la storia dei terroristi tra i profughi è una copertura poichè i terroristi sono stati addestrati dalla CIA e manipolati. L’evento parigino contiene tanta di quella numerologia e simbologia occulta che è certamente stato creato come l’11 settembre 2001. Poi gli esecutori li hanno stipendiati (anche in Italia) nei vari stati per creare l'”unità europea contro i malvagi”. Pure a New York c’erano gli ebrei danzanti dopo il 9/11, rammentate?
Scopriamo adesso che alcuni dei morti sotto le torri gemelle sono in verità ancora vivi. Anche alcuni delle vittime di Parigi si scoprirà, in seguito, non sono mai morte ma hanno fatto parte della messa in scena.
A proposito, chi sostiene Tsipras in Italia? Beppe Grillo, che è volato a dargli man forte durante il referendum farloccco di luglio, Barbara Spinelli, vicedirettrice di Repubblica, e Giulietto Chiesa. Quest’ultimo sta instillando, da PandoraTV, la paura della terza guerra mondiale fomentando la falsa dicotomia Russia – America atta a giustificare un conflitto globale nucleare. Chiesa dice che l’Europa deve accogliere tutti i “migranti” ma in Russia di immigrati irregolari non ce ne sono mica.
Questi sono tutti agenti della massoneria, secondo me.
Capito ora perchè i grillini non parlano degli eventi di Parigi? Perchè l’M5S è stato concepito dagli stessi poteri che hanno organizzato l’obamamania, il fenomeno Tsipras, gli attentati di Madrid e Londra e così via.
Riguardo all’Italia, per anni ho paventato un “11 settembre anche per noi” non credendoci troppo. Oggi, devo dire che al Pentagono talmente pazzi che potrebbero ammazzare anche 500 persone a Roma o Milano senza battere ciglio. Per rinsaldare le “riforme” del traballante governo Renzi. Ricordiamoci i milioni di morti in 30 anni di guerra del Vietnam.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: