Da dove “twittano” i sostenitori di Isis?

Il livello di sostegno alla sunnita estremismo islamico negli Stati Uniti dovrebbe essere di molto gravi preoccupazioni. Esso rivela che il nemico ha infiltrato il paese in notevole quantità.
 
da Niall McCarthy, Mar 20, 2015

Secondo uno studio dell’Istituto Brookings che fare con una dimensione di 20.000 campioni, l’Arabia Saudita è la posizione di cima chiesta dagli utenti di Twitter che sostengono ISIS nel 2015. Siria e l’Iraq segue completano i primi tre. Per saperne di più su The Independent. ( https://muslimstatistics.wordpress.com/ )

Lo segnalo da anni, il fatto che tutti questi “islamici” siano dediti a Internet più di chiunque altro, è la prova che il terrorismo “musulmano” non esiste ed è una costruzione degli USA o meglio del suo apparato militar-industriale. Siccome gli introiti di Tweeter languono, urge inventarsi un sistema per fagli pubblicità gratuita. Vedete che le fonti sono tutte organizzazioni angloamericane dietro l’invenzione di queste statistiche, probabilmente molte o tutte società di copertura della CIA: Tutto qui.
Tra l’altro, nessuno si chiede come mai, in tutto questo bailamme di terrore,nessuno parla di Israele e quelli dell’Isis nutrono il massimo rispetto per lo stato ebraico. Dopo tutto quello che gli israeliani hanno fatto e fanno al popolo palestinese…