Si infittisce il mistero sulle vittime delle stragi di Parigi

Tra le 129 vittime accertate degli attacchi terroristici del 13 novembre 2015 a Parigi, troviamo praticamente cittadini provenienti da ogni parte del globo. Prevedibile, direte voi, essendo la capitale transalpina la città più turistica al mondo.
Meno scontato che due delle vittime, non parenti ne connazionali, condividano lo stesso cognome doppio tipico dei paesi iberici e relative ex colonie.
Ancora più sospetto che una di queste distorsioni nella Matrix sia Nohemi Gonzalez, studentessa californiana di origine messicana. Secondo questo sito avrebbe avuto 29 anni ma secondo altri solamente 20 o 23.

Noemi Gonzalez GarridoLa stranezza non finisce mica qui. Ho segnalato un video che dimostrebbe che questa ragazza assomiglia in modo strabiliante a una attrice drammatica americana che porta lo stesso nome e cognome.
Ma se pensate che lo strabiliante sia finito, vi sbagliate di grosso.
Nel sito da cui è stata tratta la foto sopra la donna viene nominata “Gonzalez Garrido”  col cognome doppio.
Si da il caso che, nel medesimo attentato parigino, sia morto un ragazzo di nazionalità spagnola, sempre ventinovenne, sempre di cognome “Gonzalez Garrido” e di nome Alberto.

Alberto Gonzalez GarridoCome può avvenire una coincidenza simile?

http://www.independent.co.uk/news/world/europe/paris-attack-victims-list-french-government-identifies-all-129-people-killed-in-paris-terrorist-a6739116.html