Archive for novembre 24th, 2015

24 novembre 2015

Perturbazioni nella Matrice

È morta Valeria Solesin, la ragazza italiana dispersa dopo l’attacco al Bataclan di Parigi, come apprende La Stampa da una fonte che si trova a Parigi. A confermarlo è stato anche il padre della ragazza, che davanti all’abitazione a San Marcuola, nel centrale sestiere di Canareggio (Venezia), ha aggiunto: «abbiamo la certezza ma manca solo per motivi burocratici l’ufficialità».
Valeria Solesin, 28 anni, originaria di Venezia, si era diplomata nel 2006 al liceo scientifico Benedetti del capoluogo veneto. Laureatasi a Trento, si era trasferita a Parigi dove viveva ormai da quattro anni come uno dei tanti cervelli in fuga. Dottoranda in demografia nella prestigiosa Università della Sorbona, studiava sociologia e si occupava di temi legati alla famiglia e ai bambini.
In pochi anni aveva già pubblicato alcuni saggi raccogliendo tra l’altro interviste ed entrando anche nello specifico di alcune realtà cittadine molto diverse tra l’Italia frammentata in tanti comuni grandi e piccoli e la Francia con Parigi catalizzatrice della comunità transalpina. La madre ha ricordato la sua esperienza con i clochard di Parigi, «per conoscere tutte le sfaccettatura di una realtà che andava a studiare e frequentare». In passato aveva lavorato anche come volontaria per Emergency.
Venerdì sera Valeria si trovava con il fidanzato e i due amici all’ingresso del Bataclan nel momento del primo blitz dei terroristi. Non erano ancora nella sala, spiega un’amica veneziana della famiglia, che per prima ha dato la notizia della scomparsa di Valeria sui social media.
Ma lì si sono staccati; nella calca gli altri tre hanno perso contatto con Valeria. Nessuno l’ha più vista. «Già nella notte – racconta l’amica – abbiamo tentato di contattarla ma non c’è stato nulla da fare nel caos che è seguito all’assalto». «Stava entrando nel teatro quando deve esserci stato l’assalto. Proprio in questa fase sarebbe stata separata dal gruppo, perdendo la borsa con cellulare e documenti che è stata raccolta da una sua amica; poi il nulla».
http://www.lastampa.it/2015/11/15/esteri/valeria-morta-lannuncio-del-fidanzato-e-dei-familiari-si-attende-conferma-della-farnesina-VEAFUeGzlLsAROCWclxWGI/pagina.html

Quindi, nessuno ha visto Valeria morta, ne il suo cadavere straziato dai “terroristi”. Come fa il fidanzato ad annunciarne il decesso?
Questa qua mi sembra un’altra Judith Resnick o Christa McAuliffe.
Non sapendo ancora nulla di certo, il padre dichiara che quella notte andarono a dormire tardi convinti già della tragedia riguardante la loro figlia. Mi chiedo e vi chiedo, senza notizie di sorta, in una città di milioni di abitanti nel marasma generale, come fa uno a riposare tranquillo?
Qualche mese fa, una delle nostre cagnoline si era smarrita (è quasi cieca causa cataratte) e letteralmente non abbiamo dormito la notte. Siamo rimasti in pensiero fino a mezzogiorno del giorno seguente, vane le ricerche, quando la polizia municipale ci ha avvisato di contattare il canile. Essendo la bestiola microchippata. L’abbiamo recuperata dopo l’espletamento di estenuanti adempimenti burocratici tutti italioti.
Scommettete che, tra un poco, Valeria tornerà a trovare i genitori nel ruolo di “una cugina molto somigliante”?

24 novembre 2015

La Turchia ha abbattuto un jet della Russia

Dicendo che aveva violato il suo spazio aereo al confine con la Siria, ma la versione del governo russo è diversa: non ci sono notizie certe sui due piloti

https://i1.wp.com/i2.mirror.co.uk/incoming/article3277286.ece/ALTERNATES/s615b/Syrian-warplane.jpg

Un jet russo è stato abbattuto dalla Turchia stamattina. La Russia è impegnata dal 30 settembre scorso in bombardamenti in Siria, un paese dove è in corso una guerra civile e che confina a nord con la Turchia. L’area dove l’aereo è stato abbattuto è anche una zona di intensi scontri tra le forze del presidente siriano Bashar al-Assad e i ribelli che lo combattono. La Turchia si oppone ad Assad e ha condannato l’intervento russo in suo sostegno. ( http://www.ilpost.it/ )

Ve lo scrissi anni fa, ben prima che venisse coniato il termine Isis (Iside) che si trattava di una operazione per riempire di clandestini l’Europa col pretesto dei profughi. La Turchia ha fatto entrare, su ordine USA, milioni di clandestini che Tsipras, sempre agente USA, sta riversando in Europa attraverso i Balcani. Vi dissi anche subito che l’operazione mare nostrum aveva tale scopo con gli agenti nostrani Renzi e Grillo. E gli elementi massonici che appoggiano tale operazione quali Grillo stesso e Giulietto Chiesa, La Repubblica, Il Corriere, La Stampa sostenitori di Tsipras. Non a caso, M5S, Lista Tsipras insistono sul reddito di cittadinanza per mantenere gli immigrati da noi a scapito degli autoctoni. Badate bene, sono pure i medesimi che caldeggiano (è il caso di dirlo) il “riscaldamento globale”, altra panzana messa in giro dalla Casa Bianca.
Putin per suoi scopi interni, vendicare i 200 morti del volo russo in Egitto, quelli di Isis (Iside) li ammazza per davvero. Quindi la Turchia, membro NATO come Italia e Grecia, interviene contro la Russia. I turchi hanno eliminato la giornalista Serena Shim rea di avere scoperto che con i camion delle ONG, protette da status diplomatico ONU, venivano trasportati guerriglieri Isis che non è altro che una montatura cui solo i babbei credono. Basta osservare che che questi non toccano mai gli ebrei o Israele. Ricordate quando Grillo, una controfigura di Casaleggio, rifiutò sdegnosamente il libro di Paolo Barnard sui crimini di Israele? Avene mai sentito la Boldrini accusare il Pentagono per le stragi “collaterali” di civili?
In queste ore, stanno imbastendo il “casus belli” nel senso letterale della locuzione.
Una miccia accesa la Siria, di cui parlo dal 2008, verso il terzo conflitto mondiale. Anche l’ultimo, si spera.
AGGIORNAMENTO 22:02 I piloti del Sukhoi russo sarebbero stati uccisi con arma da fuoco una volta paracadutatisi in territorio siriano. Ribelli siriani abbattono anche un elicottero russo in soccorso dei piloti, significa che l’abbattimento del caccia non è stato un errore. Chiaro avvertimento a Putin di non toccare Isis (di McCain)

https://i1.wp.com/i2.cdn.turner.com/cnnnext/dam/assets/151124093549-russia-jet-syria-crash-1-exlarge-169.jpg