Archive for novembre 30th, 2015

30 novembre 2015

PTV news 30 novembre 2015 – Clima, ultima menzogna

PandoraTV, facente riferimento a Giulietto Chiesa cavalca la menzogna massonica del “riscaldamento globale”.
Quelli che sostengono il M5S e Lista Tsipras, che stanno annientando la Grecia, appoggiano la nuova campagna di controllo mentale e di globalizzazione. Di Forza Italia e PD manco parlo perchè sono talmente squallidi e inqualificabili.
50 anni fa, costoro promuovevano le campagne in favore di aborto e divorzio, ora in favore della “Giustizia climatica”, qualunque cosa significhi.
Vi ho detto infinite volte che il riscaldamento globale è una invenzione per sostituire al Forex, o affiancare per meglio dire, il commercio dei “crediti per emettere CO2”.
Il cambiamento climatico spauracchio è una fesseria. Il clima muta continuamente e ci stiamo allontanando da una glaciazione terminata solo 13.000 anni fa. Giocoforza il clima si riscalda. 2 gradi in più in 300 anni (ma non è mica vero) corrisponde all’incremento lineare post glaciale.
Naturalmente, nessuno invoca una moratoria sulla continua deforestazione globale o un piano per ripulire gli oceani dall’immondizia galleggiante, quantomeno. Leggi il vortice della plastica del Pacifico.
Quanto allo scioglimento dei ghiacci artici, bisogna verificare se le immagini e i dati che ci sono presentati sono autentici.
Ne PandoraTV accenna mai alle scie chimiche, ben visibili anche oggi sulla pianura padana. A cosa servono di grazia? Ad alterare il clima, forse?
La lettrice già preannuncia ciò che succederà in pratica: gli Stati Uniti, causa “i repubblicani”, si defilerà e quindi conserveranno un vantaggio competitivo delle aziende ubicate sul loro territorio. Del resto, Renzi non era mica volato a Silicon Valley invitando i giovani italiani ad aprire aziende innovative laggiù?
Quanto a Giulietto Chiesa, mi sono già espresso su di lui: non fidatevi di quest’uomo. Come fa un filo-russo adire le stesse cose di Obama, dai gay, ai profughi, all’euro, al riscaldamento globale?
Sta artatamente alimentando il falso dualismo est-ovest verso la Terza Guerra Mondiale.

Annunci
30 novembre 2015

Il piano di Renzi: internet oscurato in caso di attacco terroristico

Il piano di Renzi: internet oscurato in caso di attacco terroristico

Si concentra sui social network e sulle comunicazioni cibernetiche l’attenzione del governo sul fronte dell’antiterrorismo. Il ministro della Giustizia Orlando lo ha fatto sapere appena qualche giorno fa. Ma, se si pensa allo scenario peggiore, ovvero a quello di un attacco terroristico su territorio nazionale, magari nel corso del Giubileo che il papa ha aperto oggi nel corso del suo viaggio in Africa, le misure adottate dal palazzo Chigi nell’emergenza potrebbero essere assai più drastiche. Qui la strada scelta per il prossimo futuro è quella di accentrare le decisioni a palazzo Chigi. In casi estremi potrà persino decidere di oscurare temporaneamente le comunicazioni web. Che il tema stia a cuore al premier lo si capisce anche dal fatto che ieri ha ripetuto il concetto della centralità della sicurezza informatica: “Stiamo cercando di insistere con la cyber-security, ecco perché stiamo cercando di valorizzare di più e meglio le nostre forze dell’ ordine, ma non dobbiamo chiuderci in un fortino”.
L’ idea di fondo è che a prendere le decisioni emergenziali debba essere prima di tutto Palazzo Chigi. Sta al premier, insomma, l’ ultima parola o il comando decisivo. «Mentre era allo stadio, appena saputo dell’ assalto in corso, Hollande ha dato disposizioni anche su come agire sulla rete», è il ragionamento che si ripete in ambienti di intelligence. ( http://www.liberoquotidiano.it/ )

Chiaro che nel paese dei segreti di Pulcinella (e di Mazzucco) inscenare un attentato credibile risulta difficoltoso. Già a Parigi la messa in scena è risultata davvero plateale.
Da noi, se poi ci dovessero essere anche morti veri, il paese salterebbe per aria. Non sanno come fare. L’Italia non sono gli USA la cui popolazione, non solo ci crede, ma pure paga per guardare la CNN.
Hanno già piazzato la Maggioni, embedded della Casa Bianca al pari della Gruber e Annunziata, per controllare la RAI, del Debbio e Paragone sono  troppo pavidi per capirci qualcosa ma internet è differente. È più ostico da smontare (vedi il video di Tommix). Quindi, non escludo che blocchino realmente la rete web.
Comunque, mi sembra chiaro che gatta ci cova, stanno preparando qualcosa anche qui.

30 novembre 2015

La beffa dei telefoni satellitari

Per la teoria della Terra Piatta, logicamente è impossibile esistano i satelliti artificiali che orbitano un globo inesistente.
Quindi nemmeno la telefonia satellitare. Secondo costoro, i telefoni satellitari sarebbero normali apparecchi cellulari con antenne più potenti e ricettive, capaci di connettersi alle normali celle terrestri anche da grandi distanze.
Sembra una asserzione frutto di fantasia, eppure….
La cosa che colpisce, prima di tutto, è la copertura. Potrà sorprendere o meno, ma i telefoni satellitari funzionano solo sui continenti e in prossimità di essi (vedi cartina esemplificativa) e non in mezzo agli oceani, putacaso. Dove il loro funzionamento sarebbe più rassicurante e salvifico. La copertura territoriale dovrebbe seguire l’andamento della traiettoria  dei satelliti, non il profilo delle terre emerse!
Curioso anche che gli apparecchi di ricetrasmissione satellitare siano parecchio costosi e stilisticamente antiquati (ingombranti e simili ai primi GSM) come a disincentivarne l’acquisto. Si tratta di una cosa intenzionale?
Ancora, stando a Wikipedia, ci sono “restrizioni” nell’uso dei cellulari satellitari. Sono i paesi che non sono ancora colonie degli USA in cui, nelle loro basi, hanno eretto le antenne che simulano i satelliti (incluso il GPS) che in realtà non esistono. Questi paesi senza “telefoni satellitari” sono India, Cina, Russia, Corea del Nord, Burma e Cuba.
Non è strano, un satellite dovrebbe coprire indistintamente, dall’orbita (da 640 a 1120 km di altezza) in cui si trova, tutti gli stati. Ma perché alcuni no?
E singolarmente, tutte nazioni invise al NWO!
Primo libro disponibile in italiano: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

Copertura telefoni satellitari