Archive for gennaio 25th, 2016

25 gennaio 2016

Hollywood e la beffa della Luna

Interessante e coinciso questo filmato di Massimo Mazzucco sulla sensazione hollywoodiana che lo sbarco sulla Luna fosse stato un falso. Ovviamente l’intreccio tra star system e NASA è interamente governato dai medesimi che ci inondano quotidianamente con beffe di ogni genere. Quelle spaziali ne sono una tipologia, neanche la più cospicua.
Per chi avesse ancora dei dubbi, ci sono i miei libri LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WEST e LA LUNA DI CARTA, i quali rappresentano la migliore documentazione disponibile oggi in italiano.

25 gennaio 2016

Italia pronta a bombardare l’Isis in Libia

 “Italia pronta a bombardare l’Isis in Libia” Palazzo Chigi conferma: “Italia pronti ad azioni militari. Agiremo nel quadro delle risoluzioni Onu” Chiara Sarra – Lun, 25/01/2016 – 09:35 L’Italia bombarderà l’Isis in Libia, a patto che lo ordini l’Onu e comunque non subito. È quanto trapela da Palazzo Chigi in una road map ricostruita da Repubblica, che svela il… ( http://www.makemefeed.com/ )

Mentre Monti, Letta e Renzi (con la complicità attiva di Forza Italia) hanno ridotto gli italiani sul lastrico, continuano a spendere soldi per delle guerre simulate ma, purtroppo, dai morti veri il cui scopo è solamente di riempire il vecchio continente di milioni di clandestini col pretesto che siano profughi.
L’Italia fa di tutto per mantenere Schengen, il trattato di libera circolazione, che fin dall’inizio fu concepito per facilitare l’inazione di terzomondiali da mantenere col “reddito di cittadinanza”. I militanti Isis sono sempre a volto coperto perchè sono sempre gli stessi, mercenari al soldo della CIA e dai servizi segreti che collaborano alla creazione del super-stato europeo.
Pure questo lo scrivo da parecchi anni.

https://i1.wp.com/i.dailymail.co.uk/i/pix/2015/06/22/20/29A9144300000578-3134886-image-a-5_1435001012541.jpg

 

25 gennaio 2016

Se la banca fallisce cosa succede al mutuo

Mutuo se la banca fallisce ecco cosa accadrà a chi ha un mutuo o un prestito.
Dopo il fallimento che ha riguardato le quattro banche fallite,Carife, Carichieti, Etruria, Banca Marche,e le nuove regole sul salvataggio bancario, in molti si chiedono cosa succede al mutuo se la banca fallisce. Temono che ci siano degli effetti negativi sui pagamenti futuri delle rate.
Per avere una risposta certa Basta guardare cosa è successo alle banche menzionate all’inizio dell’articolo.
Non pensate che se avete un mutuo con una banca e se questa fallisce il mutuo non va più pagato.
Prendete ad esempio chi aveva un mutuo con le quatto banche menzionate all’inizio dell’articolo, i mutui di queste banche sono stati trasferiti alle nuove banche.
Ad esempio chi aveva un mutuo con Etruria continuerà a pagarlo, ma al nuovo istituto di credito.
Mutui, prestiti e conti correnti vengono trasferiti automaticamente alla nuova banca.
In questo modo chi ha sottoscritto il finanziamento non avrà nessun danno e potrà coitnuare a a pagare le rate.
Così accadrà anche nei prossimi salvataggi bancari.
Anche per i prestiti il discorso è identico vengono trasferiti alla nuova banca.
A meno che non si tratta di un mutuo o un finanziamento che fa parte dei crediti deteriorati, questi finiranno nella Bad Bnk, la società dove finiranno le perdite della banca. Che cederà le sofferenze al recupero crediti, queste società acquisteranno i crediti deteriorati per recuperarli. ( http://ilcorrentista.com/ )

Cioè, io mi faccio dare mille euro da Pippo e li presto a Gigetto. Poi fallisco e non devo più restituire i soldi a Pippo ma Gigetto me li deve comunque i mille euro. Non è un bel modo di campare? E i giornali italiani stanno trasformando i banchieri, a partire da Draghi, nei nuovi eroi giovanili in luogo delle rock star e dei calciatori.

0e9be-fabbrica2bschiavi2blav

25 gennaio 2016

La Casa Bianca rottama Beppe Grillo, non serve più

Come pronosticato da me diversi anni fa, a un certo punto il Movimento 5 Stelle non sarebbe più servito. Ora che Renzi ha comunque una maggioranza anche al senato garantitagli dalla massoneria attraverso Verdini.
Già nel 2012, vi scrissi che avrebbero fatto il governo “Renzillo” (Renzi+Grillo) e che il suo cruccio autentico sarebbe stato quello di controllare i suoi eletti. Infatti, tra i grillini qualche personaggio intelligente c’è, che non ha davvero capito chi sia veramente il suo capo e per chi stia lavorando.
Col pretesto della casa in Svizzera, “preoccupato per il blog”…

http://www.corriere.it/cronache/08_dicembre_01/grillo_casa_lugano_721a8114-bfad-11dd-a787-00144f02aabc.shtml

…ha potuto aprire un conto bancario dove probabilmente è stato finanziato dagli Stati Uniti per costruire l’M5S simulando che i suoi sostanziosi proventi giungessero dalla vendita di DVD e ammennicoli commercializzati attraverso il suo blog.
Pensate solo alle incredibili bugie tipo la “biopalla”, cui molti avevano abboccato, o la richiesta di abolire i pedaggi autostradali (onde favorire il trasporto su gomma):

http://www.beppegrillo.it/2008/09/i_signori_delle_autostrade.html

Hanno scoperto che, in caso di elezioni, l’M5S potrebbe fare perdere il PD del loro altro agente Matteo Renzi, per cui gli USA liquidano la Casaleggio Associati (presumibilmente con valanghe di dollari in Svizzera).
Ciò che succederà è che molti grillini eletti andranno ad appoggiare Renzi fino al 2018, se non altro per continuare ad incassare il lauto stipendio da parlamentare. Il piano è stato quello fin dal principio.
Ammesso che si voti ancora in Italia.
Renzi e Berlusconi, sordidi ingannatori del popolo non meno dell’attore Beppe Grillo, sia chiaro, non sanno cosa fare col referendum costituzionale che si dovrebbe tenere nei prossimi mesi. Vedete, il problema non è che vinca il “sì” o il “no”, non importa loro nulla, non vogliono che la gente vada a votare sicché non vengano messi in alcun modo in discussione la UE, la NATO, la dittatura della BCE. E naturalmente i “diriti”: aborto libero, eutanasia libera, immigrazione libera, droga libera eccetera. In Forza Italia, giova rammentarlo, c’è Umberto Veronesi favorevole alla droga libera e, se non ricordo male, qualche ex radicale che nel parlamento europeo sostenne la “modica quantità di pedofilia”.
Lo scrissi 10 anni fa. Intendono sostituire le vere consultazioni nelle urne con i “sondaggi d’opinione” che sono inventati di sana pianta. Pure scrissi che l’Italia non è riformabile, pertanto, sarebbe finita in frantumi.

Articoli di approfondimento: Il trasformista