La Casa Bianca rottama Beppe Grillo, non serve più

Come pronosticato da me diversi anni fa, a un certo punto il Movimento 5 Stelle non sarebbe più servito. Ora che Renzi ha comunque una maggioranza anche al senato garantitagli dalla massoneria attraverso Verdini.
Già nel 2012, vi scrissi che avrebbero fatto il governo “Renzillo” (Renzi+Grillo) e che il suo cruccio autentico sarebbe stato quello di controllare i suoi eletti. Infatti, tra i grillini qualche personaggio intelligente c’è, che non ha davvero capito chi sia veramente il suo capo e per chi stia lavorando.
Col pretesto della casa in Svizzera, “preoccupato per il blog”…

http://www.corriere.it/cronache/08_dicembre_01/grillo_casa_lugano_721a8114-bfad-11dd-a787-00144f02aabc.shtml

…ha potuto aprire un conto bancario dove probabilmente è stato finanziato dagli Stati Uniti per costruire l’M5S simulando che i suoi sostanziosi proventi giungessero dalla vendita di DVD e ammennicoli commercializzati attraverso il suo blog.
Pensate solo alle incredibili bugie tipo la “biopalla”, cui molti avevano abboccato, o la richiesta di abolire i pedaggi autostradali (onde favorire il trasporto su gomma):

http://www.beppegrillo.it/2008/09/i_signori_delle_autostrade.html

Hanno scoperto che, in caso di elezioni, l’M5S potrebbe fare perdere il PD del loro altro agente Matteo Renzi, per cui gli USA liquidano la Casaleggio Associati (presumibilmente con valanghe di dollari in Svizzera).
Ciò che succederà è che molti grillini eletti andranno ad appoggiare Renzi fino al 2018, se non altro per continuare ad incassare il lauto stipendio da parlamentare. Il piano è stato quello fin dal principio.
Ammesso che si voti ancora in Italia.
Renzi e Berlusconi, sordidi ingannatori del popolo non meno dell’attore Beppe Grillo, sia chiaro, non sanno cosa fare col referendum costituzionale che si dovrebbe tenere nei prossimi mesi. Vedete, il problema non è che vinca il “sì” o il “no”, non importa loro nulla, non vogliono che la gente vada a votare sicché non vengano messi in alcun modo in discussione la UE, la NATO, la dittatura della BCE. E naturalmente i “diriti”: aborto libero, eutanasia libera, immigrazione libera, droga libera eccetera. In Forza Italia, giova rammentarlo, c’è Umberto Veronesi favorevole alla droga libera e, se non ricordo male, qualche ex radicale che nel parlamento europeo sostenne la “modica quantità di pedofilia”.
Lo scrissi 10 anni fa. Intendono sostituire le vere consultazioni nelle urne con i “sondaggi d’opinione” che sono inventati di sana pianta. Pure scrissi che l’Italia non è riformabile, pertanto, sarebbe finita in frantumi.

Articoli di approfondimento: Il trasformista