In Italia è vietato il dissenso

di Gianni Lannes

Il 2 febbraio alla Farnesina, a Roma, si è svolto il vertice tra i 23 principali Paesi della coalizione anti-Daesh. Al termine di questo vertice, durante la conferenza stampa del segretario di Stato Usa John Kerry la giornalista freelance Marinella Correggia ha cercato di esporre un cartello, ma è stata immediatamente bloccata ed allontanata dai carabinieri e dalla DIGOS. Mentre la portavano fuori, l’attivista italiana è riuscita a gridare in inglese: “Avete creato voi Daesh”.
Dalla stessa Marinella Correggia abbiamo appreso che sul cartello bifronte di colore giallo che voleva esporre c’erano scritte, in lingua inglese, le seguenti frasi: “Daesh, figlio delle vostre guerre, del vostro denaro e delle vostre armi”; “Siria, Libia, Iraq, Yemen: le vostre vittime”; “Arabia Saudita, Stati uniti, Turchia: stati sponsor del terrorismo”.  L’accaduto è passato totalmente sotto silenzio e sicuramente nessun media di regime, giornale o TV, lo riporterà. In Italia ed in occidente la repressione della libertà di manifestare il proprio pensiero è arrivata al punto da impedire perfino l’esposizione di un semplice cartello di protesta.
Fortunatamente l’evento è stato ripreso e pubblicato da IRIB News Agency, l’Agenzia Giornalistica della Repubblica Islamica dell’Iran, in cui si mostra il tentativo di protesta dell’attivista italiana. Di seguito riportiamo il video in questione. ( http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2016/02/in-italia-e-vietato-il-dissenso.html )