Archive for febbraio 8th, 2016

8 febbraio 2016

Mail dagli amici, è un virus potente blocca pc: «500 euro per ripartire»

di Mirko Mezzacasa

BELLUNO – Un avvocato che ha perso tutta la documentazione relativa alle pratiche effettuate con il processo telematico, un altro studio legale sotto attacco e persino un’azienda edile feltrina che ha perso i suoi progetti. Sono solo alcune delle vittime bellunesi del virus informatico Cryptolocker che si impossessa dei dati presenti nella memoria dei computer rendendoli accessibili soltanto con un programma per la decriptazione. Il software necessario per questa operazione viene ovviamente “offerto” dietro pagamento di un vero e proprio riscatto. Qualcuno ha pagato (cifre che si aggirano sui 500 euro) e ha recuperato i suoi dati.
«Mai cedere al ricatto, ma denunciare sempre anche perché questo è un reato pesante, è estorsione», spiega il sovrintendente Alberto Fasson della Polizia postale di Belluno, sezione polizia giudiziaria.
Proprio alla sede della Postale di Belluno stanno arrivando in questi giorni decine di denunce, lì poi vengono convogliate anche quelle delle varie forze di polizia in tutta la provincia. Qualche giorno fa sotto attacco, l’Agordino poi il Feltrino e la città di Belluno. Tutto inizia aprendo una mail in apparenza da uno dei nostri contatti o da istituzioni: si clicca sull’allegato il gioco è fatto. Così è accaduto all’avvocato bellunese che ha aperto una mail partita involontariamente dal computer di un cliente. Gli hacker si impossessano della mail di una persona (in questo caso il cliente) che non si accorge di nulla e utilizzano i contatti inviando le mail con l’allegato. I reati oltre all’estorsione sono furto di identità e truffa e la scorsa estate la polizia postale sgominò una banda dedita proprio al “Cryptolocker”. ( http://www.ilgazzettino.it/ )

Robe simili, a mio avviso, sono architettate probabilmente, a inizio anno, per stimolare la vendita di costosi antivirus professionali oppure sono una sofisticata forma di phishiing chiedendo un riscatto per ottenere la chiave di decriptazione. Non fidatevi, chiedono bitcoin in cambio della chiave ma è uno scherzo. Dietro queste operazioni ci sono i soliti maneggioni dell’obbligo di intente. La “cittadinanza digitale”, tanto cara ai politici in voga, non solo è utile a diffondere “viralmente” pedofilia a pornografia, ama pure effettuare scherzi di questo genere.
Come difendersi dunque?

  1. Adottare il sistema operativo Linux (oltretutto è gratuito) molto meno soggetto ai virus di Windows.
  2. Salvare copie dei dati su drive (es “chiavette” USB, dischi esterni) dotati di password per accedervi.
  3. Una volta effettuato il salvataggio dei file copia, staccare fisicamente la chiavetta o disco dal PC.
  4. Non ricollegare i drive esterni, per effettuare nuovi salvataggi, senza essere certi che il virus non sia in agguato.

Nel Software Center di Ubuntu, ho visto che ci sono svariati programmini tutti gratuiti atti a proteggere cartelle con password o richiedere autenticazione per accedervi. Dovrebbe essere sufficiente a impedire l’accesso del virus a tali cartelle o a unità di stivaggio dati collegate al computer.

8 febbraio 2016

Casaleggio ai grillini: 150mila euro di multa per i dissidenti

Il decalogo in 10 punti per i candidati

Roma, 8 feb. (askanews) – Centocinquantamila euro di multa per chi disobbedisce: è la pena che Gianroberto Casaleggio prevede per punire chi dissentirà, dopo le imminenti elezioni per il Campidoglio. A rivelarlo è un documento di tre pagine, pubblicato oggi dalla Stampa, relativo alla campagna per la scelta del nuovo sindaco di Roma.
“Il candidato – si legge nel documento pubblicato dal quotidiano di Torino – accetta la quantificazione del danno d’immagine che subirà il M5s nel caso di violazioni dallo stesso poste in essere alle regole contenute nel presente codice e si impegna pertanto al versamento dell’importo di 150mila euro, non appena gli sia notificata formale contestazione a cura dello staff coordinato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio”.
Il documento si articola in dieci punti e Gianroberto Casaleggio, attraverso la deputata M5s romana Roberta Lombardi ha preteso che i candidati del M5s alle elezioni per il Campidoglio lo firmassero. ( http://www.altalex.com/ )

Vi dissi ben prima delle elezioni politiche  del febbraio 2013, che il problema di Grillo (per conto dei poteri occulti) sarebbe stato quello di controllare i suoi eletti. Gli USA hanno investito una discreta sommetta sul “ticket” Renzi-Grillo e non vogliono sprecare i loro quattrini. Devono mantenere la maschera di “democraticità” per fare approvare lo ius soli, la droga libera, l’acquisto degli F-35 a scapito dei cittadini italiani a cui stanno togliendo di tutto col pretesto degli “sprechi”. Vi avevo già fatto notare che il programma del Partito Radicale, che è stato documentato avere incassato molti miliardi di lire dalla CIA, è stato riversato nel programma Leopolda-M5S, fate pure le vostre verifiche.
I radicali promuovevano, per conto degli USA, poderose campagne contro la produzione e vendita di armi da guerra italiane per regalare fette di mercato alle  aziende d’oltreoceano (e Israele). Cosa che ora fanno, guardacaso, lo stesso M5S e la Gabanelli, altra serva di Washington come è la neo presidentessa della RAI-TV.
Poi su Roma, penso loro vogliano a tutti i costi vinca Grillo per controllare meglio l’Urbe in vista di un qualche “sanguinoso attentato islamico” in funzione anticristiana. Poiché è quello il “fulcro” di ogni questione.
Stiamo a vedere che succede nei prossimi mesi.

8 febbraio 2016

In India un uomo muore colpito da meteorite

Un autista, durante la pausa nel giardino di un campus in India, è rimasto ucciso da schegge piovute dallo Spazio
Uno sfortunatissimo autista indiano di 40 anni sarebbe il primo caso registrato al mondo di uomo ucciso da un meteorite. Il fatto è accaduto a Vellore, nello stato indiano del Tamil Nadu – ha confermato il ministro locale Jayalalithaa Jayaram – aggiungendo in un comunicato che “un meteorite è caduto nel campus di una facoltà privata di ingegneria”. L’impatto è stato così forte da mandare in frantumi i vetri delle finestre e i finestrini delle automobili. Le schegge hanno ferito tre persone. Gli studenti hanno sentito un forte “bang” e accorrendo alle finestre hanno visto un cratere. L’autista è stato trasportato in ospedale, ma non ce l’ha fatta.
La polizia aveva inizialmente smentito che si fosse trattato di un oggetto piovuto dal cielo, sostenendo che l’esplosione fosse stata causata da candelotti di plastico utilizzati nel corso dei lavori edili e rimasti incautamente abbandonati. Sarebbero scoppiati quando due giardinieri, Sasikumar e Murali, hanno appiccato fuoco alle sterpaglie.
La nota delle autorità parla invece di detriti dallo spazio, che potrebbero essere forse frammenti dello sciame di rottami di satelliti e razzi dei quali sono ormai infestate le orbite terrestri.
Nelle statistiche del sito Atlas non risultano “morti da asteroidi”, un’eventualità considerata molto rara. Kamaraj e l’altro autista Sultan, che ha riportato ferite più lievi, stavano bevendo acqua in giardino quando sono stati raggiunti dalle schegge. Kamaraj ha cominciato a sanguinare ed è stato caricato su un’ambulanza per l’ospedale di Vaniyambadi, ma è morto prima di arrivare. Ferito anche uno studente ventenne, Santosh, che ha lamentato la perdita dell’udito. La polizia sta ora setacciando il giardino per escludere definitivamente che non vi siano esplosivi abbandonati. ( http://www.gqitalia.it/ )

Mah, proprio mentre scoppia la querelle sulla vera forma della Terra, ecco il primo essere umano in assoluto ammazzato da un meteorite. Nel parcheggio di un ateneo privato dove insegnano in inglese che la NASA ha conquistato la Luna.

India morto causa meteorite

8 febbraio 2016

Immagini ad altitudine da primato del X-15 mostrano una terra inesorabilmente piatta

X-15 prima di venire sganciato da un B-52 ad altissima quota

X-15 prima di venire sganciato da un B-52 ad altissima quota

L’aereo-razzo X-15 fu costruito in diversi esemplari per conto del’aeronautica degli Stati Uniti negli anni ’60. Servi a provare nuovi materiali e velocità ipersoniche. Il programma X-15 detiene il record di velocità (7300 km/h) e altitudine raggiunta da un aereo pilotato (108 km). Durante i voli stratosferici, vennero girati filmati e scattate fotografie. In tutti questi materiali visivi l’orizzonte appare costantemente piatto e a livello dell’occhio quando, superata una certa altezza, la curvatura dovrebbe rendersi visibile e l’orizzonte cadere dietro la sfera terrestre. Ciò non accade mai alimentando il sospetto che la Terra sia davvero piatta.