Jimmy Carter era John Kennedy?

Un video che dimostra che JKF, o meglio, l’attore che interpretava John Fitzgerald Kennedy è lo stesso che poi interpreterà il presidente delle noccioline Jimmy Carter.
È una giostra impazzita che vede in pista i medesimi personaggi, burattini le cui fila sono tirate da mani oscure a venire riciclati. Così scopriamo che Bill Hicks è divenuto Alex Jones, gli astronauti attori dello Shuttle Challenger sono stati riciclati senza nemmeno dovere cambiare loro di nome. Nessuno se n’è accorto. Questa è la potenza di Matrix.
Nessuno si è accorto che Jacqueline Kennedy è divenuta Rosalynn Carter, ma sempre “first lady”.
Scopriamo che la scomparsa della bimba, reginetta di bellezza, JonBenèt Ramsey su una bufala che commosse il mondo. Probabilmente sottoposta a un lavaggio del cervello e una manipolazione inimmaginabile è divenuta l’attuale Katy Perry, al secolo Katheryn Elizabeth Hudson. Di Paul McCartney ve ne furono almeno due. David Bowie ha platealmente simulato la sua morte presentandosi in TV il giorno seguente a commemorare sé stesso.
È stato dimostrato in abbondanza che la storia personale di Barack Obama è del tutto inventata a partire dal suo certificato di nascita. Ho già scritto della strana somiglianza tra l’italiano Renzi e l’ucraino Poroshenko anche nelle leggi che promulgano che stanno facendo scivolare il mondo verso la terza guerra mondiale. E tutti siamo felici e contenti purché la guerra venga trasmessa “in chiaro” in TV.
Tutti burattini manovrati da foschi burattinai ignoti (di cui parlo su NEXUS). A loro volta, tutti al servizio di uno solo supremo. Non vi svelo chi sia poiché, se non lo avete intuito da soli, non meritate di saperlo.