Bruxelles, attentati all’aeroporto e in metro. «Almeno 11 vittime». Molti feriti. Evacuata la stazione centrale

Torna il terrore a Bruxelles, attentato in aeroporto e nel metrò. La polizia: morti e feriti
Devastato la sala del check in di American Airlines dello scalo di Zaventem. Altre esplosione in 2 stazioni del metrò a un passo dalla sede Ue. Allerta massima, livello 4 ] Devastato la sala del check in di American Airlines dello scalo di Zaventem. Altre esplosione in 2 stazioni del metrò a un passo dalla sede Ue. Allerta massima, livello 4

Ovviamente, è tutto inscenato, fa parte della strategia della tensione alimentata ad acuire la crisi europea onde catalizzare la formazione del super-stato europeo multirazziale, americanizzato, scristianizzato e nazistoide.
Sono anni che il piano procede e sono anni che puntualmente vi dico che è così. Ben prima che fosse coniato il nome “isis”, vi dissi che lo scopo del terrorismo “islamico” era di riempire l’Europa con milioni di finti profughi da mantenere col “reddito di cittadinanza” togliendo pensioni e diritti ai cittadini autoctoni. È ciò che stanno sistematicamente attuando Tsipras in Grecia, Renzi e Grillo in Italia e Podemos in Spagna. Come vi ho sempre detto.
Anche le sanzioni alla Russia mirano a questo. Mentre le aziende americane e globali, producendo in Cina, possono liberamente esportare nel promettente mercato russo sottraendo quote di mercato alle nostre imprese costrette a chiudere.
Il programma Erasmus serve a mescolare le popolazioni creando coppie internazionali, Ryanair ha sempre operato in perdita, i cui bilanci sono ripianati occultamente per fare ciò. Lo stesso che a livello italiano fanno Trenitalia e NTV (alta velocità ferroviaria) che operano in perenne perdita. Andare da Milano a Napoli costa meno che dalla città meneghina a Bergamo. Lo preconizzai diversi anni fa. Pure la TAV Torino – Lione, se non lo aveste ancora intuito.
Il filmato sotto è preclaro, a dispetto del fatto che Il Giornale, Forza Italia e il loro proprietario siano integralmente complici del progetto.
Io più che dirlo quasi tutti i giorni, non posso fare. (Poi rimando a ciò che ho scritto su NEXUS n. 120 se lo trovate in edicola)