Come coltivare i pomodori in vaso

Vuoi coltivare i pomodori sul balcone o sul terrazzo di casa tua? I pomodori sono eccellenti piante da vaso. La coltivazione del pomodoro in vaso è molto facile e divertente….per non parlare della soddisfazione e del piacere nel poter mangiare qualcosa coltivato con le proprie mani. Ecco come coltivare i pomodori in vaso in maniera semplice.

Vuoi coltivare i pomodori sul balcone o sul terrazzo di casa tua? I pomodori sono eccellenti piante da vaso. La coltivazione del pomodoro in vaso è molto facile e divertente….per non parlare della soddisfazione e del piacere nel poter mangiare qualcosa coltivato con le proprie mani. Ecco come coltivare i pomodori in vaso in maniera semplice.

Come coltivare i pomodori in vaso, le regole basilari

Il periodo: Il mese migliore per invasare le piantine di pomodoro è maggio, basta acquistarle nei vivai o nei consorzi.
La qualità: generalmente le piantine sono alte circa 8/10 centimetri, per la qualità ci si può orientare per il pomodoro ciliegia, oppure una varietà più grande, come “San Marzano” o “Cuore di bue”, tutti indicati per salse e in insalata.
Il vaso: dato che è possibile ammassare le piantine in poco spazio sarebbe opportuno collocare una sola pianta in un vaso da 30 cm oppure grossi vasi rettangolari dove poter distanziare le piantine l’una dall’altra.
Il terreno: è preferibile scegliere un terreno con pH da 5,5 a 6.8, ricco di fertilizzante organico o compost.

Come coltivare i pomodori in vaso, la procedura

Posizionare i vasi in una zona soleggiata: è la soluzione migliore per ottenere una buona produzione di pomodori
Riempire i vasi per due terzi di terreno poi invasare le piantine pomodoro con un’inclinazione del fusto di 45 gradi a una distanza di almeno 12 centimetri l’una dall’altra: la pianta di pomodoro inizierà a crescere dritta verso l’alto nel giro di pochi giorni
Ricoprire con altro terreno fino a metà piantina e innaffiare assicurandosi che il terreno sia bene impregnato d’acqua
Dopo che la pianta ha raggiunto una certa altezza, inserire un supporto necessario per mantenerla in posizione verticale e tenere sollevati i rami con i frutti.

A partire dalla metà giugno i fiori si ingrosseranno fino a diventare succosi frutti maturi.

Indicazioni utili: durante il periodo di crescita è consigliabile togliere quelle foglie che crescono tra fusto e foglia per permettere alla pianta di concentrare le forze nella fruttificazione.

Come coltivare i pomodori in vaso, innaffiatura
Durante tutto il periodo della crescita della pianta è bene innaffiare il terreno due volte a settimana assicurandoci di non lasciar seccare la terra: non bagnare le foglie perché l’umidità favorisce le malattie fungine. Innaffiare sempre nelle ore più fresche preferibilmente dopo il tramonto.

Indicazioni importanti: per capire se la pianta necessita di più acqua basta osservare lo stato delle foglie, se sono dritte e di colore verde brillante si stanno innaffiando in modo corretto se invece sono raggrinzite o spente bisogna aumentare le dosi

Avere l’orto sul balcone di casa significa avere cibi sempre freschi senza dover temere la provenienza.

Pubblicato da Anna De Simone

Sempre più persone giungono al mio sito impiegando chiavi di ricerca del tipo “come spendere poco” o “come vivere con poco”. L’aspetto più importante del risparmio economico è rappresentato dal costo del cibo quindi l’autoproduzione di beni commestibili è essenziale per “vivere con poco”. Una bustina di semi di pomodoro costa 1 euro e da essa si possono ricavare decine di piantine che a loro volta produrranno decine di frutti ciascuna, se ben coltivate.
Fate così: riempite dei vasi di terra bella scura (ricca di humus) prelevata in campagna in luoghi umidi. In uno di essi seminate il contenuto della bustina e tenete innaffiato. Quanto le piantine sono alte  una decina di cm espiantatele e ripiantatele in altri vasi da una a tre per vaso, secondo la dimensione di questi ultimi. Ci sono varietà il cui fusto si autosotiene senza bisogno di tutore oppure busognrà aggiungere un bastone per ogni pianta a cui legarle affinchè non si affloscino.
Se volete fare colpo su qualcuno, asserendo che lo fate come hobby rilassante, potete ordinare via internet semi di varietà “sfiziose”: dalle forme stravaganti o dai colori inusuali tipo rosso scurissimo, violaceo, arancione, verde e giallo. Del resto, sembra che i primi pomodori che approdarono in Europa fossero di un colore giallo dorato da cui deriva il nome in italiano (“pomo d’oro”).

https://i2.wp.com/insalatamente.com/wp-content/uploads/2014/10/pomodori-vari-colori.jpg