Archive for marzo, 2016

4 marzo 2016

Paura al Sud: avvistati bambini dagli “occhi neri”

Chi sono questi strani bambini pallidi e dagli occhi neri che vorrebbero entrare in casa vostra  bussando alla porta e fissando attraverso le finestre? Perche’ chiedono di entrare all’interno delle abitazioni?
Dalle descrizioni fatte da molti testimoni,  un piccolo gruppo di bambini con gli occhi tutti-neri si avvicina ad un adulto che è solo in una macchina o in casa. I bambini, di solito due ragazzi di età compresa tra i 10 ei 13 anni, cercano di chiedere un passaggio a casa o di entrare nell’abitazione per andare in bagno o per telefonare. La loro pelle è pallida e pastosa di colore, descritta da alcuni come di plastica o di natura artificiale. I testimoni descrivono il loro abbigliamento come strano e squallido – blue jeans e una felpa vecchio stile. Fenomeni elettrici bizzarri si verificano quando sono in giro, come una porta del garage che inspiegabilmente si apre o lampadine dei lampioni che improvvisamente scoppiano.
Purtroppo si stanno verificando strani casi anche nel Sud Italia(leggi L’articolo) dove si registrano diversi avvistamenti e contatti con questi strani bambini dagli occhi neri. Ecco alcune drammatiche testimonianze:
 
1) Un avvocato di Reggio Calabria appena arrivato a casa, vide un ragazzo nell’uscio di casa sua che gli dice: “dovresti invitarmi dentro così mangio qualcosa e magari faccio una partita a Grand Theft Auto”. Ma il pitbull iniziò a ringhiare. Ma nel momento in cui il bambino alzò la testa e si scorsero gli occhi neri, il cane scappò e si nascose sotto il letto dell’avvocato per tre giorni senza mangiare e bere.
2)Pietro Quattrone si trovava nel parcheggio di fronte al suo palazzo a Messina zona Laboccetta, e la brace della sua sigaretta era molto visibile quella notte. Ben presto scoprì che non era solo. “Di notte, di solito esco fuori per fumare la mia sigaretta al mentolo; ebbene in quell’occasione avevo notato un bambino ” ha riferito Pietro.
Aveva notato il ragazzo che camminava a piedi lungo la strada dirigendosi verso di lui; La sua andatura era insolita. “Ho vissuto in questi edifici tutta la mia vita, e non ho mai visto questo ragazzo da nessuna parte”, ha detto Pietro. “Il ragazzo era apparso intorno alle 22.00 di sera e camminava lentamente, lungo la strada principale.”
“E ‘stato sufficiente lo spavento di quella notte che da allora ho smesso di uscire per fumare una sigaretta.”  Ma il ragazzo sembrava avere un particolare interesse per il signor Quattrone. Da quella notte Quattrone lo avrebbe visto notte dopo notte, mentre camminava lentamente su e giù per la strada fino a alle 03:00 del mattino. Alla fine Pietro Quattrone dimenticò il ragazzo e una notte uscì fuori a fumare la solita sigaretta. Quello che vide lo terrorizzò. “In piedi accanto alla mia porta c’era il ragazzo ritto in piedi che mi guardava, chiedendomi se potevo suonare all’interno dell’edificio. Il volto del ragazzo era coperto dalla sua felpa, che non ha impedito a Quattrone di vedere i suoi occhi che erano totalmente neri. Quattrone a questo punto disse al ragazzo che non poteva lasciarlo all’interno dell’edificio, per cui chiuse con cura la porta assicurandosi che fosse ben chiusa a chiave. “Ho avuto una opprimente sensazione di terrore assoluto nel mio corpo e scariche di diarrea incontrollate”, ha riferito Quattrone “Quella notte non ho dormito e, occasionalmente, guardavo fuori dalla mia finestra sperando di non vedere il ragazzo lungo la strada.”

Che cosa è esattamente questo fenomeno in crescita? Chi sono questi sinistri bambini dagli occhi neri? Sono esseri interdimensionali che si nutrono dell’energia  creata dalla paura che suscitano.? Sono essere ibridi alieni-umani?  Sono entità demoniache? ( http://notiziepericolose.blogspot.it/ )

Si tratta di un fenomeno crescente. Forse un tentativo degli extraterrestri di venire in contatto dialetticamente con la specie umana attraverso degli ibridi. Se vi capita di incontrarli, non fateli entrare in casa o salire in auto per nessun motivo, chiamate immediatamente la polizia. Dovrebbe bastare a farli svanire nel nulla nel giro di qualche secondo. Non escludo che il numero esorbitante di bambini clandestini fatti entrare dal governo italiano, serva a mascherare questo fatto.

4 marzo 2016

L’insostenibile leggerezza della NASA: bandiere e porte stagne che sventolano

Apollo 17 bandiera sventola sulla Luna
Non soltanto sventolava la bandiera a stelle e strisce sulla Luna, in completa assenza d’aria quasi 50 anni fa. Oggi, sulla ISS in orbita attorno la Terra, i portelli che danno sullo spazio, si dimenano. Sembrano fatti di cartapesta molle, eppure dovrebbero essere progettati per resistere alla fortissima spinta dell’atmosfera interna alla stazione spaziale verso il vuoto assoluto esterno.
NOTA: per chi è interessato ai miei libri venduti con Lulu, c’è una promozione con spedizione gratis:
http://us12.campaign-archive1.com/?u=da4388a6ab37eed54906d968e&id=06ba54cecd&e=32f831d398

3 marzo 2016

UFO disintegra missile lanciato per distruggerlo

Sembra la realizzazione di uno degli infiniti cartoni animati giapponesi di fantascienza.
Il filmato, risalente al 2008 e girato in Giappone, mostrerebbe il tentativo di abbattere un disco volante tramite un missile a lunga gittata. Come facilmente prevedibile, l’ordigno a razzo viene disintegrato a una certa distanza dal suo obbiettivo. Video vero o falso?

3 marzo 2016

Canali di Marte

Giovanni Virginio Schiaparelli fu un astronomo piemontese vissuto nell’’Ottocento. Fu anche uno storico della scienza, membro dell’Accademia dei Lincei e senatore del Regno d’Italia. Lavorò per quarant’anni presso l’Osservatorio di Brera a Milano che lo ebbe come vulcanico direttore.

Giovanni Virginio Schiaparelli (1835 - 1910)

Giovanni Virginio Schiaparelli

Egli è noto per i suoi studi sul pianeta Marte in particolare svolti durante la “grande opposizione” del 1877.
Marte dista mediamente da noi circa 99 milioni di km ma durante queste “grandi opposizioni” si avvicina “terribilmente”! Fino a meno di 56 milioni di km (“solo” 55,8 milioni di km nel recente 2003).
Durante la “grande opposizione” del 1877 Schiaparelli fece delle osservazioni sorprendenti sul pianeta rosso. Osservò dei mari e dei continenti ma in particolare una fitta rete di canali lineari che furono interpretati come opere “artificiali”. La sua scopata fu confermata da altri ma subito nacque anche il presunto equivoco, probabilmente predisposto ad arte, sul significato della parola “canale” in riferimento alla loro genesi. Il suo lavoro ispirò La guerra dei mondi di H. G. Wells.
Crescono di giorno in giorno, grazie alle immagini inviate dalle sonde, le evidenze di strutture e costruzioni artificiali localizzate sul pianeta Marte.
In particolare dei canali o meglio tunnel translucidi che sembrano adagiarsi in canyon o fratture della crosta marziana. Talvolta semisepolti dalle frequenti tempeste di sabbia.
In qualche caso appaiono interrotti da crolli. Sorretti da formazioni ad anelli trasversali disposti a distanza prefissata per sorreggerne la struttura.

Quancuno suggerisce che queste strutture servano o siano servite trasportare un liquido verso bacini a cielo aperto che raccolgono della sostanza allo stato liquido. Schiaparelli sostenne nel libro La vita sul pianeta Marte che, data l’assenza di piogge, questo è il modo per distribuire grandi quantità di liquido sul pianeta.

Che cosa sono?
Vestigia di antiche civiltà? Bizzarrie della geologia extraterrestre? Tracce di vita fossile?
O cos’altro? Immagini ripresa dalla MOC (Mars Orbiting Camera) a bordo del MGS (Mars Global Surveyor) mostrano oggetti ancora più stravaganti. Impressionante il “duomo” cioè una costruzione che sembra una sfera di circa 300 metri di diametro dentro un cratere. Questo “oggetto” assomiglia a tutto fuorché a una formazione “naturale”.

Una ricostruzione tridimensionale dell’immagine conferma l’impressione di artificialità di un edificio geodesico.

Chi può dimostrare la reale natura di queste formazioni marziane che appaiono in fotografie regolarmente reperibili sui siti NASA?
Perché non se ne discute apertamente nella comunità scientifica?

Di Virginio Schiaparelli si parla nel mio libro: CALEIDOSCOPIO MARTE.

3 marzo 2016

Dissonanza cognitiva: il controllo dell’anima

2 marzo 2016

Ringo Starr ammette che il vero Paul McCartney morì nel 1966

L'ex Beatle Ringo Starr Claims

Beverly Hills | L’ex batterista dei Beatles, Ringo Starr, ha sorpreso il mondo stamani durante un’intervista nella sua lussuosa residenza californiana, quando ha ammesso che le voci circolanti da 45 anni sulla presunta morte di Paul McCartney nel 1966 corrispondono al vero.
In un’intervista esclusiva rilasciata al Inquirer Hollywood, Starr ha spiegato che il “vero” Paul McCartney perì in un incidente stradale il 9 novembre 1966, dopo un litigio durante la sessione di registrazione dei Beatles.
Per risparmiare il dolore al pubblico, i Beatles lo ha sostituito con un uomo di nome William Shears Campbell, che è stato il vincitore di un concorso di sosia McCartney e chi è capitato di avere lo stesso tipo di personalità gioviale come Paul.

“Quando Paul morì, tutti noi fummo in preda al panico!”, Afferma Ringo, ovviamente molto emotivo. “Non sapevamo cosa fare, e Brian Epstein, il nostro manager,suggerì di assumere Billy Shears come una soluzione temporanea. Doveva durare solo una settimana o due, ma il tempo passava e nessuno sembrava accorgersene così abbiamo continuato a giocare insieme. Billy si è rivelato essere un buon musicista e lui era in grado di eseguire quasi meglio di Paul. L’unico problema era che non riusciva ad andare d’accordo con John, per niente. “

William Shears Campbell, meglio conosciuto come Billy Shears, “scomparve” davvero dopo il 1966 e nessuna sua traccia si trova dopo la presunta morte di Paul.

Piccolo giochino. Fotografie del 1966. Una è di  William Shears Campbell sosia dell’ex Beatles Paul McCartney. A colpo d’occhio, quale dei due uomini vi è più famigliare?

 Il signor Starr sostiene che il gruppo ha fatto inviare un sacco di messaggi nascosti nel corso degli anni per preparare la popolazione alla verità.
Egli afferma, in particolare, che l’intero Sgt. Album Lonely Hearts Club Band di Pepper era inondato con indizi Paul-è-morto (Paul is dad): i Beatles avevano infatti ufficialmente costituito una “nuova” formazione con un membro “immaginario” di nome Billy Shears, che per caso il nome effettivo del sostituto di Paul.

“Ci siamo sentiti in colpa per l’inganno”, ha aggiunto Ringo Starr. “Abbiamo voluto dire al mondo la verità, ma avevamo paura delle reazioni che avrebbe provocato. Abbiamo pensato che il tutto il pianeta stava per odiarci per tutte le bugie che abbiamo detto, quindi abbiamo tenuto disteso ma l’invio di sottili indizi per alleviare la nostra cousciousness. Quando le prime voci cominciarono ad affiorare finalmente su tutta la faccenda, ci siamo sentiti molto nervosi e iniziando a litigare fra di noi. A un certo punto, era troppo per John e decise di lasciare la band”.

Ringo Starr sostiene di avere finalmente deciso di dire la verità, perché aveva paura che stava per morire con lui. All’età di 74 anni, è l’unico membro sopravvissuto della famosa band oltre a Paul McCartney, e temeva la beffa non sarebbe mai stata rivelata.

Secondo Ringo Starr, la copertina dell’album Abbey Road è stato un messaggio nascosto al mondo, simbolo di un corteo funebre. John Lennon, vestito di bianco, simboleggia il sacerdote. Ringo Starr, vestito di nero, rappresenta il becchino. George Harrison, in jeans e camicia, simboleggia il seguito e McCartney, a piedi nudi e al passo con gli altri membri della band, simboleggia il cadavere.

Questa è una vecchia litania. Il ‘PID‘ (Paul is dead) fa da corollario a qualsiasi narrazione agiografia o meno riguardante i Beatles.

Paual McCartney in una immagine prima del novembre 1966

Paul McCartney in una immagine antecedente il novembre 1966. Se notate, ha un collo più corto e capelli più scuri.

https://yoy50.files.wordpress.com/2014/10/paul-mccartney-1966-false-paul-or-william-campbell-1967.jpg

1 marzo 2016

Renzi: altro regalo alle banche, possono espropriare la casa senza azione giudiziaria

Dopo il decreto ‘salva banche’, che ha espropriato 130.000 famiglie, ora il decreto legislativo sui finanziamenti ipotecari del ministro Maria Elena Boschi spiana la strada per espropriare le case dei legittimi proprietari in temporanee difficoltà economiche, agevolando le vendite forzose degli immobili da parte delle banche, senza passare per lo scrutinio di legittimità dei giudici.
Il decreto Boschi ha cancellato l’articolo 2744 del codice civile, che vieta il cosiddetto “patto commissorio” e cioè “il patto col quale si conviene che, in mancanza del pagamento del credito nel termine fissato, la proprietà della cosa ipotecata o data in pegno passi al creditore”,  annullando di fatto qualsiasi tutela alle famiglie.
Qualora il mutuatario sia in ritardo di sette rate, anche non consecutive, l’istituto di credito che ha erogato il finanziamento, ha facoltà di prendere direttamente possesso dell’immobile soggetto ad ipoteca, senza affrontare alcun iter giudiziario. ( http://www.articolotre.com/ )

Mi fa ridere la stupidità di questo articolo. Ovvio che Renzi sta facendo il lavoro di americanizzazione. Vi ricordate quando nel 2012 scrissi che lui era l’Obama bianco?
L’obbiettivo è di creare, come negli USA, orde di senzatetto buttati fuori casa con la forza esattamente come nella più “grande democrazia del mondo” come si ostinano a raccontarci gli esponenti di tutti i partiti italiani.
È pure un sistema per incrementare il disagio sociale e la criminalità in modo da giustificare la legalizzazione (quindi la vendita) di armi da fuoco. E ribadisco il mio sospetto che l’operazione salva-banche, con lo scippo dei risparmi a centinaia di migliaia di italiani, sia una forma di pressione per incrementare i consumi indebitando la popolazione. Sempre come oltreoceano.
Gli slogan insulsi che impiega Renzi (tipo “L’Italia è tornata“) sono locuzioni dall’inglese dato che tutto quello che fa (incluse le leggi con nomi rigorosamente in inglese) gli sono dettate da Washington. A me fa ridere la gente che non capisce tali banalità.

Articoli di approfondimento: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTUn piccolo naviglio e un’erma casetta –  Scappare dall’Italia rimanendo in Italia? Si può! –  Una bella casa indipendente a soli 7200 euro!Quanto costa fare un giardino? (Io dico niente)

ADDENDUM Ho già chiarito che la crisi delle banche è una bufala. Gli istituti di credito possono “creare” denaro dal nulla. Supponiamo che voi possiate stampare con la vostra stampante banconote da 100 euro assolutamente perfette, indistinguibili dalle vere tanto che nessuno si accorgerebbe della loro falsità. In tale ipotesi, voi avreste mai problemi di soldi?