Il complotto per assassinare Donald Trump

assassinio Trump

La storia sarebbe la seguente. Le élite dominanti o i poteri occulti, che dir si voglia, avrebbero in tutti i modi cercato di contrastare democraticamente l’ascesa di Trump. Ma ora sembra che, grazie all’appoggio popolare, egli sia destinato a divenire il candidato repubblicano per le elezioni presidenziali di novembre.
Sembra che l’estrema ratio per il potere sia quello di assassinarlo prima che divenga presidente.
Ciò riporta il sito Infowars gestito da Alex Jones che sappiamo essere un agente della CIA al pari di Snowden, Assange e altri finti “rivelatori” di verità incognite.
In realtà, l’operazione Trump è stata inscenata, a mio avviso, con due scopi alternativi:

  1.  Spingere troppo a destra in modo tale da fare vincere la Clinton (come programmato da sempre) a dispetto del fatto che ella sia invisa persino a molti elettori democratici.
  2. Generare sommosse e rivolgimenti sociali, instaurando la legge marziale, tali da rinviare/annullare la tornata elettorale mantenere in carica Obama. Anche questo è nei piani.

Non si può escludere a priori che un “evento” sia davvero in preparazione sempre nell’intento di procrastinare il mandato dell'”abbronzato”.
Per il resto, Trump mi sembra una “macchietta politica” tipo Berlusconi, uno che pensa di governare un intero stato come amministra la sua azienda.