Scafisti? Pagano il pizzo all’Isis

Anche la Libia ammette che tra i clandestini si infiltrano degli jihadisti. E quel che è peggio, i traghettatori di disperati non solo lo sanno, ma devono pure versare l’obolo al Califfato
L’Isis chiede il pizzo agli scafisti. Lo ha rivelato alla BBC, nel corso di un’intervista radiofonica, Abdul Basit Haroun, consigliere del governo libico di Tobruk che vanta frequentazioni tra i trafficanti di carne umana delle aree del Nord Africa controllate dai militari. È stato Haroun a confermare per primo ciò che molti in Italia sospettavano e che ora viene infine detto senza remore, che cioè i terroristi dell’Isis raggiungono il nostro Paese mescolati tra i migranti. Una rivelazione mal digerita da Alfano e da una parte della politica italiana, quella sempre pronta ad allargare le braccia ai clandestini; quest’ultima ha negato l’eventualità ed ha addirittura ipotizzato che la confessione sia in realtà un tatticismo del governo di Torbuk, internazionalmente riconosciuto, per danneggiare i rivali islamisti del governo parallelo di Tripoli. ( http://www.ilpopulista.it/ )

Altra notizia completamente inventata. E come tutte, ha origine dagli angloamericani, in questo caso la BBC. Gli scafisti sono protetti (e sicuramente finanziati) dalla CIA e dal MI5.
Ai clandestini che ci inviano da rieducare e curare, a spese nostre, regalano l’Iphone e un paio di scarpe Nike (tramite le ONG di Soros). Non vorrete mica che quei ragazzi approdino in Europa scalzi? Si vergognerebbero di fronte ai loro coetanei “più fortunati”.
Gli scafisti godono della più completa impunità, non vengono mai arrestati e, nei rari casi, non vengono mai condannati. Li trasformano in eroi!
Isis (Iside) è una creazione degli americani tramite McCain per riempire il vecchio continente con milioni di arabi e neri per creare la società multirazziale, americanizzata, iperconsumista. Ve lo avrò scritto mille volte. Anche i terroristi dei presunti attentati in Europa, ci dicono, provengono dal deserto profondo però parlano tutti inglese, conoscono i social network meglio di Zuckerberg e calzano scarpe Nike. Tutte multinazionali a stelle e strisce. Ricordate quando il governo Monti regalò decine di miglia di Ipad ai professori meridionali? Soldi nostri finiti nelle tasche di Apple (senza bando pubblico).
http://www.bergamonews.it/2012/09/12/il-ministro-profumoun-ipad-per-ogniinsegnante-del-sud/164684/
Tutti i tagli della legge Fornero e agli ospedali servono a finanziare mantenimento e sanità gratuita agli extracomunitari. Dimostrato dal fatto che, per il resto, il costo dello stato incrementa.
Non vorrete mica che vadano ad appestare i McDonalds? Pensate quanti giovani italiani muoiono di meningite portata involontariamente da questi qua provenienti dagli stati dell’Africa subsahariana dove il meningococco C è endemico. Ma per i ministero della sanità nostrano, ciò rientra nella normale casistica.
La menzogna è pure endemica nei rantolii dell’Italia terminale.

PS Mi sorprende che personaggi intelligenti quali Gianni Lannes cadano nel trabocchetto di notizie bufala tipo ‘la droga nel Po’ o questa: http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2016/05/il-dna-degli-antichi-europei-viene-dal.html#more

Foto di scena

Foto di scena