Archive for maggio 20th, 2016

20 maggio 2016

Generale americano allude a un conflitto contro gli “omini verdi”

In un video del 21 aprile scorso, il capo dello staff dell’esercito USA generale Mark Milley, ha tenuto un discorso alla Università Norwich. Esso è il più vecchio college militare americano e ha sede nel Vermont.
Ha detto, fra l’altro: “Avrete a che fare con terroristi, avrete a che fare con eserciti ibridi, avrete a che fare con omini verdi, avrete a che fare con tribù, state per avere a che fare con tutto ciò e avrete a che fare con ciò nel medesimo tempo.” (“You’ll be dealing with terrorists, you’ll be dealing with hybrid armies, you’ll be dealing with little green men, you’ll be dealing with tribes, you’re going to be dealing with it all, and you’re going to be dealing with it simultaneously,”)
Secondo il giornale dell’esercito The Army Times, tuttavia, gli alti gradi militari avrebbero ridimensionato ogni riferimento a battaglie contro alieni o guerre intergalattiche.
Di solito, hanno chiarito “omini verdi”, in gergo militare USA, viene riferito a truppe paramilitari o milizie vestite di verde.
Un amico mi segnala prontamente che “Omini Verdi” è anche un’espressione gergale con cui, più volte, sono state identificate le truppe speciali russe, operanti in maniera “coperta” in Crimea e successivamente in Siria e verosimilmente altrove.
Non significa, quindi, combattere contro soldati provenienti dallo spazio profondo, è stato precisato.
Però, lo strano riferimento agli extraterrestri e una possibile minaccia cosmica lascia perplessi.

20 maggio 2016

Aereo EgyptAir: 50 minuti di inspiegabile silenzio prima della scomparsa dai radar

LaPresse/Reuters (Courtesy Flightradar24.com)

Esiste un ‘buco’ di 50 minuti tra l’ultima comunicazione del volo MS804 dell’EgyptAir con la torre di controllo greca e la sua scomparsa dal radar alle 03:39 ora locale: lo riferisce il reporter della Bbc Richard Westcott, spiegando che i controllori del traffico aereo di Atene hanno avuto una normale comunicazione con il pilota alle 02:48. Quaranta minuti dopo, alle 03:27, hanno provato più volte a ristabilire il contatto con il velivolo, ma le chiamate sono rimaste senza risposta e il segnale radar è stato perso 10 minuti dopo, alle 03:39. ( http://www.meteoweb.eu/ )

Per me, è una manovra contro la Francia, per farle approvare lo Steve Jobs Act e per fare entrare ancora più clandestini.
Il velivolo potrebbe essere stato abbattuto dalla CIA ma io penso che sia stato fatto atterrare in una base americana in Macedonia o Grecia. Due stati, ormai privi di frontiere e di ogni controllo del proprio spazio aereo in cui in pochi mesi sono stati fatti entrare più immigrati clandestini dei residenti locali.
Spiegai anni fa che queste “destrutturazioni” di stati (dall’Iraq alla Libia) servono alla CIA per potere fare quello che vuole (travestita da ONG) senza che nessun “ente locale” possa porsi d’intralcio.
È già così anche per l’Italietta marocchina.
Poi volevo dire, gente come Tommix e Marcianò dovrebbero rendersi conto che i tracciati forniti da siti tipo FlightRadar24 possono essere fasulli. L’intera rete internet è stata concepita per falsare la realtà. È stato abbondantemente dimostrato, ad esempio, che i dati forniti dai siti che seguono la ISS (Stazione Spaziale Internazionale) sono posticci. Non solo poichè la ISS semplicemente non esiste, ma per il fatto che differenti siti che tracciano la stazione in tempo reale forniscono posizioni contrastanti.