I satelliti GPS non esistono!

Copertura GPS

Secondo la teoria della Terra Piatta, i satelliti orbitanti non possono essere reali. Diverse prove hanno dimostrato che gli identificativi, azimut ed elevazione dei satelliti nei dispositivi GPS sono posticci. In realtà il GPS è basato su triangolazioni di torri a terra. Dove stanno queste torri? Dentro le basi militari degli Stati Uniti che si trovano quasi ovunque nel mondo. Il Global Positioning System è infatti una rete controllata dal Pentagono.
Sarebbe costituito da una settantina di satelliti orbitanti a 20 mila chilometri di altezza. Stando alla narrazione, occorre “vedere” almeno 4 satelliti per ottenere la posizione tridimensionale (latitudine, longitudine, altitudine), e tre satelliti per le coordinate piane.
Sarà una coincidenza, ma nei paesi dove non ci sono basi americane il GPS non funziona bene.
Una stranezza considerando che i satelliti dovrebbero essere “visibili” in ogni punto del globo.
Ora, si può argomentare che gli USA non intendano “regalare” l’uso di un loro apparato militare a potenziali nemici.
Può darsi.
Si tratta di una palese contraddizione, tuttavia. Osservando la mappa della copertura territoriale, si evince che essa è simile a quella dei telefoni cellulari satellitari e non. Il GPS funziona solo vicino alle terre emerse e alle isole maggiori dove sono ubicate le antenne terrestri: La beffa dei telefoni satellitari