Le città Alfa

Elezioni, Centrodestra diviso anche a Napoli e Bologna.
ESCLUSIVO – Non solo Roma e Torino. Le strade di Lega-Fratelli d’Italia e Forza Italia si dividono anche a Napoli e Bologna. Ecco tutti i nomi dei candidati del duo Salvini-Meloni e quelli di Berlusconi. ( http://www.affaritaliani.it/ )

La strategia della massoneria muta rimanendo uguale a sé stessa. Un ossimoro, in apparenza.
Alle imminenti elezioni amministrative, Berlusconi e Renzi si sono messi d’accordo per fare vincere sindaci massoni tipo Fassino a Torino e Parisi a Milano. L’ex cav (affiliato alla P2) ha fatto in modo di dividere il centrodestra ovunque, a partire dall’Urbe, in cui perfino i polli hanno capito che “deve” vincere la grillina.
Negli anni ’70 i poteri occulti, rappresentati politicamente sopratutto da Radicali e Comunisti (dei massoni Pannella e Berlinguer), fecero leva sulle fasce deboli, classe operaia e pensionati, per fare passare “democraticamente” aborto, divorzio cavalcando l’europeismo. Oggigiorno, si nota con evidenza come sia alla Chiesa Cattolica istituzionale, sia ai partiti radical-comunisti degli operai e pensionati non importi più nulla. Sono stati strumentalizzati.
Le metropoli devono divenire città Alfa in cui la maggior parte dei residenti è di origine immigrata, la lingua comune è l’inglese “globish” e le religioni sono mescolate, annientate alla fine. Come l’antica Babilonia, dove chiunque può essere chi vuole e fare ciò che vuole, o no?
https://en.wikipedia.org/wiki/Global_city
NB La mia non intende essere una “indicazione di voto”, solo una costatazione.