Archive for giugno 7th, 2016

7 giugno 2016

L’Europa invecchia troppo velocemente

Accogliere migranti, siano essi profughi o meno, significa per il Vecchio Continente farsi un’assicurazione sui problemi economici futuri
L’Europa è un paese che sta invecchiando velocemente. Il numero di anziani, pensionati che hanno bisogno di assistenza e recepiscono una pensione sta crescendo velocemente rispetto al numero dei giovani che entrano nel mondo del lavoro e pagano per il loro mantenimento. L’immigrazione è fatta di persone giovani, pronte a lavorare, a portare nel Paese di destinazione molto più valore aggiunto dal punto di vista economico di quanto non ricevano in termini di assistenza. Accogliere migranti, siano essi profughi o meno, significa per la vecchia Europa farsi un’assicurazione sui problemi economici futuri.

Secondo un rapporto della Commissione Europea sull’invecchiamento “l’indice di dipendenza degli anziani (persone di 65 anni o superiori rispetto a quelli di età compresa tra 15-64 anni) è previsto in aumento dal quasi 28% oggi a più del 50% nella Ue nel 2060. l’Unione europea passerà da avere quattro persone in età lavorativa per ogni persona di età superiore ai 65 anni a circa due persone in età lavorativa per ogni anziano, se non meno. L’invecchiamento della popolazione costituisce una sfida per le finanze pubbliche dell’Ue. L’impatto fiscale dell’invecchiamento è previsto essere alto nella maggior parte degli Stati membri, soprattutto per la Germania, con effetti che diventeranno sempre più evidenti già nel corso del prossimo decennio. La variazione della spesa pubblica legata all’età (pensioni, assistenza sanitaria, assistenza a lungo termine ed educazione) è prevista – secondo il rapporto – in aumento di quasi 2 punti percentuali del PIL tra il 2013 e il 2060.
Secondo i dati europei, la percentuale di italiani che lavora è pari al 67% della popolazione, mentre tra i migranti la percentuale è del 72%. I dati di tutti gli altri Paesi europei, Germania in testa, dimostrano invece che i migranti sono ben lungi dall’avere percentuali di occupazione come quelle dell’Italia. In Germania sono trenta punti al di sotto della percentuale di occupazione dei tedeschi. Allora tanto di cappello alla Germania? Che impiega risorse qualificate e coinvolge le migliori società di consulenza per sviluppare piani strategici, mentre l’Italia si affida sempre ai soliti intrallazzoni o alle vecchie cariatidi stra-rinvigorite dal “finto rottamatore”.
In Italia si impiegano i migranti principalmente nel settore agricolo, dove l’Italia mostra il peggio di sé con la pratica del caporalato o nell’assistenza agli anziani dove prevale la presenza di donne straniere. L’Italia che non promette più un futuro ai giovani, che snobba le professionalità di eccellenza ma che è sempre pronta a fare della finta accoglienza il suo vessillo. Italia dove, al contrario della egoista Germania, si finge altruista e fa prosperare le mafie, i faccendieri. E viene derisa dalla Comunità Internazionale. ( http://www.ilpopulista.it/ )

È tutto controllato. Il Populista, testata online codiretta da Matteo Salvini, scrive le stesse cose del Manifesto e del Sole 24 ore.
Le motivazioni addotte da l’autore che si nasconde dietro uno pseudonimo sono a dir poco discutibili. Prima di tutto, l’invecchiamento della popolazione riguarda solo i paesi latini comunistizzati e radicalizzati dove le donne sono state indottrinate a odiare la maternità. Nei paesi nordici e in Germania, di figli se ne fanno ancora anche perchè il diritto alla maternità è tutelato dallo stato.
Poi, scontiamo le campagne forsennate degli anni ’70 e ’80 in favore di aborto e contraccezione, incluse campagne terroristiche che facevano passare la maternità come una malattia.
Che la percentuale di immigrati che lavora sia più alta degli autoctoni, riportata nel pezzo, è un falso storico. Tenendo conto dei detenuti, in massima parte stranieri, lavoratori irregolari e marea di minori nelle scuole di ogni ordine e grado, il costo dell’immigrazione è largamente superiore ai benefici. La stessa legge Fornero è stata concepita per togliere agli italiani e dare agli stranieri. Lo si potrebbe dimostrare contabilmente dato che gli altri capitoli di spesa dello stato sono rimasti immutati col debito pubblico che è incessantemente aumentato.
A onor del vero, devo ammettere un fatto: vari stranieri, non capendo che l’Italia è uno stato finto, finiscono per essere più vessati degli italiani abituati all’andazzo.
Il fine è esoterico dell’immigrazione.
Mescolare le razze e le religioni. Spuntano un po’ ovunque misteriose “associazioni islamiche” che richiedono edifici delle province e dei piccoli tribunali in via di dismissione, per farne moschee. Guardacaso le infrastrutture locali che Renzi e Grillo si sono premurati di abolire “perchè ci sono gli sprechi”. Finiranno regalate ai musulmani mentre per gli italiani ci sono solo tasse e privazioni.
Ai poteri occulti dei “migranti” non importa un fico secco, importa unicamente creare il cittadino globale americanizzato dedito al consumo di droga, sigarette e gingilli hi-tech.
Magari poi questi voteranno per i partiti “populisti”.
La cosa interessante di questa fase storica è la più facile presa di coscienza di come anche il populismo sia gestito dal sistema. Di più, pure che il complottismo di internet è organico ai poteri occulti. Certe epiche battaglie tra debunkers e complottisti, su alcuni argomenti quantomeno, sono sempre state fasulle e tese unicamente a controllare il popolino intanto che paga le tasse, consuma benzina e compra l’ultimo Iphone. Non faccio esempi dato che non voglio sprecare tempo a farmi dei nemici, ma pensateci bene. Capito ragazzi?
ADDENDUM Come previsto i poteri forti hanno fatto eleggere una massona a Milano (Fratelli Musulmani) in funzione esclusivamente anticristiana e antiebraica: http://www.ilpopulista.it/news/7-Giugno-2016/1710/Se-dovesse-vincere-Sala–la.html Un partito abortista, divorzista, femminista, pro-pedofilia (leggere G. Lannes) non può candidare una vera islamica, o no?

Annunci
7 giugno 2016

L’incidente di Buonanno è stato inscenato

La compagna di Buonanno «Dormivo, non mi sono accorta di nulla»
Migliorano le condizioni della donna che viaggiava sull’auto dell’europarlamentare morto nell’incidente

«Ero addormentata, non mi sono accorta di nulla”: è quanto ha riferito la compagna dell’eurodeputato della Lega Nord Gianluca Buonanno, morto domenica scorsa in un incidente stradale sull’autostrada Pedemontana, agli agenti della Polstrada che l’hanno ascoltata per ricostruire la dinamica. Il politico del Carroccio, al volante della sua auto, forse a causa di un malore ha sbandato all’improvviso e ha tamponato un’auto che era ferma in corsia d’emergenza per un guasto.
Migliorano intanto le condizioni della compagna, che si trovava sul sedile del passeggero: ha riportato alcune contusioni ed è ricoverata all’ospedale di Busto Arsizio con una trentina di giorni di prognosi. Non sono gravi neppure le condizioni dell’uomo che si trovava a bordo dell’auto tamponata, mentre sono rimasti illesi i due passeggeri inglesi che al momento dell’impatto erano all’esterno della vettura. La Procura di Busto Arsizio ha disposto l’autopsia sul cadavere di Buonanno. ( http://www.laprovinciadilecco.it/ )

Ci sarebbe da sbellicarsi dalle risate.
Ditemelo voi. Quante volte vi avrò scritto che dietro questi strani fatti ci sono sempre coinvolti degli angloamericani?
Stavolta ci sono di mezzo due misteriosi “passeggeri inglesi”. Identicamente ai terroristi di Isis che parlano con accento oxfordiano, lo strano “Mason” che è sopravvissuto, rimanendo ferito, praticamente a tutti i gli attacchi “islamici”. Essendo “casualmente” presente lo stesso giorno, alla stessa ora e nello stesso luogo degli attentati di Boston, Parigi e Bruxxelles. Un primato di sfiga decisamente imbattibile!
Ritornando all’incidente di Buonanno, come mai non ci sono immagini dell’auto tamponata dal maggiolino guidato dall’europarlamentare?
La “compagna” dormiva? Alle 5 del pomeriggio?
Quale guasto aveva subito l’auto ferma sulla Pedemntana e tamponata da Buonanno?
La macchina “ha sbandato all’improvviso”, perché?
Osservando l’immagine della macchina, l’abitacolo sembra intatto. Io di macchine veramente incidentate ne ho viste dal mio carrozziere, l’abitacolo era in ben altre condizioni.
Ci troviamo di fronte a un’esecuzione, il giorno delle elezioni, da parte degli europeisti come monito verso gli euroscettici? O si tratta di un altro caso Solesin?

La compagna di Buonanno «Dormivo, non mi sono accorta di nulla»

7 giugno 2016

Chirurgia aliena


Se usiamo il termine “clonazione”, il pensiero corre subito alla pecora Dolly, agli animali “duplicati” in questi ultimi decenni. Eppure la clonazione potrebbe essere una tecnica ben più antica di quanto si pensi: Enki ed altri “dei” furono ingegneri genetici, come lasciano supporre alcuni cenni all’interno di testi vergati in un lontano passato o simboli quali il serpente ed il caduceo? L’ingegneria genetica fu finalizzata presumibilmente alla selezione di una specie dominabile (Z. Sitchin, B. Russo et al.): gli antropologi l’hanno definita Homo sapiens sapiens, ma essa non sa chi fossero e siano i manipolatori.
Sempre più spesso ci imbattiamo in cloni o presunti tali: attori, “politici”, cantanti, pseudo-informatori (si pensi ad Alex Jones) paiono avere delle copie. Alcuni “muoiono” e “rinascono” (David Bowie), altri si riciclano in nuovi involucri, in nuove identità con vecchie sembianze.
Clonazioni ed ibridazioni: creature cross over, un po’ umane, un po’ aliene dalle fattezze stranite e stranianti. Come nella celeberrima pellicola “L’invasione degli ultracorpi” (“Invasion of the body snatchers”, 1956 ) per la regia di Don Siegel e tratto dall’omonimo romanzo di Jack Finney (1911-1995), l’invasione è in realtà una lenta e letale infiltrazione: avviene in maniera impercettibile. L’agenda aliena include la creazione di ibridi e le mutilazioni sia animali sia umane che non sono peculiari dei nostri tempi, sebbene le escissioni di organi ed i dissanguamenti si siano ultimamente moltiplicati. Inoltre non sono più soltanto vacche e cavalli ad essere vittime di questa chirurgia aliena, ma sempre più spesso cani, gatti, conigli, volpi, volatili: nei dintorni di Londra (Croydon, West Norwood) sono stati segnalati gatti cui sono stati asportati gli organi interni; eravamo semmai abituati ad aver notizia di capi di bestiame “operati” da chirurghi allotri negli assolati e desolati pascoli del Midwest. La minaccia è sempre più vicina, sin quasi sulla soglia di casa.
William M. Tompkins, ingegnere aerospaziale in pensione ed autore del saggio-autobiografia “Selected by extraterrestrials: my life in the top secret world of U.F.O.s, think-tanks and Nordic secretaries”, 2015, sostiene che i cosiddetti Nordici, alti, aitanti e biondi ed i Draconiani (alias Rettiliani) non solo cooperarono prima e durante la Seconda guerra mondiale con il Terzo Reich, ma che essi stessi sono talora ibridati: ecco perché alcuni Nordici hanno gli occhi con la pupilla verticale. Stando a Tompkins, un conflitto tra extraterrestri per il controllo del sistema solare e non solo, fu combattuto per mezzo degli uomini. Divide et impera.
Ancora oggi agiscono dietro le quinte i soliti manipolatori, quelli che trasmisero conoscenze e tecnologie alla Germania nazional-socialista per poi passare a sostenere gli Stati Uniti, falsi rivali del Terzo Reich. Oggi l’adulterazione psicologica è perpetrata attraverso la retorica delle “democrazie”, quella biologica mediante la bioingegneria aerea: è evidente lo scopo di degradare (altro che evoluzione!) l’umanità, di rimpiazzarla con cloni, automi ed innestati. Il Transumanesimo è la progressiva transizione verso il trapasso della psiche.
Le razze coinvolte in questi progetti sono probabilmente parecchie e gli obiettivi, vista tale premessa, disparati: si va dall’uso di ormoni per la produzioni di copie al tentativo di intaccare (o staccare?) la coscienza, dall’interfacciamento uomo-macchina all’agguato post-mortem, dal continuo aggiornamento di tecnologie hard al tentativo di intervenire sullo spazio-tempo, sull’essenza stessa del cosmo. E’ tutto un brulichio di Insetti, demoni, men in black, repliche, esseri bionici, falsi Messia (William?).
Scenari sinistri, spesso sotterranei, gremiti di gallerie, ascensori, laboratori, cilindri per imprigionare e duplicare corpi e menti. Sub divo involucri atti ad imprigionare anime che non sanno di esserlo. ( http://zret.blogspot.it/ )

Articoli di approfondimento: Mamma di due bambini ibridi alieniGineceo alieno: donne impiegate come fattrici di bimbi ibridi