I genitori di Christy McAuliffe ridono dopo l’esplosione del Challenger

Lo Space Shuttle Challenger esplose 73 secondi dopo il lancio il 28 gennaio 1986. Molti ricordano la trentasettenne maestrina del New Hampshire Sharon Christa McAuliffe che perì assieme agli altri 6 membri dell’equipaggio. Stranamente, filmati mostrano i genitori di lei, presenti a Cape Canaveral al momento del lancio, che se la ridono dopo l’improvvisa terrificante esplosione in cielo.
Una risata isterica?
Oppure sapevano che la loro figlia non era a bordo dato che tutto il programma Shuttle è stato una finzione?
Secondo alcuni ricercatori, infatti, le navette spaziali partivano con nessuno a bordo e non raggiungevano lo spazio, venivano fatte inabissare in un punto remoto dell’oceano.
Esiste una professoressa Sharon McAuliffe che viene additata essere l’insegnante astronauta tuttora viva e vegeta.
Giudicate voi dalle immagini.
https://pianetax.wordpress.com/2015/09/28/christy-mcauliffe-rediviva-impossibile-ma/