Archive for luglio 4th, 2016

4 luglio 2016

Forza di Coriolis è un inganno scolastico?

La forza di Coriolis, dal nome del fisico francese Gaspard Coriolis (1792-1843), è una forza fittizia alla quale è soggetto un corpo che si muove entro un sistema in rotazione. Questa forza apparente è legata all’accelerazione dell’oggetto provocata dalla rotazione.
Ad esempio, se si procede a tracciare una linea retta verso il centro di una ruota ferma che poi inizia a girare, un osservatore solidale con la ruota e non a conoscenza della rotazione ne avverte l’effetto come quello di una forza laterale che devia la linea mentre viene tracciata. Questo effetto si ritrova su vasta scala nel movimento dei venti e delle correnti oceaniche associato alla rotazione della Terra. Ha notevole importanza in meteorologia, essendo la causa della circolazione ciclonica antioraria che si osserva nell’emisfero boreale attorno alle zone di bassa pressione e del corrispondente movimento orario nell’emisfero australe.  In fisica questo effetto è un esempio della conservazione del momento angolare. Un oggetto che si muova senza che su di esso agiscano forze esterne deve muoversi in modo che il suo momento angolare resti costante. Se un corpo in rotazione attorno al proprio asse modifica la distribuzione della propria massa facendola avvicinare all’asse di rotazione, la sua velocità angolare deve aumentare, come avviene quando un pattinatore che sta girando su se stesso avvicina le braccia al corpo. Analogamente, il moto di un vento che soffia in direzione nord nell’emisfero boreale riduce la distanza della massa d’aria dall’asse di rotazione terrestre; quindi la sua velocità angolare aumenta e si ha una deviazione verso est. Anche per le traiettorie dei missili e dei satelliti si deve tenere conto di questo effetto, sebbene di solito il loro moto sia dominato dall’effetto della forza di gravità.
In verità, è dimostrabile che il verso di rotazione dell’acqua nei lavandini è casuale, seguendo la forma del bacino in cui si trova, non per la rotazione terrestre. Il filmato tenderebbe a dimostrare che all’equatore l’acqua non gira bilanciandosi forze opposte. Si tratta però di una attrazione turistica impiegando una bacinella rettangolare ostacolante la rotazione del liquido.

4 luglio 2016

Missioni Apollo e fotografie delle stelle

Un filmato che cerca di smontare la banalità che la mancanza di stelle nelle immagini sia una prova della beffa. Si parla delle 200 immagini scattate durante l’Apollo 16, a raggi ultravioletti però. Durante le orbite intorno la Luna, nel suo cono d’ombra, gli astronauti avrebbero potuto scattare miriadi di “normali” fotografie nelle spettro visibile utilizzando la giusta esposizione. Ciò non è mai accaduto. Basta questa considerazione a giustificare il sospetto che la conquista della Luna sia rimasta solo sulla carta.

4 luglio 2016

Nemici fasulli

C’è ancora qualche rincoglionito in giro che crede gli americani siano andati certamente sulla Luna, altrimenti i russi li avrebbero sbugiardati. La realtà è che l’antagonismo Est-Ovest, la “guerra fredda” sono stati una messa in scena per il “divide et impera”. Oggi impegnati nella escalation di un terzo conflitto mondiale che porterà morte e disperazione. Quelle sì, reali.