Germania, attacco treno, ministro: no legami tra assalitore e Isis

Roma, 19 lug. (askanews) – Il ministro degli Interni bavarese Joachim Herrmann ha affermato che al momento non esiste “il minimo indizio” che colleghi allo Stato islamico il rifugiato afgano 17enne che ieri ha attaccato a colpi d’ascia i passeggeri di un treno. Nell’attacco, avvenuto ieri sera su un treno regionale della Baviera, sono rimasti feriti 5 passeggeri, di cui quattro in modo grave, tutti appartenenti a una stessa famiglia di Hong Kong in vacanza in Germania. Il ragazzo è stato poi abbattuto dalla polizia. L’Isis ha rivendicato il gesto di un suo “combattente”. ( http://tendenzeonline.info/ )

Notizia completamente inventata, atta a spaventare la gente che impiega i mezzi pubblici. Dietro ci sono i petrolieri come vi scrivo da anni. A questo punto, sospetto anche l’incidente della Puglia abbia avuto una funzione di manipolazione mentale. Nessuna persona sana di mente può pensare esista veramente una organizzazione terroristica così potente da produrre centinaia di morti, ormai settimanalmente, dagli USA all’Europa Occidentale, alla Turchia. Guarda caso, i paesi NATO coinvolti nella generazione del super-stato europeo. Guarda caso, questi “rifugiati” provengono da stati terzomondiali destabilizzati dagli USA, al prezzo talora di milioni di morti, per americanizzare loro e noi.