Archive for agosto 29th, 2016

29 agosto 2016

Coperchio piatto sulla pentola vegana

Sembra che un’altra star del firmamento (è il caso di dirlo) dello star system sia fautrice della terra piatta. Tim Shieff è un grosso nome del veganismo e ha sorpreso tutti in una intervista rilasciata a Londra introducendo il tema della Terra piatta.
Ha parlato di una cosa che ci sembra a tal punto assurda ma è scientificamente un’ovvietà Per immettersi in orbita, per dirla in soldoni, un razzo dovrebbe raggiungere la stratosferica, letteralmente, velocità di 8 km/s ma succede una cosa buffa. Sembra che nelle specifiche di nessun missile mai esistito e prodotto ci sia che il vettore possa superare i 5 km/s. Quindi nessun veicolo sarebbe sufficientemente veloce da immettersi in orbita. Da sempre. Detto a margine, è ciò che sosteneva Bill Kaysing. I razzi sono una trappola mortale, la combustione chimica è un fenomeno talmente violento che i missili tendono ad esplodere a mezz’aria se non direttamente sulla rampa di lancio in fase di accensione.
Quanto al veganismo, ribadisco la mia opinione, che potrà non piacere a qualcuno. Si tratta di una delle tante manipolazioni della massoneria onde imporre il cibo globale col pretesto di togliere i piatti a base di carne presenti, in particolare, nelle mense scolastiche ormai totalmente multirazziali e americanizzare.
La prova è che l'”animalismo” è sostenuto da movimenti abortisti ma filo-islamici in nome della “libertà di religione”. A sua volta evocata questa per “sdoganare” il satanismo (detto senza mezzi termini) e consente anche la macellazione islamica che,  di certo, “vegana” non è.
Fa tutto parte del piano diabolico di retrocessione dell’essere umano a status animalesco in dispregio della creazione divina.
Ciò non implica che uno non debba essere vegetariano, se lo desidera, intendo essere chiaro su questo punto.
ADDENDUM Dopo i 300 morti fatti dagli USA, gli uomini politici italiani si scoprono tutti ‘renziani’.’Salvini: “Collaboriamo con Renzi ma Tronca commissario” Ve lo scrissi a poche ore dal disastro che il sisma è stato causato per rafforzare Renzi.
Difatti: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/migranti-6500-soccorsi-mare-solo-giorno-1300684.html

Annunci
29 agosto 2016

I fiumi fossili di Marte

Una vista prospettica di Aram Dorsum, uno dei siti candidati per l'atterraggio della missione ExoMars.

Una vista prospettica di Aram Dorsum, uno dei siti candidati per l’atterraggio della missione ExoMars. Crediti: NASA/JPL/MSSS
 Una rete di alvei fossili è stata scoperta in un’antica regione di Marte, a sostegno dell’idea che 4 miliardi di anni fa il pianeta doveva essere un luogo accogliente, caldo ed umido.
Lo studio, condotto dalla University College London, ha individuato oltre 17 mila chilometri di una rete di canali ormai asciutta, in Arabia Terra.
“I modelli climatici per Marte primordiale prevedono piogge su Arabia Terra ma finora vi erano poche prove geologiche a sostegno di questa teoria. Ciò ha portato alcuni a credere che Marte non sia mai stato caldo e umido ma piuttosto coperto di ghiacci. Ora abbiamo trovato le prove di vasti sistemi fluviali”, ha spiegato l’autore, Joel Davis.
Il team ha esaminato le immagini riprese dalla sonda della NASA Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) con una risoluzione di sei metri per pixel di un’area estesa quasi come il Brasile.
Le caratteristiche riscontrate provano la presenza di alvei fossilizzati, chiaramente visibili come “canali invertiti“, cioè canali in cui la topografia ha invertito la sua elevazione. Questo di verifica quando alcune zone vengono riempite da lava o sedimenti che induriscono rimanedo più resistenti all’erosione rispetto al materiale circostante.
I canali invertiti sono simili ad altri individuati su Marte o a quelli presenti sulla Terra. Sono formati da sabbia e ghiaia depositata a seguito del prosciugamento dei fiumi.
Un canale invertito sulla Terra, nello Utah.
Un canale invertito sulla Terra, nello Utah.
Crediti: Rebecca Williams
“Le reti di canali invertiti in Arabia Terra sono circa 30 metri di altezza e fino a 1-2 chilometri di larghezza il che significa che potrebbero essere i resti di grandi fiumi che scorrevano miliardi di anni fa. Arabia Terra è essenzialmente un enorme pianura alluvionale al confine con gli altopiani e le pianure di Marte. Pensiamo che i fiumi erano attivi 3,9-3,7 miliardi di anni fa, asciuganosi poco dopo, sepolti e protetti rapidamente per miliardi di anni, conservando potenzialmente gli antichi materiali biologici presenti”, ha aggiunto Davis.
“Queste antiche pianure alluvionali marziane sarebbe luoghi da esplorare per la ricerca di prove di vita passata. In effetti, uno di questi canali invertiti, chiamato Aram Dorsum è un sito candidato per l’atterraggio del rover della missione ExoMars che l’Agenzia Spaziale Europa lancerà nel 2020“, ha concluso Dr Matthew Balme, co-autore del documento. ( http://aliveuniverse.today/ )
29 agosto 2016

Cina cerca di installare una base radar abitabile sulla Luna

Il programma spaziale cinese ha istruito i suoi scienziati a prendere in considerazione l’installazione di una stazione radar sulla luna abitata. Lo studio è iniziato a metà di quest’anno con un finanziamento di $ 2,4 milioni, il South China Morning Post ha riferito.
Guo Huadong, un esperto dell’Accademia cinese delle Scienze, ha detto che “la luna, intesa come una piattaforma per l’osservazione della Terra, offre numerosi vantaggi rispetto via satellite o una stazione spaziale in quanto è più stabile e ha una durata illimitata.”
>> La Cina lancerà il suo primo modulo principale per la stazione spaziale
Allo stesso modo, gli scienziati avvertono che una stazione radar di questo tipo richiederebbe una quantità enorme di energia, quindi sarebbe necessario costruire un energia solare o nucleare nel suolo lunare.
Lo studio solleva anche l’idea di installare un’antenna radar fino a 50 metri di altezza, in grado di monitorare le aree che i satelliti esistenti grande pianeta terra, secondo i ricercatori.
>> Quantum Satellite Cina ha inviato il suo primo dati
L’impianto produrrebbe chiare immagini della Terra perché le microonde ad alta frequenza emessi dalla stazione radar sarebbe in grado di penetrare attraverso le nuvole e la superficie della Terra.
Il radar genererebbe almeno 1,4 gigabyte di dati al secondo, un più alto banda della tecnologia attuale del volume di spazio di comunicazione a lunga distanza. Tuttavia, secondo Guo, la quantità di informazioni elaborate sarebbe non pone alcun problema perché la stazione sarebbe stata abitata da astronauti in grado di elaborare i dati nello stesso posto.
IL FATTO: Secondo il piano di innovazione scientifica e tecnologica, annunciato dal governo cinese, il progetto prevede la costruzione di un razzo gigante delle dimensioni degli Stati Uniti Saturn V, 2020, che aprirebbe la strada per lo sbarco sulla Luna.
D’altra parte, gli esperti hanno espresso scetticismo sul progetto e dire che un’iniziativa di questo progetto non è altro che uno spreco di denaro, tempo e risorse umane.
>> La Cina lancia mondo quantistico primo satellite
L’iniziativa del gigante asiatico per costruire un radar lunare una volta dimostra ancora una volta il desiderio di Pechino di giocare un ruolo di primo piano nella corsa allo spazio.
Tuttavia, la maggior parte dei ricercatori cinesi sono ottimisti circa le prospettive di costruzione di una base lunare, a medio termine, pur essendo consapevoli delle sfide. ( http://lainfo.es/ )

https://i0.wp.com/lainfo.es/it/wp-content/uploads/lainfo.es-61280-astronautas_chinos_efe-300x160.jpg