Terremoto, il primo identikit della faglia

Terremoto,

Obiettivo è identificare altre fratture indotte. E’ pronto il primo identikit della faglia all’origine del terremoto che alle 3:36 del 24 agosto ha colpito la zona del reatino. L’analisi dei dati raccolti dai satelliti e dai sismografi, insieme ai rilievi fatti sul campo dai tanti ricercatori che dai giorni scorsi si sono spostati nelle aree colpite dal sisma. Lo hanno detto i ricercatori al termine di una riunione tecnica organizzata il 30 agosto presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).
“Abbiamo un primo quadro interpretativo di tutti i dati raccolti”, ha rilevato il sismologo Massimo Cocco al termine dell’incontro. “Stiamo identificando meglio la faglia per capire come potrebbe interagire con quelle vicine”, ha osservato il sismologo dell’Ingv, Alessandro Amato. ( http://www.ansa.it )

Per me, è tutto inventato. L’unica evidenza che i sismologi hanno in mano è la sequenza storica delle scosse. Neanche l’intensità che è estremamente aleatoria data l’oggettiva imprecisione dei sismografi. L’origine del sisma rimarrà indeterminata. Per me, tirano a indovinare. Devono dare un senso ai loro stipendi.
NB Sarò assente dal sito per alcuni giorni.