Archive for settembre, 2016

30 settembre 2016

Il tempo scorre senza dircelo


Mi è capitato per caso tra i video di Youtube quello sotto. Mi è improvvisamente tornato alla mente che Augusto lo avevo conosciuto. Credo assistetti a uno degli ultimi concerti di lui con Dante (Pergreffi). Poi venne Elisa (Minari) e poi i Nomadi divennero sostanzialmente una cover band di loro stessi.
Ricordo Augusto Daolio come un ometto minuto, almeno per me che sono quasi uno e novanta, con la protesi auditiva e una barba imponente che incuteva soggezione e ammirazione assieme. Mi ricordo stemmo a parlare a lungo dopo un suo concerto. Mi fece i complimenti per le domande che gli posi (sono abbastanza bravo a spacciarmi per intelligentone) ma lui mi rispose in maniera veramente intelligente. Erano bei tempi nella bassa padana nel “triangolo della gnocca” cosiddetto (Parma, Mantova, Modena). Tenevano spesso concerti in paesini sperduti alle feste della birra in mezzo ai campi in cui si sentiva il profumo del fieno da raccogliere.
Era un’altra Italia, “sgarrupata” come sempre, ma più buona quando bastava una birra per fare amicizia.
Da allora, è passato un quarto di secolo ma sembra ieri. Di strada ne abbiamo fatta tutti, anch’io (fin troppa). Eppure, rimpiango quei tempi in cui la felicità era ritrovarsi al bar in una macchinata per andare al concerto dei Nomadi a Casalromano. Chissà se è tempo trascorso invano.

30 settembre 2016

Hillary Clinton & Donald Trump: dibattito all’auricolare

Come spiegaii su NEXUS, i poteri occulti dividono la gente in fazioni, meglio se solo due come in America. Due soli partiti falsamente antagonisti sono più facili da controllare e indirizzare. Per il sollazzo dei babbei teledipendenti che credono alla “politica”.
L’articolo è compreso ora nel mio ultimo libo: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

30 settembre 2016

Rosetta #CometLanding: la sonda impatta sulla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko

Fotomontaggio della sonda con la cometa; quest'ultima è una immagine reale ripresa oggi alle 4.17 (ora italiana) da 15.5km di distanza

Fotomontaggio della sonda con la cometa; quest’ultima è una immagine reale ripresa oggi alle 4.17 (ora italiana) da 15.5km di distanza Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA – Processing: M. Di Lorenzo (DILO)
 
Basandosi sulle ultime cinque immagini riprese dalla Navigation Camera, il team ha affinato il tempo previsto di impatto della sonda dell’ESA Rosetta nella regione Ma’at, sul piccolo lobo della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ora previsto per 10:38:32 UT +/- 2 minuti. A causa del tempo di percorrenza del segnale, la conferma al controllo missione arriverà alle 11:18 UT / 13:18 CEST +/- 2 minuti.
Come preannunciato, ieri sera Rosetta ha completato la manovra finale ed ora è in rotta di collisione con Chury.
Il propulsore ha bruciato per 208 ed ora la sonda è in “caduta libera” verso la sua destinazione finale.
ESA Rosetta: le ultime 5 immagini riprese dalla NavCam
Le ultime cinque immagini riprese dalla NavCam. Gli scatti originali sono disponibili qui.
Il grafico qui sotto, realizzato da Marco Di Lorenzo, mostra l’andamento di altezza e velocità di discesa della sonda rispetto alla cometa; i dati sono tratti dal simulatore in tempo reale messo a disposizione sul sito di Rosetta. Può essere una buona guida di riferimento per capire cosa sta succedendo istante per istante. Come si vede, l’ “impatto morbido” è previsto intorno alle 12.40 (ora italiana) con una velocità di circa 90 cm/s.
descentSul blog di missione e sui canali social il team sta condividendo le ultime immagini super-ravvicinate.
Qui sotto la prima in cui si vede il luogo d’impatto, in basso a sinistra, dove sono riconoscibili i caratteristici pozzi della regione Ma’at.
Rosetta OSIRIS da 15.5 km
L’immagini è stata ripresa dalla fotocamera OSIRIS alle 2:17 UT del 30 settembre 2016, da un’altitudine di 15,5 km, con una risoluzione di circa 1,56 m/pixel.
Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA
Di seguito, in sequenza cronologica le immagini pubblicate.
Rosetta: OSIRIS da 16 km
L’immagine, pubblicata anche come “immagine del giorno”, è stata ripresa dalla fotocamera OSIRIS alle 1:20 UT del 30 settembre 2016, da un’altitudine di 16 km, con una risoluzione di circa 30 cm/pixel.
Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA
Rosetta: OSIRIS 11.7km
L’immagine è stata ripresa dalla fotocamera OSIRIS alle 5:25 UT del 30 settembre 2016, da un’altitudine di 11.7 km, con una risoluzione di circa 22 cm/pixel.
Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA
Rosetta: OSIRIS 8.9 km
L’immagine è stata ripresa dalla fotocamera OSIRIS alle 6:53 UT del 30 settembre 2016, da un’altitudine di 8.9 km, con una risoluzione di circa 17 cm/pixel.
Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA
Rosetta: OSIRIS 5.8 km
L’immagine è stata ripresa dalla fotocamera OSIRIS alle 8:18 UT del 30 settembre 2016, da un’altitudine di 5.8 km, con una risoluzione di circa 11 cm/pixel.
Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA
Di sicuro Rosetta ci ha regalato un prezioso patrimonio di dati che frutteranno per molti anni a venire. Molti post di riepilogo con le principali scoperte sono stati pubblicati negli ultimi giorni sul blog di missione e, ieri sera, un’intera conferenza stampa è stata dedicata ai risultati scientifici.
La cometa 67P/ Churyumov-Gerasimenko ha stupito il pubblico e gli scienziati per la sua forma bizzarra e la variegata superficie ma ciò che è conservato all’interno del suo nucleo è altrettanto importante perché racconta la storia del nostro Sistema Solare. Raggiungere queste informazioni è stato uno dei compiti principali della missione.
In particolare, due erano gli esperimenti dedicati: il COmet Nucleus Sounding Experiment by Radio-wave Transmission (CONSERT) ed il Radio Science Investigation (RSI).
Il primo era uno strumento che interessava sia Rosetta che Philae: consisteva di una coppia di antenne installate ai lati del lander che sono state estese dopo la separazione dalla sonda a novembre 2014. Le antenne ricevano il segnale emesso da Rosetta: estratte le informazioni queste venivano subito ritrasmesse verso l’orbiter dove il segnale veniva registrato, elaborato e poi inviato a Terra con lo scopo di ricavare importanti informazioni sulla struttura e sulla composizione interna del nucleo in base al modo in cui le onde elettromagnetiche, passando al suo interno, vengono rallentate e attenuate.
I risultati di CONSERT sono stati affiancati da quelli di RSI, uno strumento che misurava la distribuzione della massa all’interno della cometa in base al modo con cui la gravita del nucleo influenzava l’orbita di Rosetta.
Le comete sono note per essere agglomerati di polvere e ghiaccio eppure Chury ha stupito anche in questo con la sua densità molto inferiore a quella del ghiaccio. Ha un’elevata porosità, indicatore che potrebbero esserci spazi vuoti al suo interno ma né CONSERT né RSI hanno trovato prove a sostegno di questa teoria. Al contrario, le analisi hanno mostrato che questa è causata da una miscela uniforme di ghiaccio e grani di polvere “soffici”.
Aver recentemente scoperto l’esatta posizione di Philae aiuterà a re-interpretare correttamente i dati perché anche l’effetto del calore del Sole ha avuto un impatto importate sulla superficie della cometa. Abydos, il luogo freddo ed angusto dove è finito il lander, ha infatti dimostrato di avere gli strati superficiali molto più compatti dell’interno.
Nel corso degli ultimi due anni Rosetta ha mappato l’intera superficie di 67P ad alta risoluzione.
Il nucleo è davvero molto scuro: riflette solo il 4% della luce perché, come mostrato dai dati rilevati sia da Rosetta che da Philae, è rivestito principalmente di materiale organico ed è asciutto, fatta eccezione per qualche masso di ghiaccio.
La superficie presenta una ricca diversità nella struttura, con la polvere prodotta dall’attività cometaria che tende ad accumularsi nell’emisfero settentrionale. Il sud, che è stato visibile solo a partire dal perielio, si è mostrato molto diverso, probabilmente proprio a causa della distribuzione non uniforme delle stagioni (l’emisfero nord sperimenta una lunga estate che dura più di 5,5 anni, mentre l’emisfero sud rimane avvolto in un lungo inverno buio e freddo ed ha un’estate più breve ma intensa).
Mappa delle regioni cometarie
Nel 2014, il magnetometro RPC-Mag, della suite Rosetta Plasma Consortium (RPC), aveva rilevato delle oscillazioni nel plasma che circonda il nucleo.
Le oscillazioni a bassa frequenza del campo magnetico di Chury generavano suoi tra i 40 e i 50 milliHertz, molto al di sotto delle capacità dell’orecchio umano ma che, accelerate di un fattore 10.000, potevano essere ascoltate in quello che è stato chiamato “canto di Chury”.
Dopo due anni di monitoraggio, il team ha potuto comporre una nuova musica misteriosa, completa, sulla base dei dati raccolti durante l’intera missione.
Il nucleo di 67P non è magnetizzato di per sé ma è incorporato nel campo magnetico interplanetario prodotto dal vento solare che interagisce con il materiale, gas e polveri, espulso dalla cometa. Rosetta è stata la prima sonda ad osservare questa interazione così a lungo.
Dopo diversi mesi di analisi dei dati, il team è riuscito ad interpretare i suoni registrati:
“A causa della bassa attività della cometa, gli ioni non sono completamente tirati dal vento solare e si muovono perpendicolarmente al campo magnetico, formando quello che viene chiamato una corrente incrociata. Ma questa corrente elettrica è instabile, dando luogo a oscillazioni. Questo è ciò che fa cantare la cometa”.
ROSINA ha sniffato i gas cometari per due anni ottenendo misure senza precedenti.
Oltre al principale componente, il vapore acqueo, lo strumento ha rilevato una grande varietà di elementi, da semplici atomi a molecole complesse, tra cui alcuni ingredienti cruciali per l’origine della vita sulla Terra. Tutti sono stati presentati riassunti in una simpatica tavola “cometary zoo”, il cui sono rappresentate tutte le bizzarre “creature” trovate su Chury.
Cometary ZooCrediti: ESA ( http://aliveuniverse.today/ )
29 settembre 2016

La menzogna “pentastellata”

di Nunzia Catalfo

Oggi si è riunita la Commissione lavoro del Senato per parlare del Reddito di cittadinanza. L’obiettivo della maggioranza è chiaro: annacquare il nostro disegno di legge, affossandolo di fatto. Vorrebbero abbinarlo al cosiddetto “ddl povertà” presentato dal Governo. Una legge truffa, che nulla ha a che vedere con un sostegno al reddito. Una misura quella del governo che inganna milioni di cittadini che da anni sono in attesa di un aiuto concreto per avere una vita dignitosa.
La nostra proposta e quella del Governo sono due provvedimenti completamente diversi. Non è neanche come “mischiare mele con pere”. Qui siamo al pesce fresco che si vorrebbe condire con una torta avariata, quella del governo. Mentre il Reddito di cittadinanza, che è equiparabile ad una vera e propria manovra economica e sociale, prevede un investimento serio (14,9 miliardi di euro) e azzererebbe di fatto la povertà come certificato dall’ISTAT, il cosiddetto “ddl povertà” destinerà poco più di 1 miliardo di euro e non risolverà in alcun modo il problema.
Si tratta, infatti, della solita misura slogan diretta a dare qualche “bonus”, ma che lascerà senza alcun tipo di aiuto i milioni di cittadini che sono rimasti ai margini. Diversi anche i beneficiari. La misura del governo è destinata soltanto a 250 mila famiglie ed escluderà addirittura tutti quei nuclei familiari che hanno un reddito pari a 0 e che l’Istat ha quantificato in 389 mila. Il Reddito di cittadinanza, invece, ridarebbe dignità a circa 3 milioni di famiglie che sono a rischio di povertà. Famiglie che sono in momentanea situazione di difficoltà economica perché magari qualche componente ha perso il lavoro e che con il reddito di cittadinanza del M5S verrebbe sostenuto, qualificato e nuovamente reinserito nel mondo del lavoro.
Una misura fallimentare, quella del Governo, che verrà inoltre collegata all’ISEE e che abbandonerà di conseguenza tantissime famiglie che, nonostante risultino possedere un bene immobile o una vecchia auto, vivono nella miseria più totale perché impoverite dalla crisi economica. Famiglie che invece troverebbero tutela con il reddito di cittadinanza da noi proposto. Nei fatti il disegno di legge presentato dal Governo, ci allontanerà ancora una volta dalle misure di sostegno al reddito che esistono già in tutta Europa.
Il MoVimento 5 Stelle non si fermerà. Abbiamo dato battaglia in Commissione lavoro al Senato e continueremo a farlo, perchè sappiamo che il Reddito di Cittadinanza è dignità, oltre che salvezza per tutte quelle persone che ricattate dalla politica sono costrette a vendere, in cambio di un pasto, persino il proprio voto. Questa volta nessuno si azzardi a dire che le risorse non si trovano: il Jobs Act che è stato un vero e proprio fallimento ci costerà più di 20 miliardi. Il bonus degli 80 euro ci costa ogni anno 10 miliardi di euro. Il Governo spreca miliardi di euro per rendere il lavoro sempre più precario, indebitando pesantemente il Paese senza ottenere alcun risultato come dimostrano tutti i dati economici. A tutto questo il presidente del Consiglio aggiunge il rilancio dell’inutile Ponte di Messina che costerebbe 8 miliardi di euro…
Con la povertà non si scherza, giù le mani dal Reddito di Cittadinanza ( http://www.beppegrillo.it/2016/09/il_pd_vuole_fottere_10_milioni_di_italiani.html )

Evidentemente la situazione italiana non deve essere affatto rosea. Se la Casa Bianca spinge, attraverso l’M5S, sul regalare soldi sopratutto agli stranieri. Infatti, molti immigrati se ne stanno andando (giustamente) da questo paese di merda. Il sussidio grillino (ma anche renziano) serve ad alimentare i consumi inispecie di Hi-tech quale internet, smartphone eccetera.
Tra l’altro, ciò svela l’inganno del M5S sulla “decrescita” il “km0” quando loro sono al servizio delle corporation americane produttrici di IT (hardware e software) nonchè della filiera del tabacco, ora golosa di accaparrasi il mercato italiano della cannabis legalizzata. Quindi i grillini vogliono il consumismo.
Sicuramente, la campagna sul RdC serve anche a “pompare” il M5S nei sondaggi in caso di elezioni anticipate qualora Renzi salti per aria.
Poi ciò che scrive la grillina sopra è ridicolo. Il reddito di cittadinanza verrebbe assegnato basandosi su strumenti di valutazione quali ISEE che sono stati studiati appositamente per favorire gli stranieri e i furbi. Ossia, le persone che non risultano intestatarie alcunché (IN ITALIA) oppure risultano nullatenenti, lavorando in nero, convivendo con qualcuno magari agiato ma senza un legame ufficiale (matrimonio eccetera).
Il reddito di cittadinanza è uno dei tanti sinonimi di “piano Kalergi”.

29 settembre 2016

TERRA PIATTA. Il vero nome del mondo

Tommix si cimenta nel tema “terra piatta”. Si tratta di un argomento piuttosto controverso. Se la Terra è piatta, significa che simo vittime di un inganno di portata tale che nessuna parola ne descriverebbe adeguatamente il tenore.

29 settembre 2016

Reddito di cittadinanza, il modello sociale europeo che l’Italia ignora

La trasmissione sullo stato sociale di Michele Santoro è stata un’altra occasione persa per parlare dello stato sociale.
Per me che vivo in Olanda appare assolutamente incomprensibile che non si ponga in Italia alcuna attenzione ai sussidi di disoccupazione europei.
I giornali parlano di un “modello tedesco” che è frutto più di fantasia che di realtà. Tanto più, allora, perché non informare l’opinione pubblica italiana che in Germania (come in tutta Europa) non sono, attenzione, coloro che sono stati licenziati ad avere dallo stato l’affitto dell’alloggio e un sussidio illimitato, ma tutte le persone maggiorenni disoccupate, indipendentemente dal fatto che abbiamo o meno mai lavorato? Il sussidio termina, in mancanza di un’occupazione, con la pensione. Non è assolutamente vero quello che scrivono i giornali italiani che sia a tempo determinato. Confondono per ignoranza o in modo intenzionale l’indennità di disoccupazione e il sussidio di disoccupazione.
Come si fa a ignorare in Italia un aspetto così importante della vita di ogni cittadino europeo? Non me ne capacito. In Italia non si sa neanche che chi in Europa (Francia, Germania, Gran Bretagna e non solo Danimarca, Svezia…) non guadagna abbastanza ottiene un’integrazione del reddito, e anche chi lavora part time ottiene un’integrazione del reddito. Poi si scopre che in Italia il reddito medio è da miseria. E tutti si sorprendono. Ma veramente in Italia si ignora l’abc dello stato sociale? Mi pare strano da credere. (La Repubblica)

La massoneria, col suo agente Santoro e i satrapi in politica insiste forsennatamente per il “reddito di cittadinanza” anche in Italia. Sempre contro il capitolo 11 della Genesi, in quanto questa forma di assistenza è destinata a trattenere gli immigrati per mescolare le razze. Infatti, se ci fate caso, gli stati col reddito di cittadinanza in vigore sono quelli con la percentuale più alta di stranieri. Renzi e Grillo in parlamento votano quasi quotidianamente leggi pro-immigrati e contro i cittadini italiani.
Nei paesi latini e Grecia questo tipo di sussidio universale non è praticabile a causa degli imbrogli e della mancanza di senso civico. In Italia, la legislazione impedisce di punire chi non paga le multe stradali, chi straccia la sanzione appena ricevuta, una volta sceso dall’autobus, per mancanza di biglietto, se nullatenente. In Italia, non si riesce a sfrattare  per morosità neanche inquilini delinquenti. Di più, da noi se i commercialisti incaricati o gli amministratori di condominio regolari rubano o commettono errori nelle dichiarazioni o adempimenti affidati loro, paga comunque il contribuente.
Siccome gli arabi e africani che stanno facendo entrare costringendo gli enti locali a occuparsene ovviamente non lavorano, ne molti sarebbero in grado, fanno fuoco e fiamme per il “reddito di cittadinanza”. Tutto qui.
(La prova che ho ragione naturalmente sta nel fatto che altrimenti, se hanno tutti questi soldi, perchè hanno fatto al riforma Fornero? Perchè non garantiscono un reddito minimo alle vittime della sciagurata riforma previdenziale?)

28 settembre 2016

Coperchio senza pentola (ponti e torri)

La giornata di ieri si è aperta con l’annuncio di Matteo Renzi che finalmente faremo il ponte sullo stretto. “Questo – ha detto il nostro premier – servirà a creare almeno 100.000 posti di lavoro”. Ci saranno infatti circa 100.000 siciliani che avviteranno un bullone per uno.
Poi però, non contento, il premier ha rincarato la dose. “Nel 2017 – ha dichiarato – completeremo il tunnel sotterraneo che collega Roma con Bari, risolvendo una volta per tutte l’annoso problema dello scavalcamento dell’Appennino. Questo darà lavoro ad almeno mezzo milione di italiani, che gratteranno con le proprie unghie l’umida roccia del sottosuolo che separa il Lazio dalla Puglia.”
“E infine nel 2018 – ha dichiarato trionfalmente il premier – costruiremo la Torre di Babele. La faremo, naturalmente, vicino a Firenze. Questa opera sarà talmente alta da arrivare a sfiorare le nuvole, e darà lavoro a 10 milioni di italiani per i prossimi 20 anni.” (Luogocomune.net)

Prima di tutto, chiariamo che il ponte sullo stretto non si farà mai. Una struttura a campata unica di 3000 metri in una delle zone più sismiche al mondo non può esistere. Si tratta di un assist al M5S per alimentare la falsa alternativa Renzi-Grillo di cui vi parlo da anni. A suo tempo, fu il “ritorno al nucleare” (°), portato in scena da Berlusconi per fare vincere la sinistra e i gay, abolizione delle frontiere, la UE, l’euro, la droga, divorzio breve, eutanasia. Tutto ciò che oggi Renzi e Grillo materializzano contro i 10 comandamenti e i sacramenti.
È interessante notare invece il riferimento alla Torre di Babele.
Fu l’emblema della rivolta contro l’Onnipotente da parte delle sue creature ed è raccontato nel capitolo 11 della Genesi.
Non posso che ribadire ciò che scrivo da anni: c’è la dottrina luciferina dietro il NWO come ho dettagliatamente esposto nel mio articolo per NEXUS, uscito quest’anno ma che scrissi nel 2010. Come quell’antica volta, in un periodo talmente antico che la data esatta rimane in questione, la torre crollerà. Il piano Kalergi non sortirà gli effetti desiderati ne l’imposizione dell’inglese come lingua unica globale.
L’Umanità non è fatta per raggiungere il Cielo, manco la Luna, non s’avvererà quella “vasta, ecumenica società perfetta in cui ogni necessità sia soddisfatta, ogni angoscia tranquillizzata, ognuno dotato di una partecipazione azionaria d’immani multinazionali che saranno le nuove nazioni“. (Scusate se mi autocito, ma questa parte deve essere piaciuta agli impaginatori di NEXUS che l’hanno posta a inciso sul margine pagina a caratteri grandi).
Le loro superbe torri, i ponti magnificenti e intoccabili perfino da Dio neanche sono destinati a ergersi oltre le fondamenta.
Che si rassegnino, il loro signore e padrone è stato sconfitto e confinato sul fondo dell’inferno una volta per tutte!
Poi, vistomi costretto ogni tanto a rivestire vecchi panni, uno spera sempre di riacciuffarne qualcuno per i capelli in extremis. Già, quella speranza cui loro hanno rinunciato. Cascasse il mondo, non vorrei mai sentirmi come l’angelo de Il cielo sopra Berlino.
(°) Che l’operazione “nucleare” da parte di FI fosse volta ad affossare il cdx è evidente. Il cav, dai suoi sondaggisti, sapeva bene che A) gli italiani non vogliono il nucleare B) il rapporto costi/benefici è assolutamente sfavorevole all’energia atomica.

28 settembre 2016

L’imperscrutabile cratere Tycho

Tycho Brahe cratere lunare

Il cratere Tycho, una grande fattezza d’impatto situata nella parte meridionale della Luna così chiamata in onore dell’astronomo danese Tycho Brahe.

27 settembre 2016

Una droga più forte

100 milioni di americani hanno seguito ieri sera in diretta il dibattito televisivo fra Hillary Clinton e Donald Trump. 100 milioni significa un americano su tre, contando anche i bambini e gli anziani con l’Alzheimer.
Praticamente un’intera nazione incollata davanti ai teleschermi, a seguire il momento clou della più grande messinscena della storia moderna: la cosiddetta “democrazia”.
Un sistema nel quale il popolo più “libero e democratico” del mondo si trova a dover scegliere fra una velenosa guerrafondaia con manie di grandezza e uno psicopatico col parrucchino convinto che una nazione possa funzionare come una fabbrica di biscotti.
Se infatti guardiamo ad un recente sondaggio, scopriamo che il 52% degli americani dichiarava che avrebbe preferito morire piuttosto che votare per Hillary Clinton, …
… mentre il 58% degli americani dichiarava che avrebbe preferito spararsi in bocca piuttosto che votare Donald Trump. In altre parole, la maggioranza degli elettori americani si recherà alle urne in novembre per votare colui che ritiene “il meno peggio”.
E la chiamano democrazia.
Come se una nazione con 300 milioni di abitanti non avesse davvero nulla di meglio da offrire ai propri elettori che una Hillary Clinton o un Donald Trump.
Una volta stabilito che questo è ovviamente un falso dilemma, si rimane sconcertati di fronte alla mostruosa capacità con cui i media mainstream stanno indirizzando in queste ore l’opinione pubblica verso il falso dibattito: chi ha vinto, Hillary o Donald?
E mentre 300 milioni di cittadini si scannano per decidere chi sia stato meglio – o comunque chi sia stato il meno peggio – lassù nei quartieri alti, dove le eco di questa gazzarra non arrivano nemmeno, si decidono silenziosamente le sorti del nostro pianeta.

Massimo Mazzucco (Luogocomune.net)

Articolo encomiabile. Peccato Massimo, causa le sue paturnie, tutta la verità non la dica. Non la può dire. Che l’operazione Trump, cioè l’antipolitico di destra, serve e legittimare, per un po’, il potere costituito illudendo i beoti che la politica sia riformabile. Quindi valga ancora la pena pagare le imposte.
Identicamente sta avvenendo in Italia col fenomeno Grillo. Illudono la popolazione che si arrabattata cercando di capire a cosa servono le cartelle esattoriali che martellano le famiglie come grandinasse. L’M5S diffonde la “droga” del “reddito di cittadinanza” onde accalappiare consensi in un paese che gli USA hanno deciso di distruggere riempiendolo con milioni di africani, arabi e asiatici da rieducare. Se il reddito di cittadinanza (in programma anche a Renzi, l’alter ego di Grillo) non è ancora legge vigente è solo perchè non hanno trovato ancora l’escamotage “equo-solidale”, “antirazzista” per darlo quasi esclusivamente agli immigrati, preferibilmente se appena sbarcati. Del resto, per la concezione grillina di “cittadinanza digitale”, basta che uno abbia appena toccato terra da un gommone e sappia usare l’Iphone per accedere a internet che diviene automaticamente “europeo”. Meritevole del sussidio di disoccupazione, sempre in attesa di una occupazione che difficilmente arriverà (anche per gli italiani).
In America, dopo 8 anni di “abbronzatura”, i sondaggi indicano che è bene usufruire della becera retorica conservatrice, tra il comico e il grottesco, adottata da Trump per sparpagliare in giro droga mentale più forte.
Così i cretini si alzano il mattino presto per andare a lavorare come schiavi in modo da potere pagare le rate dell’auto ibrida e della casa nuova. E dell’Iphone nuovo modello con cui accedere alla rete. Altrimenti non si sentirebbero “felici” e “democratici”.
ADDENDUM Poi l’Italia è uno stato finto, quindi anche le sue imprese. La maggior parte aprono, chiudono, falliscono, cambiano ragione sociale, settore merceologico. Come si fa a pronosticare quali figure professionali sono necessarie nella provincia X formando le persone premiate col reddito di cittadinanza grillino? Poi, se una figura professionale non è richiesta, in una certa zona, e l’immigrato non vuole trasferirsi o tornare al suo paese, rimarrà a libro paga dello stato fino alla pensione. Sempre senza contributi e garantita dagli italiani idioti che danno soldi all’INPS. Lo capite come vi prendono per il culo?

26 settembre 2016

Una casa in terra cruda per soli 100 euro!

Volendo sperimentare la costruzione di un piccolo rifugio ad impatto ambientale molto basso ho optato per il riciclo di un pò di cose che avevo tipo cassette di frutta, bottiglie di vetro o plastica, pezzi di mattonelle usati come mosaico. Sono piuttosto soddisfatta del risultato ed il posticino è ideale per riporre le proprie cose, un pisolino pomeridiano o un pòdi meditazione. Cosa ne pensate? qualcuno di voi ha già sperimentato argilla/terra cruda in adobe / pisè / intonaco di terra cruda? (Fruitarian Monkey)

26 settembre 2016

Donald Trump dice che la Terra è piatta

Trump terra piatta

Al candidato repubblicano alle imminenti elezioni presidenziali americane è stata attribuita la seguente frase: “I fly a lot, and I mean a lot. No one flies more than me. Listen, I own a jet. I own a 757, beautiful plane, it’s the best plane! If the world were round, believe me, I would know!” (“Io volo molto, e voglio dire un sacco. Nessuno vola più di me. Senti, ho un jet. Ne possiedo uno, bel aereo 757, è il migliore aereo! Se il mondo fosse rotondo, credetemi, lo saprei! “)
La “terra piatta” sta per entrare nell’agone della campagna elettorale statunitense?
Di recente, Obama è tornato sull’argomento, forse i poteri occulti vogliono “esorcizzare” il pericolo.

https://i2.wp.com/cnn.com.de/wp-content/uploads/2016/09/TrumpTweet.jpg

Matteo 4:8 “Di nuovo il diavolo lo condusse con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo con la loro gloria e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai»

https://i1.wp.com/cnn.com.de/wp-content/uploads/2016/09/TrumpTweet2.jpg

Isaia 40:22 “Egli è colui che sta assiso sul globo della terra, e gli abitanti d’essa son per lui come locuste; egli distese i cieli come una cortina, e li spiega come una tenda per abitarvi.

Notare la traduzione errata della Bibbia in italiano: la parola ebraica corrispondente indica “cerchio, circolo” non “sfera, globo”. Strano che i sostenitori della neo-esegesi biblica, quali Biglino, tali errori non li scovino!
( http://cnn.com.de/news/donald-trump-says-earth-flat/ )

26 settembre 2016

Trasmissioni televisive impossibili

tvrussia

Una registrazione televisiva risalente agli anni ’80. Un canale dell’allora Unione Sovietica ricevuto in Olanda (Rijn Muntjewerff). La distanza è di 1775 km da Leningrado. Stando al calcolo della curvatura della Terra, supponendo il ripetitore si trovi a una altezza di 100 metri, non avrebbe potuto superare in linea retta i 35 km di illuminazione. Inoltre a 1775 km di distanza, i Paesi Bassi si sarebbero dovuti trovare ben 233 km sotto la linea dell’orizzonte, ciò causato dalla curvatura terrestre. Certamente gli ingeneri del settore citano il fatto che il segnale possa rimbalzare su strati riflettenti dell’atmosfera terrestre. Ma sarà vero?

24 settembre 2016

Corea del Nord vs Italy

Ieri ho assistito alla proiezione integrale di un ottimo documentario sulla Corea del Nord, dal titolo: ‘Under the Sun’. Si tratta di un documentario rubato da un regista russo che, con un semplice espediente, è riuscito ad aggirare la censura nordcoreana e mostrare i retroscena di un documentario di regime: la mancanza di motivazione degli abitanti, l’assenza del sorriso, la massificazione coatta e tutti quegli aspetti classici e spaventosi dei regimi comunisti.
Al termine della proiezione, il pensiero più diffuso tra il pubblico era: ma la situazione in Italia è davvero così diversa? Una piccola parte degli spettatori era scandalizzata da ciò che vedeva, la maggior parte invece faceva continui parallelismi con la situazione del nostro paese sedicente libero.
In Italia è assente del tutto (o quasi) la giustizia. In Italia lo ‘stato sociale’ è mostruosamente carente. In Italia insistono sull’individuo i macigni dell’istruzione obbligatoria di massa, della medicalizzazione imposta e della tassazione brutale. In Italia i media sono in mano ad un gruppuscolo di personaggi implicati con la politica e con sette segrete (mafie e massonerie varie). In Italia chi comanda (quelli di facciata, intendo) sono scelti dal capitale o da un gruppetto di pochi intrallazzoni dei partiti. L’Italia langue sotto il giogo della massoneria internazionale e delle banche che sono tutte (anche quelle italiane od europee, a dispetto del loro nome) private in mano a pochissimi elementi poco raccomandabili. In Italia chi svela segreti di stato o informa e ricerca su temi scottanti e clandestini (di interesse umano assoluto) viene perseguitato con mezzi disumani ed illeciti. In Italia sono decenni che la popolazione agonizza sotto una micidiale cappa biochimica, elargitaci dal cielo con la complicità dei militari (che dovrebbero invece difendere il proprio popolo per statuto), politici e sedicenti scienziati di regime. In Italia è del tutto fuori dal controllo democratico la gestione dei rifiuti e quella inerente le basi militari nocive, italiane e straniere. In Italia sono obbligatorie pratiche mediche discutibili sin dalla più tenera età. In Italia lo sfruttamento delle risorse avviene al di fuori del controllo democratico … Occorre continuare?

Avete mai visto l’interno di un call center? Avete mai visto come si lavora in un campo di pomodori italiano? Però avremo tra poco le nozze LGTB per tutti e la marjuana legalizzata, mentre possiamo alcolizzarci già da subito e fumare tabacchi adulterati per ottenere maggiore assuefazione … viva la libertà, viva l’Italia. ( http://offskies.blogspot.it/ )
BREVE COMMENTO Paghiamo ancora lo scotto di avere perso la guerra e il piano Marshall. Mussolini mise fuori legge la massoneria e loro si vendicarono, tramite i suoi consiglieri massoni, guidandolo in una guerra suicida della cui sconfitta paghiamo tuttora un prezzo salatissimo.

https://lh3.googleusercontent.com/-EElv0uOyISA/V-VGXomDctI/AAAAAAABZ1k/dxznxm-lUMIzn2Yhu1_z9oz79V0j8fjrwCJoC/w425-h660-p/16%2B-%2B1

24 settembre 2016

La NASA non può andare oltre l’orbita bassa

Ma allora come fecero ad andare 8 volte, con equipaggio, verso la Luna di cui 6 allunaggi? Non è una bella domanda?

23 settembre 2016

E le stelle stanno a guardare

La questione della visibilità delle stelle dallo spazio è una delle più “antiche” nella “querelle” sulla falsificazione delle missioni Apollo e una delle più spinose. Il semplice fatto che dalla ISS attuale non fotografino le stelle basta ed avanza a capire che c’è qualcosa di marcio. Bill Kaysing ha ripetuto che la trascuratezza con cui gli astronauti si occupano di un tema così importante per degli astronomi costituisce la prova più convincente della beffa lunare.

23 settembre 2016

La figlia della ex ministra Fornero in pensione a 39 anni?

di Michel Martone.

Una carriera accademica perfetta e un profilo prestigioso quello della figlia del ministro. Nata nel 1974, Silvia Deaglio, a soli 24 anni è già laureata in medicina, dunque con ben quattro anni d’anticipo rispetto alla categoria degli sfigati elaborata dal sottosegretario
(La) Deaglio si è specializzata in oncologia nel 2002 e ottiene un dottorato in genetica umana nel 2006. Nel 2005, appena conseguito il Master e mentre svolge un dottorato in Italia, la giovane professoressa, ottiene un incarico presso il prestigioso Beth Israel Deaconess Medical Center di Harvard, il celebre college di Boston. Poi diventa responsabile della ricerca alla Hugef, una fondazione che si occupa di genetica. Alcune sue ricerche sono state finanziate dalla Compagnia di Sanpaolo, fondazione che è la prima azionista della banca Intesa Sanpaolo, di cui sua madre era vicepresidente.

Silvia Deaglio è tornata oggi all’attenzione dei media dopo la notizia su un suo pre-pensionamento: la Deaglio sarebbe in pensione dal 2013, e cioè alla giovanissima età di 39 anni. La notizia ovviamente non è stata presa molto bene dagli esodati e da tutte le vittime della controversa riforma della mamma.
Interrogata dai giornalisti la Deaglio ha risposto: “Il mio curriculum parla chiaro. E l’INPS anche”. ( http://ilgiornalenews.com/ )

A parte che mi sembra una notizia confezionata (“fake news”). Mi fa ridere la gente che s’incazza per una roba simile. A me non sembra di possedere un’intelligenza da genialoide. Dal 2005 sto in intenet e dal 2005 ripeto con ossessione maniacale che non bisogna dare soldi all’INPS.
In Italia, comanda la gente che non lavora, pure il sistema previdenziale serve, al pari del resto, per togliere soldi agli scemi che glieli danno a finanziare i parassiti: vedi pensioni-baby, vitalizi dei parlamentari, sindacalisti, falsi invalidi del Sud eccetera. Tutte categorie che GUARDACASO, NON SONO STATE TOCCATE DALLA RIFORMA FORNERO. Hanno solo allungato l’età pensionabile di chi i contributi li ha veramente versati. Non hanno toccato NULLA dei privilegi di casta, a partire dai magistrati, diplomatici e dipendenti di camera, senato e quirinale.
Suvvia, se ‘ste cose le avevo capite io 20 anni fa e scritte in rete da oltre 10 anni, ci potevano arrivare anche gli idioti che oggi s’incazzano! Non c’è mica bisogno d’essere quel gran genio della figlia della Fornero.

La FIGLIA DELLA EX MINISTRA FORNERO IN PENSIONE a 39 ANNI…TUTTI DEVONO SAPERE! - IlGiornaleNews.com

23 settembre 2016

Fotografia della Terra dall’Apollo 17

Apollo 17

Su questo mondo di cartone, è buio a Tokyo, Mosca, Londra, New York, Los Angeles, Honolulu e Sidney contemporaneamente.

La mappa dell’illuminazione planetaria oggi alle 12:30 ora legale. Vedete che il globo non è corretto. Pertanto la Terra non può essere una sfera.

22 settembre 2016

Olimpiadi Roma 2024, “danno erariale da 20 milioni”: la carta del Coni contro Raggi

La sindaca del M5S ha detto no alla candidatura della Capitale e Giovanni Malagò, presidente del Comitato Olimpico, avverte: “Le consiglio di non presentare la mozione” per mettere fine alla procedura. Perché “gli amministratori che firmeranno quella delibera dovranno assumersi le loro responsabilità”. ( http://www.ilfattoquotidiano.it/ )

È tutto finto. Un anno fa già si sapeva, e lo scrissi, che i poteri occulti avrebbero cercato di imporre un grillino al Campidoglio. Ve lo ribadii verso febbraio-marzo 2016 quando Berlusconi deliberatamente spaccò il centrodestra romano onde favorire l’M5S nelle elezioni comunali.
A naso, direi che l’accordo Berlusconi-Grillo-Renzi fosse quello di insediare il massone Parisi (uomo di Amato) a Milano, Fassino a Torino (già dettovi designato a futuro presidente della repubblica) e appunto la grillina a Roma.
Si sa da un anno. E si sa che le grandi manifestazioni quali olimpiadi invernali a Torino, Expò a Milano e giochi olimpici nell’Urbe fanno parte della spartizione degli appalti fra le élite che dominano l’Italia.
Sulle olimpiadi capitoline, ci sono solo scaramucce in TV per idealizzare, nell’inconscio collettivo, il M5S come partito anti-sistema. In realtà i grillini, dalla droga ai gay, dall’euro agli immigrati votano all’unisono con le direttive di Renzi e Berlusconi (quest’ultimo tramite Verdini e Alfano “prestati” al PD). Anche a Parma, Pizzarotti vinse le elezioni sulla paura dei tumori provocati dall’inceneritore. L’inceneritore l’hanno inaugurato, Pizzarotti è rimasto al suo posto e di tumori nessuno più parla.
Mi fa ridere la gente che non capisce queste ovvietà.

Un mio vecchio articolo che fu ripreso da Offskies: http://offskies.blogspot.it/2016/06/proposte-svelate-per-roma.html

PS Poi ci sarà da ridere a crepapelle sul referendum costituzionale in cui Grillo doveva recitare il ruolo del “bastian contrario” dato la sicura vittoria del “sì”. Dopo il diktat (fin troppo scontato) dell’ambasciatore USA, stiamo e vedere…
CVD ‘”Joseph Stiglitz, già Premio Nobel per l’economia, dichiara che teme una catastrofe per l’Europa, in particolare per quanto riguarda l’Italia: se vincesse il No nel referendum, potrebbe seguirne il crollo dell’euro.” Gli amici di Grillo cominciano la campagna terroristica contro il “no”.

21 settembre 2016

Stazione spaziale cinese Tian Gong 1 fuori controllo, precipiterà sulla Terra

Le autorità cinesi hanno confermato che il “Palazzo Celeste“, laboratorio orbitante da 8,5 tonnellate, rientrerà nell’atmosfera nel 2017. Alcuni detriti porrebbero colpire la superficie terrestre. Il rientro e la sua distruzione hanno acceso illazioni di stampa secondo le quali il Controllo Missione avrebbe perso il controllo della stazione spaziale.
La Tiangong 1 (Palazzo celeste) fu lanciata nel 2011 come tassello di un ambizioso programma nazionale per trasformare la Cina in una superpotenza del cosmo al pari di USA e Russia.
Molto verosimilmente, stanne progressivamente ritirandosi dallo spazio in quanto è sempre più difficile simulare le missioni. Ormai il vasto “popolo” della Terra piatta è in grado di sgominare praticamente tutte le missioni spaziali dimostrandone la falsità.
Faranno lo stesso con la ISS (Stazione Spaziale Internazionale gestita da NASA, ESA e JAXA). Credo insceneranno un “evento” per il quale dovrà precipitosamente essere abbandonata a sé stessa e poi precipiterà, vista da nessuno, in un luogo ameno.

Stazione spaziale cinese Tian Gong 1 - palazzo celeste

21 settembre 2016

Il Carcere dalle Sbarre di Cristallo

La propaganda di regime ci ha fatto credere di poter scegliere da chi essere governati e di poter disporre di se stessi. Non è così. Quella macchina di controllo, quell’enorme eggregora maligna chiamata ‘Stato’ sceglie da sola i suoi vertici, imponendoli alle masse come gli unici possibili, e gestisce in modo capillare ed efficace i suoi sudditi.
Il governo centrale è una forma di controllo antica, collaudata da millenni di utilizzo. Lo stato ti fa credere di operarsi per difenderti, per elargire diritti e doveri con equità, per diffondere giustizia ed occasioni. E’ vero il contrario. Le forme stato sono strutture fortemente piramidali e verticistiche per natura. Non possono quindi fare a meno (pena la loro dissoluzione) di osannare i vertici e sfruttare per benino le basi.


Quando muore un personaggio pubblico, sia stato un politico oppure un ‘intellettuale’, il Leviatano accorre e dispone la sua glorificazione. L’eggregora consolida il suo potere, premia chi ne ha accresciuto dimensioni e capacità. Quando muore un ottimo essere umano, è invece spesso da solo.
Oggi l’eggregora del dominio sugli esseri umani si sta smaterializzando per diventare ancora più efficace: le grandi corporation lavorano da decenni per il controllo intimo ed apparentemente immateriale dell’essere umano, ed in realtà solo poco visibile.
Le transazioni, il cibo, l’aria, l’acqua, il clima, la microbiologia, l’etere, l’ambiente, la genetica, le risorse naturali … ecco i settori nei quali le nuove eggregore insisteranno ad imporre il loro dominio incontrastato. Quando tutto sarà compiuto, gli stati diverranno obsoleti, sostituiti da poche sovrastrutture quasi impercettibili e tutti gli umani vivranno nell’illusione della libertà totale: un carcere dalle sbarre di cristallo. ( http://offskies.blogspot.it/ )

20 settembre 2016

La stazione spaziale cinese Tiangong-2 è in orbita

La stazione spaziale cinese Tiangong-2 è in orbita

Alle 16:04 ora italiana (22:04 ora locale) la Cina ha lanciato in orbita la Tiangong-2 (TG-2), il suo secondo laboratorio orbitante. La partenza è avvenuta con successo dal Pad 921 del Jiuquan Satellite Launch Center nel deserto del Gobi, con il vettore Chang Zheng (Long March) 2F/T2.

Tiangong-2 separazione primo stadio

Il secondo “Palazzo Celeste” ha così iniziato la sua missione di due anni

Il Long March 2F è salito in verticale per 12 secondi prima di inserirsi su un percorso di volo in direzione sud-est che lo ha portato ad attraversare la Cina e a passare sopra l’Oceano Pacifico dove una flotta di navi era pronta a fare da ponte per le comunicazioni. I quattro booster, ciascuno lungo 15.3 metri con un diametro di 2.25 metri, sono stati spenti dopo due minuti e mezzo di volo e dopo aver bruciato oltre 40 tonnellate di propellene. La separazione è avvenuta a T+2:35.
Dopo circa cinque minuti è stato spento anche il secondo stadio. La separazione è avvenuta 9 minuti e 40 secondi dopo il lancio con la Tiangong-2 in un’orbita di trasferimento tra i 200 ed i 347 chilometri ed un’inclinazione di 42,8 gradi, in base a quanto riferito. L’orbita operativa sarà a 393 chilometri di quota.
( http://aliveuniverse.today/ )

È salito per soli 12 secondi? Poi si è diretto verso l’oceano Pacifico dove è probabilmente precipitato prontamente recuperato e fatto sparire da navi militari cinesi.

19 settembre 2016

Gabriele Amorth: i “frutti squisiti” di Medjugorie

Da quando papa Francesco ha parlato male di Medjugorie, i pellegrini italiani, complice la crisi economica, sono calati del 60%. Le parrocchie italiane non organizzano più i pellegrinaggi. Se in Bosnia-Erzegovina la gente va a pregare, che tu ci creda o no, un papa non dovrebbe esimersi dall’esprimere giudizi sommari?
Padre Gabriele Amorth invece si esprime inequivocabilmente nel filmato cui sopra.
ADDENDUM Non so cosa succede la. Sarà il clima, ci sono persone che tornano trasformate, nello spirito e nel fisico. Persone sofferenti di dolori cronici che, almeno la, patiscono di meno o il loro dolore scompare. Ci sono persone che non saprebbero fare due piani di scale senza finire dall’ortopedico, salgono sul Kricevaz. È solo una montagnola di 500 metri ma dalle fattezze aspre, più adatta a uno scalatore che a un pellegrino. La cosa più eclatante è che la grande maggioranza sente già, imboccando le tortuose strade bosniache verso la frontiera con la Croazia, un desiderio intimo di tornare, chi prima, chi poi, assoggettati a un giogo leggero quanto inamovibile.

Raggi crepuscolari fotografati a Medjugorie

 

19 settembre 2016

Perché non Si Vedono le Stelle Nelle Foto degli Astronauti dallo Spazio?

L’astronauta italiano dell’ESA durante le operazioni extraveicolari sulla Stazione Spaziale Internazionale. Intorno l’immensità e oscurità del cosmo. Credit: NASA/ESA/ISS.

Quando immaginiamo lo spazio, la prima cosa che viene in mente è una coperta infinita di stelle. Il cielo stellato è un po’ il simbolo dei nostri sogni di esplorazione spaziale, eppure nelle immagini degli astronauti, le stelle non si vedono. Ma cosa succede esattamente? La risposta la trovate sempre guardando il cielo stellato, ma durante una sera con la Luna piena. Le stelle più pallide non sono più visibili intorno alla luce riflessa dalla Luna e questo può far sembrare il cielo molto meno ricco. Lo stesso avviene con gli astronauti in orbita intorno alla Terra. La Terra, quando viene illuminata dal Sole diventa migliaia di volte più luminosa delle stelle intorno e come risultato, nelle foto non si vede traccia della pallida luce delle lontane stelle.

Buzz Aldrin vicino ad uno seismometro montato durante la missione Apollo 11. Credit: NASA

Ovviamente le stelle sono li, e gli astronauti le possono vedere se si voltano nella direzione opposta al Sole. Ma la ragione per cui non le vediamo noi sta anche nella natura delle macchine fotografiche che non riescono a recuperare abbastanza luce da questi lontani e piccoli puntini e vengono velocemente inondate dalla luce solare. Per evitare che le foto siano troppo esposte, gli scatti sono veloci e quindi il tempo di esposizione alla luce stellare è veramente troppo basso. I nostri occhi sono molto più sensibili alla luce rispetto alle macchine fotografiche e quindi gli astronauti possono vedere molto più di quanto possono farci vedere a noi qua giù.
Anche le missioni Apollo hanno avuto lo stesso problema. La luce riflessa dalla regolite di cui è coperta la superficie è così intensa che avrebbe reso sbiancate tutte le immagini.
Ma le foto delle stelle non mancano. Sono però di un tipo particolare chiamato time-lapse. In pratica la camera viene lasciata esposta per durate molto lunghe in modo da permettere a molto più fotoni di fissarsi nell’immagine. Un effetto è che poi le stelle si vedono durante il loro movimento, come strisce lunghe nel cielo.

Fotografia ottenuta da Don Pettit, astronauta ed ingegnere di volo della Expedition 30 e 31 a bordo della ISS. L’immagine è stata ottenuta con tempo di esposizione di circa 15 minuti, ottenuta scattando multiple rapide esposizioni da 30 secondi, aggiunge poi insieme grazie ad un software. Credit: NASA/Don Pettit

Per registrare l’immagine di una singola stella, l’obbiettivo dev’essere esposto per minuti o anche ore, per arrivare ad avere abbastanza fotoni da distinguere la pallida luce stellare. Ovviamente si tratta di casi in cui non c’è un altra cosa nella fotografia. Se gli astronauti facessero lo stesso quando riprendono se stessi, la luce riflessa dalla loro tuta sarebbe così tanta che alla fine del processo si vedrebbe tutto sbiancato.
Una cosa da ricordare però, è che dallo spazio non si vedono tantissime stelle in più rispetto ai posti migliori sulla Terra. Il numero di stelle visibili dalla Terra durante una serata particolarmente buia, in cima ad una montagna con l’atmosfera molto secca, è più o meno lo stesso visibile dagli astronauti. Con l’aggiunta di alcune più pallide, ma non un numero così grande da vedere la differenza ad occhio nudo. ( http://www.link2universe.net/ )

L’orrendo castello di bugie contenuto in questo articolo può essere facilmente demolito con una sola considerazione: se era impossibile, dalla Luna, fotografare contemporaneamente stelle, pianeti e astronauti, perchè non hanno preso immagini con regolazioni apposite delle macchine fotografiche? Un’occasione più unica che rara di scattare immagini meravigliose di nebulose e galassie in totale assenza di atmosfera, 20 anni prima del lancio del telescopio spaziale Hubble. O no?

19 settembre 2016

In memoria di padre Amorth

Uno strano cognome aveva Gabriele Amorth uno degli esorcisti più famosi morto il 16-9-16 a 91 anni. Non sono riuscito a risalirne al significato etimologico. In dialetto del modenese, di dove era originario, significa “morto”, forse deriva dal latino ‘a morte’ (‘dalla morte’. [è lo stesso sacrdote che spiega l’origine del suo nome: ‘am Ort’ ‘al luogo’ in tedesco esendo i suoi avi originari di Innsbruck]
Era nato il primo maggio 1925, festa degli “illuminati”, “civilizzata” con la festa dei lavoratori da cui la numerologia 15,1-5, 105, 51 eccetera. Nel video sopra il sacerdote afferma che la massoneria controlla tutto, assolutamente vero, ma niente dice sulle radici luciferine di quelle organizzazioni in massima parte segrete. Ne dice, almeno mai l’ho sentito dire, che la cosiddetta laicizzazione della vita sociale è chiaramente opera degli adoratori del tizio cornuto che detestano i simboli religiosi data la loro sottomissione all’Abisso.
Oggi esigono rimuovere i crocefissi dai luoghi pubblici ed eliminare le festività religiose. Impiegano la scusa degli “islamici” (che vengono fatti entrare a questo SOLO scopo). Ciò fa trasparire cosa siano realmente quegli ambienti culturali “laicisti”, “progressisti”, “atei” che improvvisamente si scoprono sostenitori dell’islamismo e teologi maomettani. Padre Amorth dice una verità immensamente verificabile: “il trucco del Diavolo è di fare apparire il peccato come una conquista [di civiltà]“.
Come mai tanti esorcisti (quindi dalla preparazione spirituale adeguata) non dicono che la società occidentale dominata dai consumi sfrenati e dall’edonismo conclamato è forgiate dagli adoratori del tizio cornuto?
Per me, resta un profondo mistero. Già, “profondo” quanto l’Abisso.