Colpo di stato in America

Stasera, mentre raccoglievo un po’ di mele e pere biologiche dal mio orto, stavo rimuginando sulla strana vicenda della Clinton: la presunta malattia e la “sosia”.
Per me, è una montatura per evitare a tutti i costi di fare vincere Trump rinviando le elezioni col fatto che uno dei due candidati “sta poco bene”. Ricordiamo l’avversione feroce verso Trump da parte dei pervertiti di Hollywood e dei fankazzisti pseudo-intellettuali nei mega-atenei. Potrebbero avere architettato l’intera operazione complice l’abbronzato che, dalla Casa, Bianca dirige la CIA.
Trump se ne sta zitto. Evidentemente ha subodorato che non lo vogliono fare vincere davvero a ogni costo.
Il miliardario newyorchese, al pari del nostro omino “arcoriano”, non capisce di essere un coglione. Pensava, ebbro della sua ricchezza, di vincere democraticamente.
Errore grossolano sottovalutare l’infinita astuzia dei comunisti. D’altronde, i parassiti devono essere più scaltri di chi si accontenta di lavorare onestamente.
La mia sensazione è tale. In America non possono impiegare la magistratura come fanno in Italia, per esempio contro la Lega. Da loro, la separazione dei poteri dello stato teorizzata da Montesquieu funziona veramente.
La sceneggiata della Clinton mira ad annullare le elezioni presidenziali materializzato famigerato “terzo mandato d Obama” da cui si vocifera oltre un anno ormai.

Incredibbile (2 b), a Grillo e Fusaro deve essere andato di traverso l’erbazzone o hanno mangiato un piatto di trofie al pesto avariato. Totalmente condivisibile ciò che Fusaro dice qui:
http://www.beppegrillo.it/2016/09/iodicono_di_diego_fusaro.html

Come facilmente prevedibile, il piano Kalergi ce lo fanno pure pagare a noi!
‘Non bastava la disastrosa riforma Fornero? Ora Monti progetta una patrimoniale UE pro immigrati’