I sassi di Sais

L’Agenzia Spaziale Europea ha deciso di chiamare il luogo di impatto di Rosetta con il nome “Sais”, la località in cui venne originariamente rinvenuta la stele di Rosetta.
Quella riportata è l’ultima immagine inviata dalla sonda, ripresa con la Wide-angle camera a soli 25 secondi dall’impatto e a una altezza di 20 metri dalla superficie di Sais. La regione inquadrata è ampia poco meno di 1 metro e la sfocatura è dovuta al fatto che la fotocamera aveva una messa a fuoco “all’infinito” ma, se l’immagine fosse stata a fuoco, avrebbe mostrato dettagli di 2 millimetri. ( http://aliveuniverse.today/ )

I sassi di Sais