Archive for ottobre 17th, 2016

17 ottobre 2016

I Satelliti TV non esistono: la conferma

Questo signore, che ringrazio per il video di risposta, tenta di smontare la teoria seconda la quale i satelliti della TV a diffusione diretta sono inesistenti. Ma è una completa catastrofe.

  1. Le parabole satellitari, in ispecie nei paesi non allineati e poco infra strutturati, puntano immancabilmente verso l’orizzonte, non verso il cielo.
  2. L’orbita geostazionaria si trova a 36.000 km d’altezza circa. Una quota diversa, da lui indicata, non consentirebbe di completare l’orbita ogni esattamente 23 ore, 56 minuti e 4 secondi da cui la dicitura ‘geostazionario’.
  3. Da tale distanza (circa il triplo del diametro terrestre) occorrerebbe una potenza d’impianto spaventosa. Non ci è dato sapere come vengano alimentati tali dispositivi.
  4. Quali sono le frequenze su cui operano i satelliti TV? La legge del quadrato inverso alla distanza (1/d2) dice che raddoppiando la distanza arriva solo un quarto del segnale emesso. Da 36 mila km, che segnale possiamo ricevere? Esiste una soglia limite anche per gli amplificatori più sofisticati i quali, fra l’altro, non vengono integrati in apparecchi da poche decine di euro disponibili nei centri commerciali.

Le tesi sostenute nel video sono valide sulla carta, anzi sulla lavagna. Tuttavia, nel mondo reale le cose stanno diversamente.

Articoli di approfondimento: TV satellitare, esiste o si tratta di una beffa?I satelliti GPS non esistono!La beffa dei telefoni satellitari

Annunci
17 ottobre 2016

“Coscienza civica” chiede al Tar del Lazio l’annullamento del quesito referendario

Il movimento, a cui aderiscono diversi sindaci e amministratori locali del Molise, parteciperà all’udienza davanti al Tar con un atto d’intervento ad adiuvandum
Il movimento molisano ‘Coscienza Civica’ ha depositato presso il Tar Lazio “l’atto di intervento ad adiuvandum nel giudizio” per l’annullamento, previa sospensione, del quesito referendario del prossimo 4 dicembre.
Il movimento civico, a cui aderiscono diversi sindaci e numerosi amministratori locali delle province di Campobasso e di Isernia, annuncia che sarà presente all’udienza di lunedì prossimo, 17 ottobre, davanti al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, rappresentato dagli avvocati Pino Ruta, Margherita Zezza e Massimo Romano.
“Il movimento – spiega ‘Coscienza Civica’ in una nota – chiede, dunque, l’annullamento del Dpr che ha indetto il referendum, ritenuto illegittimo e fuorviante, in quanto menziona soltanto alcune delle modifiche apportate alla Carta, peraltro senza indicare gli articoli della Costituzione modificati, e dunque traendo in inganno gli elettori”. ( http://www.ilpopulista.it/ )

Come preannunciatovi da me molti mesi fa, i poteri occulti, impersonati giuridicamente da oscure associazioni come questa (CC = 33), cercano in ogni modo di fare passare le riforme renziane fatte di piano Kalergi, eliminazione della democrazia rappresentativa, euro, droga, eutanasia, gay e tutta la sbobba luciferina senza il consenso degli italiani.