Le misteriose profezie dell’amaro Giuliani


Terremoto, Giuliani: “Prossime 48 ore a rischio, può arrivare la scossa principale sino a 7.5
A rischio le prossime 48 ore: potrebbe arrivare un’altra scossa, la principale, fino a 7.5 gradi di intensità. A spiegarlo a “Leggo” è il sismologo Giampaolo Giuliani che nel 2009, inascoltato, aveva previsto il terremoto de L’Aquila. Ma questa volta è andata diversamente: anche il terremoto di questa mattina, infatti, poteva essere previsto e lo è stato. Il professore Giuliani, infatti, dalla scorsa settimana fa appelli ai cittadini per evitare che qualcuno resti in abitazioni a rischio. “Era prevedibile il terremoto di questa mattina – spiega il sismologo – sono giorni che mi rivolgo alla cittadinanza: mi sono arrivate anche 500 telefonate al giorno. Meglio così: abbiamo evitato tanti morti. Ho ricevuto telefonate giorno e notte di chi, nella paura, cercava di capire. A tanti ho detto: non dormite in edifici danneggiati. Ed oggi sono felice di sapere che non ci sono stati morti”. ( http://www.leggo.it/ )

Attira l’interesse questo strano signore, salito agli onori della cronaca in quanto avrebbe previsto il sisma dell’Aquila nel 2009. Già allora avanzai dubbi sulla “naturalità” di quell’evento. Berlusconi portò Obama fra le macerie in visita, se rammentate.
La tettonica dell’Italia centrale è talmente complessa che nessuno può pronosticare niente di niente. Ogni 100 metri, la reologia (= reazione a sforzi) e la composizione delle rocce superficiali (che sono poi quelle che contano) varia.
Questi sono sismi chiaramente indotti, immettendo nella crosta terrestre energia sotto una qualche forma. Probabilmente sotto forma di onde elettromagnetiche facilitate rendendo più conduttiva l’aria atmosferica tramite scie chimiche.
Che ruolo gioca questo personaggio che ogni tanto si reca negli USA?

https://i2.wp.com/www.quotidianodipuglia.it/photos/PANORAMA/38/83/2053883_terremoto1.jpg