La vittoria di Trump inscenata nei minimi particolari

Non solo in un episodio dei Simpsons trasmessa nel 2015 (ideata forse nel 2014, non 2000) era stata predetta la conquista della Casa Bianca da parte del miliardario newyorchese ma anche nella ritualità dei gesti. Inoltre, nella scenografia e nella assegnazione vittoriosa degli stati a repubblicani (rossi) o democratici (blu).
Probabilmente l’unica incognita che gli “illuminati” (uso, per comodità, un termine di moda) si riservano è quella temporale. L’11 settembre avrebbe dovuto forse essere del 1999, a 33 anni di distanza dall’inizio della costruzione delle Torri Gemelle. Nei Simpson fu preannunciata in una puntata trasmessa nel ’97. Per un qualche motivo, slittò di due anni la loro distruzione in diretta TV mondiale. Mancando così la profezia di Nostradamus, una delle poche in cui indica un anno preciso, cioè il 1999.
Adesso tocca a Donald Trump. Nei Simpson si profetizza che alla Casa Bianca, dopo di lui, entrerà una donna. Osserverete che, per sicurezza, nella prossima tornata saranno due donne a competere per la presidenza degli Stati Uniti d’America.

trump simpsons profezia