Torna la deflazione sull’Italia: prezzi di ottobre in calo

I dati dell’Istat: prezzi in calo dello 0,1% su base mensile e dello 0,2% su base annua. I consumi restano al palo
A ottobre l’ inflazione cala dello 0,1% su base mensile e dello 0,2% su base annua, “mostrando nuovamente tendenze deflazionistiche”. La stima preliminare era -0,1%. Lo rende noto l’Istat. In particolare, l’inflazione acquisita per il 2016 è dello 0,1%, sullo steso livello di settembre. Questa flessione, spiega l’istituto di stastica, è dovuta principalmente al marcato ridimensionamento della flessione dei prezzi dei beni energetici il cui calo si accentua lievemente (-3,6% dal -3,4% di settembre) per effetto di una più intensa flessione dei prezzi di quelli regolamentati (-6,0%, era -3,8% a settembre) e di un parziale rientro della contrazione dei beni energetici non regolamentati (-0,9%, da -2,7% del mese precedente).
A preoccupare, dai dati odierni, è il fatto che anche considerando la dinamica dei prezzi al netto dei beni energetici si ha un rallentamento “in misura significativa, attestandosi a +0,2% (era +0,5% il mese precedente). Analogamente, al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, l’’inflazione di fondo’ scende a +0,2% (da +0,5% di settembre)”. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,1% su base mensile e registrano una diminuzione dello 0,2% su base annua (la variazione era nulla a settembre). I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto aumentano dello 0,1% in termini congiunturali e registrano una crescita su base annua stabile allo 0,2%. L’indice dei prezzi al consumo armonizzato (IPCA) aumenta dello 0,2% su base mensile e diminuisce dello 0,1% su base annua, (da +0,1% di settembre), confermando la stima preliminare. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, registra una variazione nulla su base mensile e diminuisce dello 0,1% nei confronti di ottobre 2015 ( http://www.ilgiornale.it/ )

OK, prima di tutto, i dati ISTAT sono falsi, così ciò che scrive Il Giornale. Siamo in piena biflazione, in verità. Il prezzo dei beni di prima necessità, quali cibo di qualità e farmaci, incrementano esponenzialmente, altro che deflazione! Berlusconi e Grillo sono ‘ruote di scorta’ del governo Renzi. Il loro scopo è unicamente di salvaguardare il progetto massonico di super-stato europeo continentale.
Se siete commercianti, artigiani, gestite un bar o ristorante, siete negozianti e coltivatori diretti (come me) non dovete fidarvi di ciò che dice la TV o scrivono i giornali.
Loro esigono la vostra disperazione purché si salvino l’euro, i clandestini, la droga legale, le moschee e la UE. E tutti gli altri ammennicoli del NWO.
Prima di aprire o espandere un’impresa, dovete pensarci su millle e una volta.
OK?