Clandestini, in Sardegna non ce ne stanno più ma ne continuano lo stesso ad arrivare

Invasione programmata. Clandestini, in Sardegna non ce ne stanno più ma ne continuano lo stesso ad arrivare. Ancora 854, tra i quali 198 marocchini, approdati al porto di Cagliari. L’isola però è satura e probabilmente verranno inviati in altre località della penisola
Approdata nel pomeriggio di martedì al molo Ichnusa del porto di Cagliari la nave Diciotti dalla Guardia costiera con a bordo 854 clandestini, recuperati nei giorni scorsi al largo delle coste libiche. Si tratta di 771 uomini, 45 donne e 38 minori: 597 arrivano dall’Africa Subsahariana e 206 dal nord Africa; 198 sono di loro marocchini. Tra le altre nazionalità 57 sono i cittadini del Bangladesh, 145 i senegalesi, 5 i siriani e 4 gli egiziani. La Capitaneria di porto di Cagliari ha coordinando tutte le operazioni al molo dove la Prefettura ha predisposto tende e attrezzature per la prima accoglienza. ( http://www.ilpopulista.it/ )

Stanno realizzando il piano Kalergi a tappe forzate. Si tratta di un risvolto della dottrina luciferina contro il capitolo 11 della Genesi (Bibbia).
Perchè la Sardegna?

  1. È poco popolata e ben infrastrutturata (scuole, poste, ospedali), una regione “ricca” (rispetto quantomeno agli standard africani).
  2. È poco multirazziale, essendo terra di emigrazione più che l’opposto.

In parlamento, dal governo Monti in poi, (sempre col pieno appoggio dei 5S) non passa settimana che venga approvata una legge di stanziamento a favore degli immigrati mentre per gli italiani solo più tasse e tagli ai servizi.
Intanto che realizzano ciò, distraggono il popolino. Il nuovo “leit motif” da dibattere in TV è il referendum, promosso dalla CGIL sullo Steve Jobs Act. Tutti sappiamo, se mai si svolgerà, che verrà fissato in una domenica in cui non si raggiungerà il quorum. Quindi, tutto rimarrà come prima. Anzi, lo Steve Jobs Act lo peggioreranno per “favorire l’integrazione lavorativa dei migranti”.
La CGIL aveva, del resto, chiesto di regalare case in Sardegna ai clandestini e Beppe Severgnini di regalare terreni demaniali incolti, sempre agli immigrati, in Abruzzo e Sardegna.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/migranti-idea-cgil-usarli-ripopolare-aree-disabitate-1270875.html

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/stramba-idea-severgnini-ai-profughi-terre-incolte-sardegna-e-1191126.html

In tal modo, avranno pure il pretesto, di obbligare i comuni a costruire le moschee in funzioni anticristiana (col pieno appoggio del Vaticano!) eliminando ogni riferimento religioso nella società civile e scuola “per non turbare i bimbi migranti”. Ci aveva già provato Tremonti (gruppo Aspen, Rockefeller) con l’abolizione delle festività patronali “per incentivare il PIL”. Un fattore economico che non esiste, è incalcolabile, numero puramente inventato. Di recente, la massona romana Serracchiani, che hanno fatto eleggere dai coglioni friulani ha ridotto le vacanze scolastiche di Pasqua. Nel programma della P2 c’è l’abolizione della Pasqua in spregio a Gesù Cristo.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/friuli-serracchiani-cancella-vacanza-gioved-santo-1274265.html

E siccome in Sardegna di lavoro non ce n’è, per loro è pronto il “reddito di cittadinanza ” pentastellato. Vi spiego da anni che il rdc è destinato quasi esclusivamente agli stranieri, per gli italiani bisognosi, rimarranno le briciole.

http://www.giornaledibrescia.it/bassa/natale-e-polemica-cancellato-ges%C3%B9-dalle-canzoni-delle-elementari-1.3137720

Notare che quelli che non vogliono le canzoni di Natale con Gesù sono gli stessi favorevoli all’islam e al burqa. Non è magico?


NOTA PERSONALE Ieri s’è ammazzato il mio vicino di cascina in un incidente stradale. In Italia, decedono più di 10 mila persone causa sinistri stradali ma le statistiche vengono edulcorate in nome del dio petrolio, quello cui vengono intonati inni di lode senza questioni.
http://www.bresciaoggi.it/territori/bassa/tragico-scontro-nel-mantovano-muore-pensionato-di-80-anni-1.5353998?refresh_ce#scroll=627

Advertisements