I bilanci di Trenitalia e NTV sono fasulli?

Italo sbarca sulla Milano-Venezia Acquistati 12 treni, 150 le assunzioni
Per Alstom una commessa del valore di 1,2 miliardi di euro considerando anche i servizi di manutenzione. La competizione con Trenitalia sui prezzi e sui servizi (Corriere della Sera)

Gli investimenti per la TAV, sia infrastrutturali che per il servizio, sono immensamente superiori ai ricavi previsti. Vuol dire che il progetto TAV transnazionale europeo ha altri scopi: costruire una nuova rete ferroviaria che “unisca” il super-stato continentale in fase di realizzazione.
L’immane costo economico (e ambientale) dell’alta velocità Torino-Lione non sarà mai recuperato, nemmeno in 100 anni.
Hanno inscenato una finta concorrenza, in Italia, fra Italo e Frecciarossa in modo tale da avere il pretesto di abbassare il costo dello spostamento della gente favorendo la mescolanza delle razze. Abbiamo osservato, di recente, le proteste dei dipendnti statali meridionali che non vogliono venire al Nord causa costo della vita elevato. Almeno col pretesto delle “promozioni” quasi gli regalano il biglietti per viaggiare in treno. Idem con gli scafisti, raramente arrestati e mai condannati, che traghettano clandestini in Italia a nessun rischio.
Solito esempio: in Piemonte hanno chiuso ben 13 (tredici) ferrovie locali per risparmiare miseri 4 milioni di euro annui. Non si capisce perchè, onde incrementare il trasporto passeggeri su rotaia, sconti e promozioni non vengano applicati sulle tratte secondarie.
Il governo Renzi ha stanziato 4 miliardi di euro per l'”accoglienza”, mille volte tanto. Quindi, i soldi ci sono. Tutta la manfrina sugli “sprechi” e il “rigore nei conti” è servita a ridislocare stanziamenti da capitoli di spesa ad altri.
Capito?

Advertisements