Rosario Marcianò si smaschera come agente dei poteri occulti?

Avevo sempre avuto dei sospetti sull’operato di Rosario Marcianò. La sua renitenza ad occuparsi di Terra piatta e sbarco sulla Luna, qualche post sulla ISS che mi aveva dato l’idea essere stato pubblicato apposta per darsi una patina di credibilità.
Questo post lo conferma. Scrivere alla Boldrini significa legittimarla. Quando essa, imposta come indipendente nelle liste SEL (quindi non è neanche comunista), agisce chiaramente per conto dei poteri occulti.
Vi avevo già fatto osservare due cose: la prima è che le scie chimiche sono probabilmente un’arma di distrazione di massa, in quanto, i poteri occulti le spruzzerebbero già completamente trasparenti. Ovviamente LE SCIE CHIMICHE ESISTONO ma, al pari dei dibattiti sui vaccini, sono impiegate anche a scopo mediatico. La seconda cosa che mi da da pensare è il coinvolgimento di Marcianò in processi e cause giudiziarie reali. Tutti sanno che l’apparato giudiziario è una messa in scena e tutto ciò che vi finisce dentro è automaticamente legittimato. Se la massoneria vuole ostacolare qualcuno, non lo trascina di certo in tribunale. E parlo per esperienza personale.
Il siciliano residente in Liguria si rende, a dir poco, ridicolo quando, riferendosi ai debunker, scrive: Allora mi sorge un dubbio: che siano davvero agenti governativi? La Boldrini è stipendiata dallo stato e “da lavoro” ad altri statali come ogni azienda “da lavoro” prima alle imprese appartenenti al suo stesso proprietario.
A naso, direi che con questo post, Marcianò si smaschera definitivamente come gatekeeper, al pari dei vari Mazzucco, Mandarà, Chiesa e altri ancora insospettabili. Peccato.

Advertisements