“Valeria Solesin è viva”: i genitori della ragazza morta nell’attentato di Parigi del 2015 querelano il complottista sanremese Rosario Marcianò

valentina solesin rosario marcianò

Sanremo. Guai giudiziari in vista per Rosario Marcianò. Il “complottista” web della Città dei Fiori, tra i primi in Italia e nel mondo a puntare il dito contro le “scie chimiche” – secondo quando scrive il quotidiano “Il Mattino” – è stato querelato dai genitori di Valeria Solesin, la ragazza veneta morta durante la strage dell’Isis al teatro Bataclan di Parigi del 13 novembre 2015. L’azione legale è partita perché, da tempo tramite Facebook prima e Twitter dopo, Marcianò continua a sostenere che l’attentato sia stato una “false flag” (una montatura) e che Valentina sia ancora viva, se non addirittura mai esistita.
A provarlo, sempre secondo il “profeta delle scie chimiche” ci sarebbero foto e video che la ritraggono sana e salva dopo la strage. Marcianò ha continuato a propagandare le sue teorie su Facebook finché, dopo varie segnalazioni alla Procura di Venezia, il suo profilo non è stato chiuso e poi è andato avanti su Twitter. E questa è la goccia che avrebbe fatto , per i genitori di Valeria, definiti perfino “attori” da Marcianò, letteralmente fatto traboccare il vaso. ( http://www.riviera24.it/ )

Tale notizia non fa che confermare la mia intuizione che anche Rosario Marcianò faccia parte del sistema dell’opposizione controllata al pari dei vari Mandarà, Mazzucco e G. Chiesa, Border Nights, Accademia della Libertà e porcherie varie.
Ovvio che la querela non porterà da nessuna parte come ogni indagine sugli “attentati islamici” (che “uniscono l’Europa”), sono inscenati per islamizzare il Vecchio Continente costringendo gli stati a unirsi contro un falso nemico comune e accettare migliaia di moschee in funzione anticristiana. E imporre l’accoglienza di milioni di neo-consumatori mantenuti col “reddito di cittadinanza”. Padre Amorth, massimo esorcista italiano recentemente scomparso, soleva dire che, più ci si avvicina al diavolo, più egli e soggetto a tremolii e scosse che lasciano trapelare la sua presenza. Marcianò scrive la parola “stato” con la “s” maiuscola. La lista dei falsi complottisti è solo destinata ad allungarsi.
E ciò rafforza il mio sospetto che le cosiddette scie chimiche siano una sorta di operazione psicologica (psy-op) globale al pari di “Isis”. Difatti, esse vengono irrorate principalmente sui centri abitati e grandi città dove le élite tengono le loro dimore aristocratiche. Se le chemtrails fossero realmente dannose, ciò non sarebbe possibile. Certi livelli di potere sono davvero intoccabili, e, nuovamente, parlo per conoscenza diretta.

https://pianetax.files.wordpress.com/2017/01/4a5ed-img_1732-animation.gif

Advertisements