Gelo, prezzi degli ortaggi ancora in rialzo nei Mercati

Il maltempo eccezionale che imperversa nell’area del Mediterraneo sta portando netti incrementi di prezzo per una decina di ortaggi invernali, la cui offerta attuale è particolarmente scarsa.
Nell’ultima settimana, in base a quanto emerge dagli ultimi bollettini redatti dai Mercati all’ingrosso italiani, le crescite più importanti sono imputabili a cicorie, bietole, spinaci, lattughe, indivie, finocchi, cavoli, zucchine, peperoni, pomodori a grappolo e melanzane (queste ultime, ieri, hanno superato abbondantemente i 3 euro il chilogrammo, con punte massime di oltre 4 euro), in rappresentanza di un paniere significativo che solitamente vale circa il 25-30% dei volumi commercializzati a gennaio.
Il cavolfiore è l’unico ortaggio tipicamente invernale che nelle ultime sedute ha mostrato una regolarizzazione del prezzo di vendita: il prodotto di origine nazionale quota a un livello comunque elevato – compreso tra 1,3 a 1,5 euro il chilogrammo – e superiore a quello proveniente dall’estero.
Di fronte al perdurare delle difficoltà climatiche in Italia, Spagna e Marocco, alcuni operatori ritengono che ci vorrà almeno una settimana per vedere un significativo incremento dell’offerta di verdure e, dunque, un calo generalizzato delle quotazioni.
La Gdo nazionale, da parte sua, negli ultimi giorni ha deciso di mantenere calmierati i prezzi per non accusare un calo delle vendite, dopo che i media generalisti hanno rimarcato più volte i forti rincari dell’ortofrutta, sfavorendo, di fatto, il senti [ http://www.italiafruit.net/ )

La soluzione è sempre quella. AUTOPRODUZIONE DEGLI ALIMENTI. si può fare minimamente anche sul balcone/terrazza di casa. Ma se avete a disposizione un fazzoletto di terra, è ora di cominciare, la primavera incombe. Una bustina di sementi costa un euro o perfino meno. Si tratta di sperimentare verificando quali ortaggi vengano meglio nel vostro tipo di terreno. Bisogna solo avere cura nel seminare varietà biologiche-rustiche che non necessitino di troppe lavorazioni o trattamenti antiparassitari chimici, oltremodo costosi dopo che nocivi per la salute.
Cosa state aspettando?
Per consigli pratici, se proprio latitate del pollice verde, scrivetemi.
Fra parentesi, l’agricoltura rappresenta una splendida occasione formativa per ragazzi e ragazze al rispetto per l’ambiente naturale invece che parcheggiarli davanti alla TV o videogiochi spacca cervello.

ortaggi auto produzione

Advertisements