Archive for aprile, 2017

25 aprile 2017

Gli immigrati “acquisiscono” l’Italia

Alex Jones, del sito Infowars, è un agente della CIA il cui vero nome è Bill Hicks. Ce lo dice in faccia cosa gli USA vogliono fare di noi. Impiegarci come campo di rieducazione per africani mantenuti da sussidi statali stornando soldi dai fondi per pensioni, sanità, trasporti destinati ai cittadini italiani.
Ve lo scrissi giù nel 2010 che quando non avrebbero più avuto la scusa del “lavori che gli italiani non vogliono fare”, li avrebbero trasformati in “profughi”. Dietro c’è il piano Kalergi eil progetto luciferino di Nuovo Ordine Mondiale.
Nella ex Jugoslavia, il massone maresciallo Tito aveva ordinato da Belgrado di lasciare entrare gli albanesi in Kossovo senza opporre resistenza per non essere “nazisti”. Sappiamo tutti come è andata a finire. Ora, il giochetto lo stanno rifacendo con Italia su ordine di Bruxelles (che è sempre una emanazione di Washington).
Quindi la situazione socio-economica dell’Italia continuerà a deteriorarsi finché salteremo in aria. Io lo scrivevo nel 2005 (12 anni fa) che ci avrebbero trasformato in una sorta di super-Kossovo nel cuore dell’Europa.
Si salvi chi può!
PS Ah, dimenticavo. Buon 25 aprile!

23 aprile 2017

ISTAT: più di una famiglia su 10 in grave difficoltà economica nel 2016

L’11,9% delle famiglie italiane è in “grave deprivazione materiale”, ha sottolineato il direttore per la produzione statistica Istat in audizione in Parlamento, invocando “l’urgenza degli interventi previsti dal Governo per il contrasto alla povertà”
Oltre una famiglia italiana su dieci si è trovata in gravi difficoltà economiche nel corso del 2016. È quanto ha comunicato oggi l’Istat per bocca del direttore del Dipartimento per la produzione statistica Roberto Monducci, dando conto dei primi dati provvisori sulla povertà e l’economia italiana riguardanti lo scorso anno. L’11,9% delle famiglie italiane nel 2016 si è trovata nelle condizioni di “grave deprivazione materiale”, ha affermato infatti Monducci davanti ai membri delle commissioni Bilancio di Camera e Senato, nel corso dell’audizione sul Def. In generale “si tratta di una quota sostanzialmente stabile della popolazione italiana rispetto all’anno precedente” ha chiarito il rappresentante dell’istituto nazionale di statistica, aggiungendo però che l’indice peggiora per alcune categorie già svantaggiate
“Tra il 2015 e il 2016 l’indice peggiora per le persone anziane (65 anni e più) salendo dall’8,4% all’11%” e “per chi vive in famiglie con persona di riferimento in cerca di occupazione (dal 32,1% al 35,8%)”, ha elencato Monducci davanti ai parlamentari. “In lieve diminuzione rispetto agli anni precedenti” solo la quota di popolazione con meno di 18 anni: “1 milione 250 mila minori, pari al 12,3 per cento”. ( http://www.fanpage.it/ )

C’era una legge in Brasile (non so se ancora in vigore) che vietava di lavorare quando la temperatura raggiunge o supera i 40 gradi. Ovviamente, nelle fabbriche, i termometri aziendali rimanevano inchiodati sui 39 gradi anche se immersi nel piombo fuso!
Mi è venuta questa reminiscenza, leggendo la notizia. I dati ISTAT (come ogni altra statistica) sono grassamente fasulli, atti a conservare al governo coloro che ci vogliono distruggere in nome dell’iperuranico super-stato europeo e dell’euro.
Lo scrissi anni fa che, coll’andare del tempo, ci saremmo sempre più resi conto che ciò che scrivono i giornali è pura cacca. Notizie false. In Italia, per chiarire, le famiglie con l’acqua alla gola, se non già alla canna del gas, sono almeno un quinto, se non un quarto della totalità. In tal senso, siamo davvero all'”undici settembre”. Forse ciò intendono.
ADDENDUM 24-4 ELEZIONI IN FRANCIA Come era prevedibile, hanno fatto vincere Macron di un partito creato dal nulla con slogan fittizi tipo “innovazione”, “società digitale”, “rinnovamento della politica”. Stesso cliché impiegato per creare i fenomeni Renzi, Grillo, Tsipras, Iglesias, le rivoluzioni colorate in Europa e le primavere arabe in Nordafrica.

23 aprile 2017

23 chiamate per abortire. Non era vero.

di Costanza Miriano

Era tutto falso. Purtroppo non è vero che non sia facilissimo abortire. Non è vero che ci siano troppi obiettori di coscienza. Un’inchiesta della magistratura ha ristabilito la verità.
Ricordate quella donna veneta di 41 anni, a cui i giornali avevano dato il nome di Giulia buttandosi a pesce sulla sua vicenda, raccontando che siccome “non intendeva inoltrarsi lungo il sentiero della gravidanza” (leggi: voleva uccidere il bambino che aveva in grembo) e non aveva trovato posto in numerosi ospedali era stata costretta a un calvario di 23 tentativi a vuoto prima di trovare un medico che la facesse abortire? Ricordate come tutti i media ci si erano buttati a pesce, rinnovando la bufala dell’obiezione di coscienza, per appoggiare il presidente della Regione Lazio che al San Camillo aveva indetto un bando per medici ginecologi riservato ai non obiettori, bando di dubbia costituzionalità?
Bene, anzi male. Era tutto falso.
Adesso Massimo Gramellini, il Corriere della Sera, la redazione di Uno mattina, il Fatto Quotidiano, Repubblica, tutti i tg che hanno dato risalto alla bufala senza prendersi la briga di verificarla chiedano scusa in ginocchio, o diano a un’ampia rettifica lo spazio che hanno dato alla falsa notizia, oppure siano radiati da tutti gli albi del pianeta. Massimo Gramellini in particolare, visto che è il firmone del Corrierone e che ci ha scritto un pezzo caramelloso, ne scriva uno altrettanto lacrimevole e pieno di buoni sentimenti in difesa del bambino che è stato ucciso rapidamente e, temo, in barba alla legge che prevede che lo Stato tenti tutte le vie per evitare che una donna decida per la morte di suo figlio. I magistrati che hanno indagato sulla denuncia della Cgil, il procuratore aggiunto Valeria Sanzari e il comandante dei nas Marco Passarelli hanno concluso che le tante telefonate la donna le ha fatte in preda a “uno stato di ansia”, e che nessun ospedale l’ha respinta, nessuno le ha negato l’aborto. Ha fatto la visita una settimana dopo la chiamata, e ha abortito tre settimane dopo, nel pieno rispetto dei termini della 194.
Adesso i media del pensiero unico siano onesti una volta tanto. Facciano un’indagine seria e senza preconcetti. Onestamente. Trovino una donna in Italia, una sola, che voleva abortire e non ha potuto farlo. Se non la trovano – non la troveranno, è certo – scrivano a caratteri cubitali che in Italia NON c’è un’emergenza aborto, che non ci sono troppi obiettori, che l’obiezione è un diritto sacrosanto e inviolabile, che la 194 garantisce alle donne la piena autodeterminazione, che purtroppo non la garantisce ai padri dei bambini né tanto meno ai bambini, che non è applicata nella parte fondamentale, scritta all’articolo 1, che prevede che l’aborto sia l’extrema ratio dopo che si siano provate tutte le strade per evitarlo. A questa Giulia in stato di ansia qualcuno ha detto che le sarebbe stato vicino nel tirar su il suo bambino? Se c’erano problemi economici, o di orari di lavoro, qualcuno le ha detto che questo bambino sarebbe stato un bene, che tutti tifavamo per lei? Qualcuno ha provato a calmare la sua ansia, a dirle che poteva anche lasciare il suo bambino in ospedale dopo nato, che qualcuno sarebbe stato infinitamente felice di poterlo adottare, se proprio lei non ce l’avesse fatta, neanche stringendolo fra le braccia? Qualcuno si scandalizza per questo, per le bugie gridate ai quattro venti, e le verità nascoste nelle brevi? (dal blog di Costanza Miriano)

Negli anni ’60, la massoneria fece approvare divorzio e poi aborto ovunque, partendo dai paesi “progressisti” dove il lavaggio del cervello attraverso la scuola pubblica ha avuto più successo “democratico”. Per esempio Nordamerica e Nordeuropa. Poi è stata la volta del “diritto” al suicidio mascherato da “buona morte” (eutanasia) e libertà di drogarsi venduto come “uso terapeutico”. Rammento solamente, in Italia, la recente sceneggiata di DJ Fabo, personaggio mai esistito, impersonato da attori quali Valeria Solesin e altre “vittime” degli attentati “islamici” nel vecchio continente.
Come io avevo subodorato, cercano di liberalizzare completamente l’aborto, sempre in spregio ai 10 comandamenti. Quasi una decina di anni fa, scrissi che Pannella e Grillo avrebbero legalizzato l’aborto perfino al nono mese e mezzo di gestazione!
Esempio di come funziona il sistema lo avete sotto gli occhi con Trump. Sta facendo esattamente l’opposto di ciò che ha promesso in campagna elettorale: in politica estera è perfino peggio di Obama e sta surrettiziamente facendo passare la droga legali in tutti gli USA. Dopo che, in campagna elettorale, aveva tuonato contro gli spacciatori messicani che “vendono droga ai nostri bambini”. Il “muro” al confine col Messico serve solo a devastare l’ambiente come tutte le “grandi opere” in spregio alla creazione divina. Identico discorso vale da noi per Berlusconi che ha sempre sostenuto radicali e sinistra fingendo di essere di destra e difensore dei valori tradizionali.
E pensate solo al filo-americano, filo-euro, filo-immigrati Travaglio che è diventato ricco sfondato grazie a una letteratura fondata sull’antiberlusconismo. Libri pubblicati da Mondadori, casa editrice di Berlusconi!

21 aprile 2017

L’impossibile Biglia Blu impone una Terra piatta e assai più vasta

https://i1.wp.com/i.imgur.com/DzEP0Ho.jpg
Il video lascia trasparire che la superficie terrestre è molto più vasta di quanto ufficialmente ammesso. Nel mio articolo “La congiura della Terra Piatta“, uscito nel 2015, ipotizzai che la circonferenza calcolata alle coste antartiche sia di circa 125 mila km. Oltre l’Antartide nessuno sa cosa ci sia. O forse qualcuno lo sa ma, di certo, non lo ha scritto su Wikipedia. L’ammiraglio Richard Byrd, dopo le sue esplorazioni, disse in TV di avere visto territori sconosciuti sgombri dai ghiacci “oltre” il polo sud. Che cosa intendeva dire esattamente?

20 aprile 2017

Targhe straniere. Niente multa alle auto se non sono assicurate

Niente multa per chi circola in Italia con un’auto con targa estera senza assicurazione. Lo ha ribadito il ministero dell’interno con la circolare 300/A/2792/17/124/9 del 3 aprile scorso: “si ritiene che per tali veicoli sia esclusa l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 193 del Codice della strada anche quando, attraverso qualsiasi mezzo, sia accertato che il veicolo sia effettivamente sprovvisto di copertura assicurativa”.
Quando la carta verde non è necessaria. Il Viminale si riferisce ai veicoli immatricolati nei seguenti paesi: Andorra, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Slovenia, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria. Infatti, se un veicolo è immatricolato in uno di questi Stati, l’obbligo di assicurazione nel territorio italiano si considera automaticamente assolto e, addirittura, la polizia non deve nemmeno effettuare il controllo dei documenti assicurativi.
Accordi internazionali. Attenzione, però. La circolare del ministero dell’Interno non è frutto di un’iniziativa italiana. Tutto nasce da accordi e normative internazionali. Dapprima la «convenzione tra gli uffici nazionali di assicurazione degli stati membri dello Spazio economico europeo e di altri stati associati» del 30 maggio 2002, quella che, in pratica, ha reso non più necessaria la carta verde per circolare nei paesi firmatari; poi la decisione della commissione europea 2003/564, recepita in Italia con decreto del ministero dello Sviluppo economico 86/2008: “per i veicoli a motore immatricolati in Stati esteri, che circolano temporaneamente nel territorio della Repubblica italiana, della Città del Vaticano e della Repubblica di San Marino, l’obbligo della copertura assicurativa per la responsabilità civile verso i terzi, per la durata della permanenza in Italia, si considera assolto se la targa di immatricolazione è rilasciata” da uno degli Stati sopra citati. (Articolo completo: http://www.quattroruote.it/news/multe/2017/04/14/targhe_bulgare_niente_multa_se_non_sono_assicurate.html?wtk14=amc146192860632549 )

La “società multiculturale” e l'”internazionalizzazione dell’economia” vengono prima della sicurezza stradale. Così sembra. Un’altra vittoria dei petrolieri contro la quale nessuna associazione “ambientalista” osa protestare. Del resto, anche tutta la querelle sulle marmitte catalitiche e le “auto inquinanti” è una beffa inscenata per costringere la gente a cambiare automobile anche se ancora perfettamente funzionante.
Entrando nel merito della questione RCA, il provvedimento del governo Renzillo (Renzi+Grillo) è una totale assurdità. Cosa succede se uno ha un incidente con un veicolo straniero non assicurato? Tanto vale abolire l’obbligatorietà della Responsabilità Civile, se riguarda solo le targhe italiane. Dove sta scritto che le auto con targa straniera non sono soggette a sinistri? Notate che loro impiegano il solito trucchetto degli “accordi internazionali”.

19 aprile 2017

A cosa servono i Voucher

Voucher, cosa sono e come funzionano

di Federica Mochi
“Il voucher è un rapporto di lavoro, ma se il modello è quello attuale allora significa che l’Italia è un Paese in declino”. Solo qualche settimana fa parlava così Susanna Camusso, segretario generale della Cigl e maggiore promotrice del referendum su appalti e voucher.
Cosa sono e come funzionano i voucher – Nato inizialmente per retribuire il lavoro occasionale, il voucher o ‘buono lavoro’ è una modalità di retribuzione per lavoro occasionale di tipo accessorio introdotto nel 2003 dal governo Berlusconi. Spesso al centro delle polemiche per aver deregolamentato il mercato del lavoro, contribuendo, di fatto, a renderlo più precario, il voucher ha come finalità quella di “regolamentare quelle prestazioni lavorative, definite appunto ‘accessorie’, che non sono riconducibili a contratti di lavoro in quanto svolte in modo saltuario, e tutelare situazioni non regolamentate” come spiega l’Inps sul proprio sito web.
Quanto vale – Ogni voucher ha un valore di 10, 20 o 50 euro: una parte va al lavoratore e la restante finisce in contributi. Il valore netto di un voucher da 10 euro nominali, in favore del lavoratore, è di 7,50 euro e corrisponde al compenso minimo di un’ora di prestazione, salvo che per il settore agricolo, dove, in ragione della sua specificità, si considera il contratto di riferimento. Sono garantite la copertura previdenziale presso l’INPS e quella assicurativa presso l’INAIL. (ADNKronos)

I voucher, esattamente come lo (Steve) Jobs Act e StartUp, ci sono stati imposti dalla Casa Bianca per camuffare i dati sulla disoccupazione sancendo che uno che lavora legalmente due ore la settimana risulta “occupato”. Per rafforzare il governo che loro hanno insediato. Una pura operazione di maquillage statistico intanto che ci distruggono. Gli USA stanno manipolando l’opinione pubblica, truccando le elezioni in tutta Europa per fare vincere i partiti “equo-solidali”. In Italia, come da me annunciatovi anni fa, stanno facendo carte false per imporre il M5S dopo che l’altro loro “cavallo” Renzi appare ormai bolso.
Ho già segnalato il gioco sporco di certi personaggi tipo Giulietto Chiesa. Essi attaccano gli USA per le nefandezze che compiono in tutto il mondo ma evitano accuratamente di citare ciò che fanno in Italia. Come se noi fossimo portatori di una qualche sorta di “immunità” all’imperialismo a stelle e strisce!

19 aprile 2017

Gomitolo molto improbabile

Orbite Cassini animazione

Ricostruzione artistica digitale di tutte le orbite seguite dalla sonda Cassini attorno a Saturno. Va dal 2004 al 2017 ed l’animazione è stata affettuosamente chiamata “Ball of yarn” (“Gomitolo”) dai pianificatori della missione.
Il pianeta Saturno dista oltre un miliardo di km da noi. C’è da chiedersi come sia stato possibile seguire con tale precisione le tracce di una sonda lunga pochi metri. Con quale energia un oggetto così minuto può emettere un segnale radio abbastanza robusto da potere essere ricevuto sulla Terra?

14 aprile 2017

Tunisia: ministero, no a tesi su ‘Terra piatta’ a Università Sfax

TUNISI – Il ministero dell’Insegnamento superiore tunisino ha annunciato ufficialmente che la commissione Tesi alla Facoltà di Scienze di Sfax, Scuola nazionale di Ingegneria, ha rifiutato la proposta di una tesi di dottorato intitolata: “Il modello della Terra piatta, argomenti e impatto sugli studi climatici, paleo-climatici”, depositata recentemente da uno studente che aveva suscitato un’ondata di proteste in rete dopo la diffusione della notizia a causa del fatto che nella tesi proposta si farebbe riferimento alla validità dell’ipotesi della terra piatta basandosi anche su assunti religiosi. Il ministero dell’Insegnamento superiore ha annunciato anche l’apertura di un’indagine per determinare precise responsabilità nella vicenda. Emergerebbe sin da ora infatti l’esistenza di irregolarità procedurali nelle formalità di deposito della tesi. ( http://it.anygator.com/ )

Dimostrazione che la Ricerca Scientifica è un falso assoluto esattamente come il Diritto. Se qualcosa non fa comodo alla “verità ufficiale” orwelliana, spuntano “vizi procedurali”.

AGGIORNAMENTO: BUONA PASQUA!

14 aprile 2017

USA sganciano su tunnel Isis la più potente bomba non nucleare della storia

megabomba

Gli Usa hanno sganciato la più potente bomba convenzionale (non nucleare) mai usata nella storia. Il rilascio dell’ordigno è avvenuto in Afghanistan alle 19 ora locale. Obiettivo un tunnel usato dalla filiale locale di Isis nella provincia di Achin nella regione di Nangarhar. L’ordigno è una ‘Gbu-43/B Massime Ordnance Air Blast (Moab, conosciuta come “la madre di tutte le bombe”) ed è la prima volta che vien impiegato. ( http://www.rainews.it/ )

Tutto come previsto da me già nel 2010 e anche prima. Gli USA stanno esacerbando gli animi a livello globale scatenando una guerra mondiale, pure a costo di miliardi di morti, per salvare il dollaro, pilastro della loro egemonia sul mondo intero. Minacciano la Cina poiché non vogliono ripagare il debito, minacciano l’Europa se non accoglie decine di milioni di terzomondiali per americanizzarci.
Questo è il PNAC in piena azione. Non siamo contenti ragazzi?

13 aprile 2017

Economia e giurisprudenza non piacciono più alle matricole

Secondo la classifica del “Sole 24 ore” calano le iscrizioni alle facoltà classiche. In crescita agraria, lingue e ingegneria industriale.

Calano le immatricolazioni all’università. Secondo la classifica stilata dal quotidiano economico“Il Sole24ore”, alcune facoltà, storicamente più gettonate dalle matricole, segnano il passo più di altre: architettura e ingegneria edile -43,1%, farmacia – 33,3%, economia – 21%, giurisprudenza -22,7% e scienze della comunicazione -25,3. Calano gli iscritti anche a beni culturali -29,9%, lettere -19,8%, biotecnologie -20,7%, psicologia -18,4%, filosofia -15,6%, scienze politiche -12,2%, biologia -10,5%, medicina -7,3%.
Salgono invece agraria +72,2%, lingue +20,5%, ingegneria industriale + 20,2%, chimica +8,4%. ( http://www.varesenews.it )

Di cosa si stupiscono? Il diritto e l’economia sono materie fasulle inventate dalle élite per sottomettere il popolo. In nessuna facoltà di economia si insegna che, ad esempio, le crisi bancarie, tutte, sono fittizie. Infatti, gli istituti di credito possono, direttamente o indirettamente, creare denaro dal nulla. È sempre stato così. Oggi il denaro e le transazioni finanziare sono del tutto smaterializzate, la cosa si fa evidente. Loro fanno soffrire le famiglie (vedi caso Etruria  ecc.) quando, potendo ottenere tutti i soldi che vogliono dalla BCE (in quanto creati ex nihilo) restituendo il maltolto ai risparmiatori. Quindi, anche la storia del ‘bail in’ è pura fuffa.
La magistratura protegge assassini legati all’esoterimo, pedofili, narcotrafficanti e altri che commettono i reati più infami. La legge li tutela grazie alla legge sulla “privacy”. Mentre, se voi rubate un pollo, non solo vi perseguono, ma sbattono il vostro nome a caratteri cubitali in prima pagina sul quotidiano locale.
Il problema dell’immigrazione clandestina è stato giuridicamente risolto eliminando la parola ‘clandestino’.
Tutti i processi mediatici, dal processo Moro a quelli contro Berlusconi sono sceneggiature che non portano a nulla. Soap opera, telenovela (anche programmi come Forum o Un giorno in pretura) trasmessi apposta per fare credere che la giustizia non solo esiste ma pure funziona.
E pensate solamente alla legge Anselmi che viete ad appratenti a società segrete di ricoprire incarichi pubblici. I membri delle alte corti, i procuratori della repubblica i rettori delle università sono quasi tutti massoni cioè iscritti a combriccole occulte!
Il teatrino non durerà a lungo (almeno io spero). L’intero sistema universitario è destinato a collassare, meglio che i docenti di diritto ed economia comincino a cercarsi un’altra occupazione.

12 aprile 2017

Tunisia: studente presenta tesi di dottorato sulla “Terra piatta”

Il ministero dell’Insegnamento superiore tunisino ha annunciato ufficialmente che la commissione Tesi alla Facoltà di Scienze di Sfax, Scuola nazionale di Ingegneria, ha rifiutato la proposta di una tesi di dottorato intitolata: “Il modello della Terra piatta, argomenti e impatto sugli studi climatici, paleo-climatici”, depositata recentemente da uno studente che aveva suscitato un’ondata di proteste in rete dopo la diffusione della notizia a causa del fatto che nella tesi proposta si farebbe riferimento alla validità dell’ipotesi della terra piatta basandosi anche su assunti religiosi islamici.
Il ministero dell’Insegnamento superiore ha annunciato anche l’apertura di un’indagine per determinare precise responsabilità nella vicenda. Emergerebbe sin da ora infatti l’esistenza di irregolarità procedurali nelle formalità di deposito della tesi. ANSAMED ( http://www.imolaoggi.it/ )

Mi sono privatamente espresso a riguardo del caso della studentessa dell’università di Sfax. Per me, si tratta di una fake news escogitata per avvisare gli ambienti accademici “globali” che di terra piatta non si deve assolutamente discutere a livello universitario, pena il declassamento nella classifica (fittizia) delle università. La classifica degli atenei mondiali è un falso, ponendo sempre in cima gli istituti angloamericani.

11 aprile 2017

Scuola italiana: una questione di razza

Carta di Identità elettronica

La CIE italiana non riporta la razza di appartenenza del suo possessore.

Va da se che la nuova carta di identità elettronica italiana è stata concepita per sottometterci al governo degli Stati Uniti. Infatti, la gestione via web implica automaticamente il controllo totale da parte della CIA dato che Internet è una emanazione del Pentagono. Non a caso, gli agenti degli USA in Italia fanno pressione sui sindaci affinché regalino cittadinanza e documento d’identtà ai milioni di terzomondiali che ci stanno costringendo ad accogliere e mantenere a nostre spese.

https://it.wikipedia.org/wiki/Carta_d%27identit%C3%A0_elettronica_italiana

Chi segue PianetaX lo sa bene poichè lo spiego da anni.
Ciò sul quale vorrei focalizzare la vostra attenzione è un altro aspetto. A differenza degli USA, nella carta di identità italiana non viene specificata la razza cui appartiene il soggetto.
Questo avrà delle ripercussioni a livello scolastico non indifferenti. Le razze sono diverse e il rendimento scolastico ne consegue.
Vediamo di partire da un esempio: da quando il test d’ingresso al corso di laurea in Medicina è nazionale, i punteggi più alti sono conseguiti al Nord a causa di differenze socio-culturali. Non è una questione di stanziamenti dato che lo stato italiano spende molto di più per il Sud che per Il Nord. Le tasse universitarie sono molto più basse nel Meridione, ad esempio. Anche per i figli dei dipendenti statali il cui stipendio è però identico a quello dei colleghi settentrionali. Il problema è etnico, quindi.

http://www.corriere.it/scuola/universita/16_settembre_20/medicina-online-risultati-test-migliori-sono-studenti-nord-8c70e394-7f2d-11e6-882b-8c36c80b948f.shtml

Con l’americanizzazione pianificata scientificamente della Penisola, nelle scuole di ogni ordine e grado ci sono studenti praticamente di tutte le razze ed etnie esistenti al mondo.
Succede che, con la progressiva estensione del “numero chiuso”, esattamente come in USA, certe etnie verranno penalizzate e certe altre favorite nei test d’ingresso.
In Italia, dimostrando l’assoluto controllo che la massoneria ha sui media, nessuno dice che uno dei motivi dei tumulti razziali scoppiati a Ferguson, Missouri, era che alcune università NON tengono conto della razza degli studenti. In altre parole, gli studenti di colore si sentivano discriminati in quanto NON AVVANTAGGIATI essendo neri.

https://newrepublic.com/article/125379/race-matters-college-admissions-now-ever

Quanti di voi, che hanno sostenuto un test di ammissione a un corso di laurea, sanno che in America bisogna indicare la propria razza sul foglio che viene consegnato?

http://www.nytimes.com/2011/06/14/us/14admissions.html

Questo perchè, sentenze della magistratura hanno obbligato gli atenei a dare un “aiutino” agli studenti neri altrimenti, in certe facoltà, entrerebbero in numero esiguo, non riuscendo a superare i test d’ammissione.
In Italia, con ius soli eccetera, ci sarà da sbellicarsi dalle risate. Il concetto di razza, buttato fuori dalla porta con la scuola “multiculturale anticristiana”, rientrerà dalla finestra quando bisognerà tenerne conto nei test d’ammissione, inclusi i concorsi pubblici. Ergo, prima o poi, la carta di identità digitale dovrà inserire giocoforza anche l’origine etnica del suo possessore. Alla faccia del peraltro inesistente “popolo italiano”.
La lezione qui è semplice: 1) i più razzisti di tutti sono coloro che ci dicono di non essere razzisti; 2) La “meritocrazia” nella scuola è una bufala al pari del sistema educativo nel suo insieme.
Come al solito, la pentola senza il coperchio. Troppo facile scriverlo.
ADDENDUM Per completezza di informazione, devo dire che in USA ci sono state anche pronunciamenti delle supreme corti contro la discriminazione razziale (a favore dei neri) nelle prove d’ammissione. Spesso, tali sentenze non vengono applicate poichè gli atenei temono accuse di razzismo, se hanno pochi iscritti di colore.

UniversitaMultirazziale

Testata dal sito dell’Università Cattolica del Sacro Cuore inneggiante alla società multirazziale americanizzata in spregio al capitolo 11 della Genesi.

9 aprile 2017

Il Sole si è Inclinato? Colpa di Pianeta 9…


Un team di ricerca coordinato dal Caltech ha ipotizzato che l’apparente inclinazione del Sole sia da imputare all’influenza del nono pianeta del Sistema solare, la cui esistenza è stata scoperta all’inizio del 2016. I risultati su Astrophysical Journal – (articolo di Giulia Bonelli tratto dal sito dell’ASI – Agenzia Spaziale Italiana)
Fino a poco più di otto mesi fa era un oggetto celeste del tutto sconosciuto, e ora viene fuori che potrebbe essere responsabile niente meno che dell’apparente inclinazione del Sole. Stiamo parlando di Planet 9, l’ultimo inquilino del Sistema solare scoperto lo scorso gennaio sulla base di calcoli matematici e da allora cercato incessantemente dagli astronomi. Scienziati di tutto il mondo hanno tracciato un primo identikit del pianeta numero nove, hanno avanzato varie ipotesi sulla sua provenienza e si sono persino imbattuti in scoperte inaspettate mentre andavano a caccia del fantomatico ‘Pianeta X’.
Ora un nuovo studio coordinato dal Caltech e in pubblicazione su Astrophysical Journal afferma che questo mondo distante potrebbe provocare una sorta di ‘ondeggiamento’ del Sistema solare, dando l’impressione che il Sole sia lievemente inclinato. “Planet Nine ha una massa molto grande e un’orbita pendente se confrontata con quella degli altri pianeti – afferma Elizabeth Bailey, prima firma dell’articolo – e per questo il Sistema solare non ha scelta: deve cambiare lievemente il suo allineamento”.
Rispetto al Sole, tutti i pianeti del nostro sistema planetario orbitano lungo un asse idealmente piano, che cambia di pochi gradi dall’uno all’altro.  Ma, sempre rispetto al Sole, l’intero piano di rotazione appare ruotato di circa sei gradi: questo fa sembrare il Sole stesso leggermente ‘pendente’ da un lato. Fino ad ora non era ancora stata trovata una spiegazione soddisfacente del fenomeno, ma ora gli scienziati del Caltech attribuiscono al nono pianeta la responsabilità di questa apparente lieve asimmetria della nostra Stella.
Secondo gli astronomi, questo implica che il momento angolare di Planet 9 avrebbe un immenso impatto sull’intera struttura del Sistema solare. Il momento angolare di un pianeta equivale alla massa dell’oggetto celeste moltiplicato per la sua distanza dal Sole, e corrisponde alla forza che il pianeta esercita sullo spin complessivo del sistema planetario.
Grazie alla loro disposizione ordinata, i pianeti del Sistema solare hanno un momento angolare che contribuisce a mantenere la regolarità dello spin complessivo. Invece l’orbita inusuale di Planet Nine aggiunge al Sistema solare una serie di oscillazioni: ecco perché ruotiamo attorno a una stella che sembra lievemente ‘pendente’. ( http://offskies.blogspot.it/ )

Azione e Reazione. Da quando ho trattato il fatto che le macchie solari non si muovono da sinistra a destra ma come si trovassero sul quadrante di un orologio, in senso orario, hanno escogitato questa notizia. Una delle grandi balle della scienza. Ora, gli “spaziali” italiort s’arrampicano sugli specchi. Pianeta 9 e non Pianeta X altrimenti la gente, cercando in Internet giungerebbero al mio sito e per loro sarebbe un autogol!

7 aprile 2017

Terza Guerra Mondiale vs Terra Piatta

Trump bombarda la Siria e l’Europa applaude. L’ira di Putin: “Washington ha compiuto un atto di aggressione contro uno Stato sovrano”

Io della Siria parlo dal 2008 e dal 2012 vi scrivo (buscandomi degli insulti) che le primavere arabe, il casino in Libia e le provocazioni in Siria sono state causate causate dagli Stati Uniti per generane colossali ondate di profughi verso l’Europa continentale onde americanizzarla. Pure che la terza guerra mondiale sarebbe scoppiata fra il 2015 e 2017. Ve lo confermai dopo il “curioso” appoggio di Grillo (maggio 2014) all’uscita della GB dalla UE. Vi dissi poi, e veniamo a tempi più recenti, che Trump l’avevano probabilmente fatto vincere per accelerare il processo del NWO previsto per il 2020. Dopo il referendum costituzionale italiano, il 4 dicembre 2016, vi dissi che la situazione sarebbe peggiorata in Italia sotto ogni punto di vista.
Ora devono anche cercare (vanamente) di contrastare il fenomeno Terra Piatta con una “droga più forte” e cosa c’è di “più forte” di un bel conflitto mondiale?

Articoli di approfondimento: USA, Trump presidente. Ecco le conseguenze sulle politica italiana

FAKE NEWS si Stoccolma:

6 aprile 2017

Archeo Misteri Magazine – aprile 2017

Esce in edicola in questi giorni un mio articolo pubblicato su ArcheoMisteri Magazine di aprile 2017 dal titolo Alieni, Animali e Angeli nella concezione geocentrica. Si tratta di una mia breve “dissertazione” teologico-filosofica sul concetto di intelligenza per entità spirituali e reali in un sistema geocentrico.
Se la Terra è piatta, un sistema “chiuso” delimitato da un firmamento solido, cinto dai ghiacci antartici, possono esistere gli extraterrestri? Cosa sono gli angeli? E i nostri amici animali dove li poniamo su di una scala spirituale? Buona lettura.

 Archeo Misteri 2017

6 aprile 2017

Virginia Raggi transessuale, prototipo dell’uomo politico

Raggi transgender

Che la Raggi fosse destinata a divenire sindaco di Roma lo avevo scritto tre mesi prima delle elezioni comunali quando Berlusconi aveva deliberatamente diviso il Cdx così da fargli mancare il ballottaggio. Dopodichè, la destra avrebbe votato Grillo anzichè un sinostrorso. In combutta col papa massone, imposto dagli USA, il neosindaco ha il compito di distruggere Roma come città capitale del Cristianesimo. Deve rimuovere i crocefissi dai luoghi pubblici, le feste religiose, favorire gay e droga libera nonché accogliere i musulmani in funzione anticristiana. E ovviamente incentivare il wi-fi libero in modo che i “bimbi migranti” possano eesere adescati da siti pedopornografici ma acquistare felicemente giocattoli su Ebay, pagato con carta Paypal finanziata col reddito di cittadinanza “pentastellato”. Francesco è uno che perora in ogni modo l’arrivo di clandestini (parola ora proibita dalla neolingua orwelliana), è andato a Lesbo, dove Varoufakis e Tsipras , mentre fingevano il pianto greco, hanno fatto transitare un milione di clandestini verso la UE. Bergoglio ha dichiarato di preferire La Repubblica dell’ebreo De Benedetti all’Osservatore Romano, ha definito “importanti per l’Italia” Pannella e Bonino. Due esoteristi che hanno fatto campagna per aborto e divorzio, droga libera, “modica” quantità di pedofilia, suicidio assistito. Dissimulandosi col partecipare alla “marcia della pace” di Assisi. Come fanno sempre loro. Il pontefice di Babilonia lodato il comunismo,  mentre Gorbaciov, nel suo libro di memorie, ha scritto, senza mezzi termini, che il vero intento del socialismo reale è sempre stato quello di combattere la religione. Il Cristianesimo in particolare.
Bergoglio, nessuno lo nota, a pochi minuti dalla sua elezione non ha salutato la folla trepidante in piazza san Pietro con “Dio vi benedica” ma con un prosaico “Buonasera”. Costui ha il compito di demolire la cristianità dall’interno instaurando il regno dell’Abisso. Mentre Ratzinger, costretto a dimettersi, viene tenuto in stato di prigionia. Forse la Raggi, non è una trans ma solo una donna ossuta, di certo è una pedina nelle mani dei cospiratori. Una imposta dall’alto come la Appendino a Torino (figlia di un alto dirigente Fiat) e stessa operazione intendono fare a Genova con un “grillino” agli ordini dei poteri occulti, altro che “democrazia dal basso”! Sì, dagli Inferi.

5 aprile 2017

Inondare il commercio di banconote false per spingere il denaro elettronico?

adnkronos – ‘Ci siamo: i nuovi 50 euro iniziano a circolare da oggi in tutta l’area Euro. Come il biglietto da 20, porta su di sé il ritratto di Europa, figura della mitologia greca. Si tratta della quarta banconota di questa serie, dopo i 5, 10 e 20 euro. L’introduzione dei 50 euro, presentati il 5 luglio 2016 nella sede della Bce, è “frutto del costante impegno a rendere sempre più sicuri i biglietti”. Fra i vari tagli, quello da 50 è il più utilizzato: oltre 8 miliardi di banconote (ovvero circa il 45% del totale attualmente in circolazione) appartengono a questo taglio.
COSA ACCADE AI VECCHI 50 EURO? – “Le scorte residue di banconote da 50 euro della prima serie – fanno sapere da Francoforte – continueranno a essere immesse in circolazione insieme ai biglietti della nuova serie, fino a esaurimento. Per ciascun taglio, entrambe le serie circoleranno in parallelo”. La serie ‘Europa’ non comprenderà la banconota da 500 euro; saranno invece mantenuti gli altri tagli, da 5 a 200. I nuovi biglietti da 100 e 200 euro saranno introdotti prevedibilmente intorno alla fine del 2018.’


La sparizione del denaro contante è prossima. Fonti ben informate, paventano l’introduzione, nei prossimi mesi, di notevoli quantitativi di banconote false da 20 Euro. Tale introduzione costituirebbe un prologo ad un’azione autoritaria successiva, ritenuta necessaria, sempre per garantire la sicurezza dei consumatori.
In realtà, il piano è già segnato. Forme di pagamento elettroniche ed immateriali prenderanno il posto del contante, rendendo così il controllo pubblico delle transazioni impossibile. Gli istituti di credito privati potranno gestire il flusso della moneta virtuale senza impedimenti e controlli, per la felicità del malaffare organizzato. A rimetterci, come sempre, sarà il popolo, tenuto in ostaggio da tasse e balzelli e da forme di pagamento controllate sino all’ultimo centesimo. Queste ristampe delle banconote presuppongono un loro ritiro malcelato? Chi ha visto più infatti in giro le banconote da 10, 100, 200 o 500 Euro? ( http://offskies.blogspot.it/ )

4 aprile 2017

Misteriose scie chimiche circolari in Centro Italia

Come mai gli ambientalisti, tipo Legambiente ad esempio, dei danni causati dalle scie chimiche non se ne occupano? Il fatto che Rosario Marcianò sia anche lui un disinformatore è dimostrato dal suo silenzio verso le organizzazioni ambientaliste. Eppure, il tema scie chimiche è prettamente ambientalistico: inquinamento atmosferico e mutamenti climatici artificiali. I Verdi stanno zitti limitandosi a campagne antirazziste, antiomofobe, a favore di UE ed euro. Materie sulle quali anche Marcianò tace lasciando trasparire che pure lui fa parte della ‘matrix’. Esattamente come Massimo Mazzucco che parla della beffa del 11 settembre ma secondo cui gli attentati “islamici” in Europa sarebbero assolutamente autentici quando sono altrettanto fasulli. Identico discorso vale per Claudio Messora e altri. Ognuno di essi si occupa di un argomento “complottista”, negando altro, impedendo con ciò al pubblico di avere un quadro d’insieme della situazione.

3 aprile 2017

Metro BS, troppo facile profezia

Come avevo abbondantemente previsto, in questo post e altri sul mio altro blog…

https://trenoxtutti.wordpress.com/2011/10/13/metro-bs-il-fallimento-automatico/

… la metropolitana di Brescia si è rivelata un colossale fiasco. Al pari della inutilissima Brebemi, come il Crystal Palace e tutto il resto che susciterebbe il riso se non fosse costato un consumo di suolo terrificante. Scrissi 6 anni da che la metropolitana bresciana avrebbe fatto la fine della ‘monorotaia’ in un episodio dei Simpsons.
Sarebbe troppo facile dire che negri, zingari e magrebini a Brescia non pagano il biglietto poichè non si è voluto installare i tornelli. Troppo semplice chiedere che la Brebemi, visto che purtroppo c’è, sia gratuita come la Salerno Reggio Calabria.
In Piemonte, sono state chiuse 13 linee ferroviarie per risparmiare 4 luridi milioni di euro annui. Brescia ne sperpera 30 all’anno per tenere aperta una metropolitana che non serve a niente. Brescia è una città arretrata culturalmente, tutti vogliono scimmiottare Milano senza rendersi conto dei costi. Vero è che lo stato italiano, a ogni legge finanziaria, stanzia centinaia di milioni di euro per sistemare la famigerata Salerno Reggio Calabria, in realtà, il pizzo versato alle cosche calabresi per salvaguardare l’unità d’Italia. E l’autostrada rimane perennemente incompiuta come la nota sinfonia di Schubert.
Non paghi del disastro compiuto, questo sì, a Brescia stanno costruendo una mastodontica stazione della TAV invece di direzionare gli investimenti verso le infrastrutture già esistenti per creare una rete ferroviaria capillare di Intercity alternati a convogli locali con biglietti dai costi abbordabili.
Ma aveva ragione Montanelli, l’Italia è destinata a finire e Brescia è l’archetipo di sua tale condizione finale.

3 aprile 2017

Russia, bomba artigianale nella metro di San Pietroburgo, almeno 9 vittime

Una esplosione, pare causata da un ordigno artigianale con circa 200-300 grammi di tritolo e contenente frammenti (“shrapnel”), è avvenuta nella linea blu della metropolitana di San Pietroburgo alle 14.40 del primo pomeriggio, ora locale. Lo scoppio sarebbe occorso nel tunnel tra due stazioni, causando almeno 9 morti (fonte Comitato nazionale russo antiterrorismo) e alcune decine di feriti; inizialmente si era parlato di circa 50 feriti, cifra però rivista dal governatore di San Pietroburgo che, citato dall’agenzia Tass, parla di 20 feriti, mentre Interfax, citando autorità locali, parla di 25 feriti ricoverati negli ospedali della città, tra cui un bambino. ( http://www.ilsole24ore.com/ )

Era prevedibile. Siccome agli attentati “islamici” in Europa la gente ci crede sempre meno, montano la “controprova russa” la quale, essendo i russi nemici degli americani, deve essere per forza “attendibile”. Mero giochetto psicologico utilizzante il “divide et impera”. Un po’ come le imprese spaziali tra le quali lo sbarco sulla Luna. Siccome i russi, presunti antagonisti, non dicono niente, deve essere assolutamente vero.


1 aprile 2017

Come gli americani fregano il mondo col “riscaldamento globale”

Io lo avevo scritto una decina di anni fa che il cosiddetto “global warming” era un trucco degli USA per sottomettere il resto del mondo obbligandolo a una tassa contro l’emissione di anidride carbonica.
Prima nella loro colonia Giappone vararono il “protocollo di Kyoto” cui loro non hanno mai aderito: prima perchè Bush era di destra, poi perchè Obama aveva contro il Congresso, oggi perchè Trump non ci crede.
Nel frattempo, sempre fonti americane che nessun “ambientalista” nostrano questiona, ci suggeriscono che le scie chimiche sono un’arma meteo. Segreto di Pulcinella.
Intanto, gli Stati Uniti (e la Cina dove le aziende statunitensi hanno le sedi produttive) se ne infischiano altamente del riscaldamento globale mentre il parlamento europeo “equo-solidale” non perde occasione per inasprire le normative continentali contro le emissioni di CO2.
Stesso paradigma per le “sanzioni alla Russia”. Varate per finta da Obama, ignorate da Trump, valgono solo in Europa onde liberare nicchie alle aziende americane sui mercati della sfera d’influenza russa.

1 aprile 2017

Phobos e Marte

Phobos e Marte

Due memorabili scatti ripresi qualche anno fa dalla sonda europea Mars Express mostrano Marte e il suo satellite Phobos (o la sua ombra). A sinistra, l’ombra del satellite (allungata perchè vicina al terminatore) è proiettata sotto il grande cratere Gusev (in cui si posò Spirit nel 2004). A destra, Phobos si libra sul pianeta rosso durante un incontro ravvicinato con la sonda. ( http://aliveuniverse.today/ )

Col passare del tempo, le immagini marziane divengono sempre più inverosimili, interpretazioni artistiche spacciate per fotografie reali.