Archive for giugno 17th, 2017

17 giugno 2017

L’invasione di clandestini passa per Gardaland

Vaccini: si apre caso Lorenzin-Gardaland
Lorenzin,stop da paese estero a Parco per rischi, Ceo smentisce

 © ANSA

(ANSA) – ROMA, 15 GIU – Si apre un caso ‘Gardaland e morbillo’. L’assessore alla Sanità del Veneto, Luca Coletto, ha contestato oggi le affermazioni rilasciate in un’intervista dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, secondo la quale, ha detto Coletto, “un Paese confinante del Veneto, non italiano, ha mandato, pochi giorni fa una circolare, pubblicata sui suoi giornali, con la quale invitava i bambini di quel Paese e i loro genitori a non andare a Gardaland a causa del basso tasso di immunizzazione per il morbillo”. Nel Veneto, ha puntualizzato, “non c’è un’epidemia di morbillo ed i casi sono in diminuzione. Chiediamo ci venga data tale circolare; potrebbe trattarsi invece di una ‘epidemia politica’”. Replica al ministro anche Aldo Maria Vigevani, CEO di Gardaland: “Gardaland tiene a chiarire – afferma – che, all’interno del Parco, non c’è stato e non c’è alcun problema specifico legato alle vaccinazioni. Non ci risulta sia stata divulgata da alcun Paese estero una circolare che dissuada dalla visita a Gardaland”. (RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA)

Io sono un tipo strano. Pur risiedendo a un “tiro di schioppo”, non sono mai stato a Gardaland. Mai sentito il bisogno.
Siccome devono costringerci a vaccinare per proteggerci dalle malattie africane, escogitano ogni ideuzza che passi loro per la testa. Becera peraltro, degna della pochezza del ministro Lorenzin.
A seguito dei reiterati casi di meningite mortale in Toscana il PD, temendo una ecatombe da malattie immigrate, ha pensato bene di costringere tutti a vaccinarsi, con la vacua opposizione di qualche “associazione” e di politicanti da strapazzo (esempio i 5S che sono riusciti a dare il peggio di sé sul tema).
Non estraneo ai fatti, per usare un gergo forense, che esponenti americani di Big Pharma abbiano partecipato a cene di finanziamento per Renzi.
Raggela, in questa estate già torrida, invece il gioco sporco di personaggi quali Stefano Montanari e Dario Miedico. Costoro, mentre sottolineano, a ragione, alcune controindicazioni sui vaccini, insistono col dire che non è per combattere le malattie portate dai milioni di africani e terzomondiali che i poteri occulti intendono fare entrare, dato che i casi di meningite “sono nella norma”. In realtà, le affezioni da ceppi esotici e malattie rare si sono moltiplicati in connessione con l’immigrazione incontrollata. Sono le statistiche epidemiologiche del ministero della salute che sono sistematicamente falsificate per forviare l’opinione pubblica.
In tale visione, ha perfettamente senso il ministro quando afferma “siamo in una situazione di emergenza”.

17 giugno 2017

Giulia Di Sabatino, tutto archiviato: la sua morte non ha colpevoli

Giulia di Sabatino UFO

Ad un anno e mezzo dalla morte di Giulia Di Sabatino, la 19enne di Tortoreto (Teramo) i cui resti furono rinvenuti sotto un cavalcavia lungo la A/14, la Procura di Teramo chiude definitivamente le indagini sul decesso della ragazza e lo fa con una richiesta di archiviazione del fascicolo per istigazione al suicidio, e quindi della posizione delle tre persone indagate, aperto all’indomani della sua morte.
Nel corso delle indagini, infatti, non sarebbe emerso alcun elemento a carico dei tre uomini, tanto da far ritenere alla Procura che non ci siano dubbi sul fatto che Giulia si sia suicidata. Adesso a decidere se archiviare o meno il fascicolo sarà il gip, con il legale della famiglia di Giulia, l’avvocato Antonio Di Gaspare, che annuncia fin da ora l’opposizione all’archiviazione. «La richiesta di archiviazione mi è stata notificata oggi. Faremo sicuramente opposizioni all’archiviazione – sottolinea il legale – Ci sono tante contraddizioni, tante cose che non sapevamo. E riteniamo che ci siano tutti gli elementi quanto meno per proseguire le indagini». Il cadavere di Giulia, straziato dalle auto, fu trovato il 1 settembre del 2015 sotto un cavalcavia lungo la A/14. Cavalcavia dal quale la ragazza si sarebbe buttata alle prime luci dell’alba, nello stesso giorno in cui avrebbe compiuto 19 anni. Un suicidio al quale la famiglia di Giulia non ha mai creduto, tanto da rivolgere più volte accorati appelli da giornali e televisioni. Inizialmente la Procura, come atto dovuto a fronte di tutta una serie di accertamenti, iscrisse due persone nel registro degli indagati:il 41enne che quella notte diede a Giulia un passaggio con lo scooter e il 25enne che, alla guida di una Panda Rossa, la accompagnò sul cavalcavia dopo aver avuto un rapporto sessuale con lei. A questi si aggiunse poi anche una terza persona: l’uomo già indagato per pedopornografia dalla Procura distrettuale dell’Aquila dopo che la Procura di Teramo, sempre nell’ambito degli accertamenti sulla morte di Giulia, aveva rinvenuto delle foto osè sul cellulare della ragazza. Foto, che secondo gli accertamenti, sarebbero partite proprio dal telefono dell’uomo. Fascicolo, quello per pedopornografia, che al momento è ancora aperto. ( http://www.leggo.it/ )

Che sarebbe finita così, io lo scrissi tre o quattro giorni dopo il fatto. Se si è trattato di un delitto a sfondo esoterico, nessuna verità poteva uscire, dato che loro controllano tutto, a partire dalla Giustizia e ogni apparato dello stato.
Se si è trattato di un rapimento alieno con mutilazione (come appare essere stato), certamente non possono ammettere l’esistenza di tali fenomeni.
Per riconoscere se una sparizione di persona sia riconducibile ad attività UFO, penso l’unico testo disponibile sia il mio: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.