Le crisi bancarie sono finte

Intanto che fanno entrare qualche milione di africani (per ciò ci proteggono coi vaccini dalle loro malattie) e legalizzano l’uso di droga, ci intrattengono con le “banche”.
Le crisi bancarie, come ho detto più volte, sono inscenate. Infatti, gli istituti di credito possono creare, direttamente o indirettamente, denaro dal nulla. Con la smaterializzazione quasi completata delle transazioni finanziarie, ciò è reso ancora più facile.
Lo ha detto più volte Claudio Borghi, responsabile economico della Lega Nord (non quindi un “complottista”), che la BCE potrebbe fare sparire il debito pubblico italiano “acquistandolo”. E con quali soldi Draghi lo acquisterebbe? Semplicemente creandolo ex nihilo. Così, la BCE potrebbe creare soldi dal nulla e “prestarli” alle banche in difficoltà ripristinandone l’operatività. Un sistema che usano (vedi Alitalia, Trenitalia, NTV ecc. che sarebbero imprese “private”) è il continuo rifinanziamento del debito procrastinandone la scadenza ad libitum. Perciò, se vogliono, un’azienda non la fanno mai fallire.
Pensate come stanno facendo soffrire la gente. E mandano avanti le loro marionette massoniche (ad esempio i personaggi del video) a discutere di “problemi e soluzioni” ma tutto è fittizio, è un teatrino.
Solo le nostre tasche vuote, sono vuote sul serio.

Annunci