Il “decreto vaccini” è legge

La Camera lo ha approvato definitivamente con 296 voti favorevoli, 92 contrari e 15 astenuti
Il cosiddetto “decreto vaccini” è stato approvato definitivamente alla Camera con 296 voti favorevoli, 92 contrari, 15 astenuti ed è quindi diventato legge. Hanno votato contro il Movimento 5 Stelle e la Lega Nord, a favore il PD, Forza Italia e Alternativa popolare. Si sono invece astenuti i deputati di Sinistra Italiana-Possibile e di Fratelli d’Italia. Il decreto legge sui vaccini obbligatori era stato approvato dal governo il 19 maggio e firmato poi dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella: era quindi già in vigore, ma doveva essere convertito in legge dal Parlamento. ( http://www.ilpost.it/ )

Vorrei riassumere per punti i lati positivi, di comprensione, di questo provvedimento allucinante. Dimostra:

  • Che i politici sono burattini, nessun partito aveva in programma una legge simile fino a tre mesi fa.
  • Che quando vogliono, una legge la possono approvare in poche settimane, quindi non è vero che bisogna abilire il senato, le province e quant’altro per adeguare il paese al mondo.
  • Molto grave che in Italia, in caso di danno da vaccino, a risarcire sia lo stato e non la ditta produttrice. Significa che loro possono mandarci qualunque schifezza tanto a pagare è sempre Pantalone, cioè il danneggiato.
  • Che impiegano notizie fasulle (fake news) per orientare l’opinione pubblica come la fantomatica epidemia di morbillo per giustificare la decretazione d’urgenza.
  • Curiosa poi la contrapposizione fra obbligo dei vaccini e obbligo scolastico. Dato che in Italia i figli degli immigrati clandestini vengono scolarizzati del tutto gratuitamente senza manco sapere l’età precisa e quale sia la loro condizione di salute.
  • Che la stampa, “moderata” o “progressista”, è al servizio dei poteri forti identicamente all’ambientalismo ufficiale e all’opposizione “estrema” di destra o sinistra.

Ciò che avverrà, se la gente non si ribella, è che avremo decine di migliaia di reazioni avverse ogni anno con forse una decina di morti. Probabilmente, qualche centinaio di bambini che annualmente subirà danni irreversibili.
Rimane la spada di Damocle sul provvedimento costituita dai cittadini stranieri. Se alcuni paesi si opponessero alla vaccinazione coatta dei loro cittadini residenti qui, ci sarebbe da ridere. Verrebbe a mancare la tanto decantata (e secondo me inesistente) “immunità di gregge”.

Siamo piombati nel Nazismo più totale: ‘Vaccini obbligatori, 13 esclusi dalle graduatorie a Trieste: 50 genitori ci ripensano’.Brandi: «Soddisfatta del serio lavoro in sinergia con l’Azienda sanitaria: credo possiamo essere di esempio a livello nazionale».

L’Avvenire, al pari di tutta la stampa cattolica, è in mano a massoni e satanisti, nulla dice sull’obiezione di coscienza, peraltro anni fa contemplata, per i vaccini ottenuti da feti abortivi:

https://www.avvenire.it/attualita/pagine/vaccini-oggi-il-voto-definitivo-per-renderli-obbligatori

Annunci