Il dato del PIL è una (doppia) fake news

La donna del video cerca di spiegare, atteggiandosi (malamente) a massona, che l’incremento del PIL è dovuto a un fattore climatico in giugno. Sembra un tentativo di dare una mano a Renzi dato che, come vi ho detto spesso, gli USA vogliono che le prossime elezioni politiche siano vinte da Grillo o ancora da Renzi.
Ma il video è di gatekeeping poichè l’intero dato del PIl è puramente una invenzione come il tasso di disoccupazione o il numero di immigrati presenti in Italia. Quindi, anche la storiellina dell’incremento della produzione industriale stimato sull’aumento del consumo di corrente elettrica è una bufala.
Sono dati smerciati per meticolosamente calcolati dall’ISTAT, in realtà, sono INVENTATI di sana pianta come pure il dato sugli incidenti stradali, l’inquinamento e sulle sofferenze bancarie.
Perchè è tutto finto. Solo le tasse sono reali che ci vengono appioppate per controllare la popolazione. Infatti, se il “signor Rossi” deve lavorare come un negro per onorare l’erario, sarà tropo stanco per scendere rumorosamente in strada onde protestare contro i vaccini, i vaucher o la distruzione del sistema sanitario, scolastico e dei trasporti pubblici.

Annunci