Archive for novembre 14th, 2017

14 novembre 2017

Le scie chimiche sono un ologramma?

Un interessante filmato che mostra anomalie di un aeroplano che spruzza scie chimiche. Esso appare come essere una proiezione tridimensionale cioè un ologramma gettando un’ombra laterale.
Da tempo ho il sospetto che le cosiddette “scie chimiche” (“chemtrails” in inglese) siano una fake news. Se i poteri occulti volessero, esse sarebbero completamente trasparenti e nessuno si accorgerebbe di loro.
Inoltre, dove vengono reperiti i piloti per una operazione globale così massiccia? Su quali aerovie operano? Che modelli di velivolo vengono impiegati? Non si riconosce mai. Certamente esse, alcune, sono probabilmente spruzzate da autentici aerei telecomandati (droni) ma da quali aeroporti decollano e atterrano?
Eppure, le scie chimiche esistono e personalmente le ho viste e fotografate più volte. Il mistero regna sovrano, dunque.
RISPOSTA FLASH Mi scrive a stretto giro di posta un lettore segnalandomi il progetto:

http://www.nogeoingegneria.com/pdf/Possedere_il_clima_entro_il_2025.pdf

Ma non lasciamoci ingannare. Il clima lo modificano elettromagneticamente alzando e abbassando la pressione atmosferica con apparati militari tipo il MUOS e HAARP. Alterando il gradiente barico, provocano venti fortissimi e cicloni abbassando artificialmente la pressione atmosferica. Le scie chimiche, a mio avviso, sono una operazione di copertura, altrimenti le irrorazioni sarebbero invisibili.

https://movimentosovrano.blogspot.it/2017/11/scienziato-ammette-i-recenti-uragani.html

Annunci
14 novembre 2017

Tutti a casa: l’Italia è fuori dal Mondiale di calcio

A San Siro finisce 0-0 contro la Svezia che elimina gli azzurri. E il fallimento di una gestione tecnica e federale: il ct Ventura a fine ciclo, Conte o Ancelotti i possibili sostituti
Non è finita finché non è finita. Ma stavolta è proprio finita. L’Italia non andrà ai Mondiali e rinnova l’onta a sessanta anni dall’ultima volta: segnatevele queste due edizioni, 1958 e 2018. Ma soprattutto segnatevi data e luogo da scrivere sulla lapide: 13 novembre, Milano. Qui è (ri) morto il calcio italiano.
C’è delusione e tanta rabbia. San Siro non ha fatto il miracolo pur se questa Nazionale non è stata nemmeno lontana parente di quella scialba vista a Stoccolma. Ventisette tiri in porta, 40 cross, il 76% di possesso palla, ma non aver fatto un gol alla Svezia in 180’ è una condanna senza appello, meritiamo di stare a casa. ( http://www.lastampa.it/ )

Il calcio è l’oppio dei popoli, c’è gente che si straccia le vesti per la mancata qualificazione ai mondiali.
In una squadra dove gli Stati Uniti hanno imposto Mario Balotelli solo perchè di colore con nome italiano essendo figlio adottivo.
La Marina Militare tricolore viene impiegata per trasbordare clandestini dalle coste libiche invece di difendere i confini espellendo gli immigrati illegali. Da noi, le espulsioni si effettuano solo per gioco negli stadi.
mentre il paese affonda, il parlamento eterodiretto si preoccupa di promulgare una legge per fare giocare a pallone i negri importati e mantenuti a spese nostre. Però i soldi per la sanità, i trasporti locali, le pensioni non si trovano!
Italia eliminata?
Ma come, Mario il fenomeno non è bastato?
L’ex allenatore della nazionale Cesare Prandelli è bresciano di Orzinuovi. Amici miei del posto mi hanno confermato che Prandelli privatamente ha detto che fu “invitato” a convocare Balotelli quando era commissario tecnico. Ci fu poi la rivolta in Federcalcio, se ben ricordate.
Se siete calciofili e “calciomani” sappiate che questa è verità sul calcio. Giornali e giornalisti sportivi vi mentono.