Archive for novembre 24th, 2017

24 novembre 2017

Alessandro di Battista: il politicante 2.0

Alessandro Di Battista non ne poteva più, ma per il M5s è un disastro
La decisione di Alessandro Di Battista di non ricandidarsi nel 2018 può stupire solo chi non lo conosce. In realtà era una scelta prevedibilissima. Quasi scontata. I retroscena, che lo vogliono in rottura con Luigi Di Maio o refrattario al ruolo di “secondo”, sono deliranti. Molto semplicemente, Di Battista è uno che ama godersi la vita. E il godersela non può andare di passo con (direbbe lui) “la vita nel Palazzo”. Ho conosciuto Di Battista ad aprile 2013. Siamo diventati amici e ciò ha fatto sì che l’uno vedesse in diretta l’altro mentre gli cambiava la vita. A lui più che a me. Di Battista tutto sogna nella vita, tranne fare il sindaco di Roma o il presidente del Consiglio. ( https://www.ilfattoquotidiano.it/ )

Cambiano facce e simboli ma la politica è sempre la stessa. Anzi peggiora. Il Movimento 5 Stelle è stato creato dalla CIA per fare gli interessi degli USA. Ve lo ho spiegato cento volete almeno: dai “diritti gay” a ogni legge in favore degli immigrati, i nuovi consumatori, grazie al reddito di cittadinanza (di inclusione), di Iphone, Uber e spinello legalizzato. Ovvio i grillini sono a favore della legalizzazione della droga
E naturalmente a favore di internet e della “cittadinanza digitale” che sono operazioni del Pentagono per sottomettere il mondo intero mentre si dicono contro la NATO. (Altro finto antiamericano è Giulietto Chiesa).
Di Battista s’è accoppiato, ha fatto un figlio e ora camperà di vitalizio.
Sì perchè le roboanti campagne dei “pentastellati” contro i privilegi della “casta” sono finite nel nulla. Continuiamo ad avere i magistrati meglio pagati e meno produttivi al mondo, i dipendenti statali iamovibili anche se condannati, i dirigenti pubblici sono strapagati senza necessità alcuna di efficienza.
Di Battista in 5 anni ha incassato forse mezzo milione di euro (anche dimezzandosi lo stipenio) senza avere lavorato un solo giorno in fabbrica. Un terno al lotto vinto per disoccupati fankazzisti arruolati con un clic da Casaleggio. Però bravi attori in bicicletta davanti alle telecamere.
E per lui c’è pure il premio di consolazione: un libro pubblicato da Rizzoli che è di Berlusconi. Avete letto bene: Di Battista prenderà soldi dallo psiconano, dall’omino di Arcore o Cavaliere Nero, che dir si voglia. identicamente al signor Marco Travaglio che s’è fatto soldi e fama grazie ai libri sull’antiberlusconismo e la “mafia a Milano” pubblicati da Mondadori che sempre di Berlusconi è.
E state tranquilli che il pargolo di cotanto padre non sarà vaccinato, identicamente ai  figli di Meloni, Salvini e nipoti di alti magistrati. Ma voi non lo saprete perchè per loro vige la “privacy”. Voi continuerete a fare gli sguatteri per 600 euro il mese invocando qualche altro “masaniello antipolitica” da votare.