Ius soli, per il Quirinale un secondo tentativo è impraticabile

Gli appelli a Mattarella perché rinvii lo scioglimento delle Camere sono generosi ma istituzionalmente non praticabili.(Corriere della Sera)

Come vi dissi più di un anno fa, gli USA non ci avrebbero lasciato andare a votare senza prima avere fatto passare la legalizzazione della droga e lo ius soli.
Tutta la melma schifosa che ci hanno imposto, da Bergoglio alla Boldrini, da Grillo a Librandi passando per Pisapia e Giulietto Chiesa freme per i “diritti dei migranti”.
Se passasse lo ius soli, grazie a documenti falsi prodotti dalle “associazioni equo-solidali”, milioni di africani che già importiamo con le nostre navi militari, potrebbero divenire “cittadini europei”.
Ciò che ha fatto Tsipras in Grecia e ciò che Renzi e Grillo hanno fatto in Italia.
Anche il Partito Radicale, quintessenza dell’atlantismo italico, cerca di trovare scuse per allungare la legislatura e fare passare lo ius soli:

https://www.radioradicale.it/scheda/529542/intervista-a-lorenza-carlassare-sullo-scioglimento-delle-camere

mentre, grazie al brutale innalzamento della pressione fiscale e allo (Steve) Jobs Act, l’economia privata italiana sta collassando. I dati economici diramati dai media sono edulcorati. Qui a Brescia e Lombardia gli “ambientalisti” terrorizzano la popolazione con lo spauracchio dell’inquinamento onde indurre a cambiare auto, dato che ne temono il crollo delle vendite. Peccato che la gran parte delle vetture Euro 0, Euro 1, Euro 2 sia in mano a stranieri i quali paiono essere insensibili all’idea di doverle rottamare.
I soldi per negri, musulmani e per le pensioni d’oro dei “boiardi” di stato Berlusconi, Renzi, Grillo, Radicali e Comunisti li scovano sempre. E, naturalmente, per finanziare Radio Radicale!
Ora i giornali, lo avrete notato, hanno ricevuto l’ordine di scrivere che, nei sondaggi, l’M5S è in costante crescita. E i partiti politici hanno l’ordine di depennare la questione vaccini dal dibattito elettorale. Vogliono fare vincere Di Maio per proseguire la politica europeista, antipopolare, anti-italiana di Renzi.
Tutta la stampa “autorevole”, TV, Confindustria, sindacati, CEI, stampa cattolica unicamente si scalmanano in favore di moschee, euro, “più Europa”, della popolazione autoctona che muore di fame e di freddo, non frega niente. L’importante che la banda larga arrivi ovunque e che ci sia il wi-fi libero, come vuole Grillo.
E penso alle bugie di un cretino come Paolo Becchi quando io lo scrivevo nel 2008 chi Grillo era e quale sarebbe stato il suo programma. E a questo coglione genovese pure gli hanno assegnato una cattedra universitaria, ma vaffankulo!

Annunci