Archive for gennaio 17th, 2018

17 gennaio 2018

M5S: mezzo milione di euro valgono bene un ricorso!

http://www.comune.buggiano.pt.it/it-it/immagine/img-6407--52-1267-0-0-470db60ac30723620ee2001564937aba

M5S: boom voti, parlamentarie rallentano
E su blog Grillo emerge caso Puglia, “perché tante bocciature?”
ANSA) – ROMA, 16 GEN – Primi rallentamenti, per la notevole affluenza, nelle votazioni alla parlamentarie M5S: secondo diversi iscritti al blog di Grillo sono diversi gli utenti che hanno riscontrato problemi nel dare le loro preferenze ai candidati. “Non riesco ad accedere alla piattaforma. Proverò più tardi”, scrive Alberto da Treviso mentre Giuseppe, dal bergamasco, protesta: “Mi arrendo; non posso partecipare al cambiamento, mi dispiace”. “Ore 13.29, finalmente ho finito di votare”, annuncia Giancarlo mentre tanti altri iscritti comunicato al blog di aver effettuato la votazione. Qualcuno, invece, si lamenta per la selezione delle candidature. “In Puglia c’è una situazione assurda. Una esagerazione di candidati che ha ottemperato alle formalità e certamente con fedine e carichi pendenti negativi, non sono state accettati mentre chi non ha completato la documentazione o addirittura non l’ha avanzata, in questa tornata, si é trovato incluso”, è l’accusa di Francesco che chiede un intervento celere dei vertici.
( http://www.ansa.it/ )

È una delle rade volte cui devo dare ragione a Berlusconi. I grillini sono dei morti di fame che si avvinghiano alla poltrona più di una piovra!
Entrare in parlamento è come vincere un terno al lotto (anzi fare tombola!)
Il senatore uscente Bartolomeo Pepe ha dichiarato (cito Paolo Franceschetti) di essere stato indicato dal partito con soli 25 “voti” via web.
L’ex parlamentare grillino, transfuga dal Movimento, non si è nemmeno dimezzato lo stipendio. Pertanto, in 5 anni di legislatura ha incamerato qualcosa come mezzo milione di euro netti. Infatti, come sapete, senatori e deputati a Roma non pagano vitto, alloggio e trasporti.
Facile immaginare che moltissimi aspiranti parlamentari abbiano prezzolato amici, parenti ed extraterrestri per farsi votare nelle “parlamentarie”. Se eletti, ricompenseranno elargendo migliaia di euro di ricompensa. In fondo, con i programmi di registrazione schermo, è facile dimostrare di avere svolto il compitino sul sito di Grillo.
Chiaro che ora partiranno una marea di ricorsi da parte degli esclusi. Centomila euro netti l’anno valgono bene un avvocato!
Nessuno sa se la roulette è truccata. Di atto, i massoni e le spie di Grillo saranno certamente premiate dal “sistema Rousseau”. Dite di no?

Stipendi parlamentari: quanto guadagnano deputati e senatori?

Attualmente i deputati hanno diritto a un’indennità lorda di 11.703 euro. Al netto sono 5.346,54 euro mensili più una diaria di 3.503,11 e un rimborso per spese di mandato pari a 3.690 euro. Ad essi si aggiungono 1.200 euro annui di rimborsi telefonici e da 3.323,70 fino a 3.995,10 euro ogni tre mesi per i trasporti. ( https://www.money.it/Stipendi-parlamentari-senatori-deputati )