Archive for gennaio 25th, 2018

25 gennaio 2018

Pioltello: tre le vittime, 46 feriti. Aperta inchiesta per disastro ferroviario colposo

La circolazione ferroviaria sulla tratta dell’incidente resta interrotta fino a che l’Autorità Giudiziaria non disporrà il dissequestro dell’area ferroviaria

https://www.luinonotizie.it/wp-content/uploads/2018/01/ac286ab5.jpg

Mancavano tre minuti alle sette del mattino quando un treno, un convoglio Trenord con a bordo 350 persone, pendolari partiti da Cremona per andare a scuola o al lavoro a Milano, è deragliato all’altezza della stazione di Pioltello. Tragico il bilancio: tre i morti, tutte donne. Sono 46 i feriti. “I cinque codici rossi di stamattina sono passati a quattro e nessuno è in pericolo di vita”, ha comunicato il prefetto di Milano Luciana Lamorgese al termine del vertice istituzionale in Prefettura.
Viaggiavano tutte sul terzo vagone le tre vittime: Giuseppina Pirri (39 anni), Ida Milanesi (61) e Pierangela Tadini (51). In particolare è il terzo vagone che esce dai binari, e nella sua corsa trascina a terra tre pali, il quarto palo invece blocca la corsa del vagone. Le vittime sono rimaste schiacciate tra le lamiere. Nel frattempo oggi l’amministrazione comunale di Pioltello ha dichiarato tre giorni di lutto cittadino.
Il treno deragliato all’altezza della stazione di Pioltello viaggiava alla velocità di 140 chilometri all’ora. Una velocità considerata regolare per il convoglio che non doveva fermarsi in quella stazione. Lo scorso luglio sulla stessa tratta ci sarebbe stato un episodio simile, ma senza vittime né feriti. Non è noto se ci siano stati di recente interventi di manutenzione su quel tratto ferroviario.
E’ la rottura di un binario, nel punto di giuntura, un chilometro prima della stazione di Pioltello (Milano) ad aver causato il deragliamento del convoglio. E’ la tesi che sembra prevalere tra chi indaga sull’incidente. Il pezzo di rotaia ‘incriminato’ lungo 23 centimetri è stato ritrovato a circa 20 metri di distanza. Il convoglio ha viaggiato fuori dai binari per due chilometri, prima di arrestare la sua corsa. Una tesi sostenuta dalle tracce visibili lungo la tratta: se fino a quel momento il treno viaggiava tranquillamente sui binari, da quella rottura lunga 23 centimetri sulle rotaie una parte dei vagoni – in particolare il terzo e il quarto – hanno finito la corsa sui sassi della tratta ferroviaria. Restano sui binari senza particolari danni i primi due vagoni e la motrice in fondo al convoglio. Nei giorni scorsi non si sono registrati, spiegano gli inquirenti, allarmi o segnalazioni lungo la tratta interessata dall’incidente.
Le scintille del convoglio che frega contro i sassi e le rotaie e che provoca scintille ben visibili vista l’ora (poco prima delle 7) e un uomo fermo sulla banchina che scappa vedendo il treno che arriva in stazione a Pioltello. Sono alcuni dei frammenti ripresi dalle telecamere fisse della stazione che mostrano gli attimi successivi al deragliamento del treno. La procura milanese, invece, ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti con l’ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo. La procura ha sequestrato l’area coinvolta dal deragliamento. Sotto sequestro sono finiti anche il convoglio, la scatola nera, i documenti sulla manutenzione dei binari e tutto quanto può essere utile ai magistrati per ricostruire la dinamica e le responsabilità di quanto accaduto. Sono due i consulenti nominati dalla procura di Milano per far luce sull’incidente. Saranno i due ingegneri – già in passato si sono occupati di grandi disastri – a dover cristallizzare la scena dell’incidente, a spiegare le cause, se c’è stata la giusta manutenzione dell’infrastruttura, e a indicare eventuali responsabilità. ( https://www.luinonotizie.it/ )

Mah, il treno ha viaggiato per 2 km fuori dai binari? Il macchinista non si è accorto del “carico”? Qualche giorno fa (non mi ricordo con esattezza) in macchina per autoradio sentii di un incidente alla metropolitana di Milano presso Gessate. Tornato a casa in internet non c’era niente. Ho pensato a una fake news e oggi questo incidente vero. Qualcuno per radio aveva sentito la strana notizia pure? Data l’ora, si può benissimo pesare a un sabotaggio. Ricordiamoci che molti di questi incidenti avvengono per motivi “esoterici” e di condizionamento mentale delle masse. Nella fase di costruzione del super-stato europeo, assisteremo sempre più ad eventi del genere (esempio i falsi attentati islamici in Europa)
NOTA DI SERVIZIO La tratta Milano Treviglio (Bergamo/Brescia-Venezia) rimarrà inagibile e a singhiozzo per giorni. Anche la TAV Milano – Brescia transita accanto, quindi meglio non contare sull’alta velocità.
ADDENDUM Mentre cercavo lumi sull’incidente ferroviario mi sono imbattuto in: “Folle incappucciato fa irruzione negli studi Mediaset: attimi di panico nel programma della D’Urso“ A parte il fatto che mi sembra una fake news, che qualcuno si sia stancato della D’Urso non la trovo una notizia così folle.

25 gennaio 2018

Is Flat Earth a controlled disclosure?

Flat Earth cannot be debunked because the Earth is flat. I believe global elites are staging a clever controlled disclosure through people like Eric Dubay and duo Mark Sargent and Patricia Steere.
It is interesting to note that mainstream media, controlled by Freemasons, refer to them while trying to falsely debunk the stationary and plain earth upon which we live. I also believe some of the so-called “Christian flat earthers” are Masons in disguise. You cannot serve two masters.
ABC News Nightline covered the flat earth conference in Cary, NC, held in November 2017.