Una macabra congiura del silenzio

Ragazzo trovato morto nel canale: il mistero delle scarpe

Tragedia di Genivolta, morte di Marco Sossi: gli inquirenti al lavoro per ritrovare le scarpe del giovane bresciano, potrebbero essere decisive per le indagini. Venerdì pomeriggio i funerali“

https://i2.wp.com/3.citynews-bresciatoday.stgy.ovh/~media/horizontal-mid/32433801521608/marco-sossi-scomparso-2.jpg

Borgo San Giacomo: continuano le indagini sulla morte di Marco Sossi, venerdì pomeriggio i funerali
Il mistero della morte del giovane Marco Sossi potrebbe essere legato al ritrovamento delle sue scarpe. Che fine hanno fatto? Gli inquirenti indagano, mentre si annunciano nuove ricerche nel canale dove il 29enne è stato trovato senza vita. La roggia nelle prossime ore potrebbe essere addirittura prosciugata, in cerca di indizi utili.
In attesa dei risultati dell’esame autoptico, che si è già concluso ma che per il momento rimane secretato. Motivi d’indagine. Gli esiti dell’autopsia potrebbero essere decisivi, e stabilire la vera causa della morte di Marco. Era uscito di casa domenica notte, intorno alle 3, per andare a lavorare: faceva il mandriano in un’azienda vicina.
Passano le ore, e al lavoro non si presenta. Vengono allertati i genitori, viene sporta denuncia di scomparsa: dopo giorni di ricerche serrate, il corpo di Marco viene trovato dal sindaco di Genivolta, dove Sossi abitava da otto anni con i genitori, che galleggiava nel canale con la testa nell’acqua. La sua bicicletta era poco lontano. ( http://www.bresciatoday.it/ )

I giornali locali pullulano di notizie sugli incidenti stradali. Le statistiche fornite dal ministero dei trasporti sono false. Sono almeno 10 mila i morti annuali in incidenti stradali di tutti i tipi.
Meno frequenti ma presenti sono notizie quali questa: ragazzi e ragazze che scompaiono misteriosamente e vengono ritrovati deceduti in circostanze sovente riconducibili a circostanze simili fra loro. Tra queste, il ritrovamento vicino a un corso d’acqua e la assenza di alcuni indumenti o essi indossato alla rinfusa o alla rovescia. Naturalmente, l’aspetto più comune a questi episodi è l’assoluta mancanza di colpevoli, gli inquirenti brancolano nel buio finché l’incartamento dell’indagine viene archiviato per mancanza di elementi per procedere.
Un altro caso noto in anni recenti è stato quello di Giulia di Sabatino a Tortoreto in provincia di Teramo. La ragazza fu ritrovata orrendamente mutilata sul ciglio di una autostrada. L’asportazione di alcune parti del corpo è caratteristica riscontrata spesso in questi casi. Può darsi siano episodi di rapimenti alieni con mutilazione dei corpi.
O che altro? Omicidi rituali a sfondo esoterico camuffati con una patina ufologica?

https://static.fanpage.it/wp-content/uploads/2016/10/giulia-di-sabatino-300x225.jpgADDENDUM L’immagine a fianco delle ferite inferte alla di Sabatino è un fake. La povera Giulia fu abbandonata totalmente smembrata e irriconoscibile tanto che diversi automobilisti non si fermarono pensando si trattasse di cadavere di un animale sbranato.

https://www.fanpage.it/giulia-volata-giu-da-un-cavalcavia-le-foto-choc-della-violenza-un-anno-prima-della-morte/