Archive for febbraio 5th, 2018

5 febbraio 2018

Militari italiani in Niger ad allestire un ponte aereo per importare clandestini

L’Italia schiererà UNA MISSIONE MILITARE IN NIGER, nel cuore dell’Africa. Un contingente che nel corso del prossimo anno arriverà a contare 470 soldati con 130 veicoli. E che non si occuperà solo di ADDESTRARE LE FORZE LOCALI ma anche di “concorrere all’attività di SORVEGLIANZA e di CONTROLLO del territorio del Niger”. Un impegno diretto, quindi, per PRESIDIARE LA ROTTA CHIAVE DEI MIGRANTI diretti verso le coste del Mediterraneo (foto da “Il Sole 24ore”)
Dal 17 gennaio (con il voto alla Camera dei Deputati) anche l’Italia ha una sua missione in Niger, nel cuore del Sahel, il Paese da cui transita la maggior parte dei migranti diretti in Libia e poi in Italia. La stabilità di Paesi come il NIGER e il BURKINA FASO è decisiva per l’Africa occidentale, ma anche per l’Italia e l’Europa.
Il risultato della votazione alla Camera dei Deputati del 17 gennaio scorso per la missione in NIGER
Il Niger non è un Paese semplice: numerosi sono stati e sono tuttora gli attentati terroristi degli integralisti islamici. L’Isis ha proclamato la volontà di creare uno Stato islamico nei vasti spazi desertici degli Stati saheliani. E Il controllo delle autorità locali nigerine è scarso, soprattutto lungo i confini, specie in quello strategico con la Libia: lì è una terra di nessuno, dove convivono mercenari, gruppi jihadisti, trafficanti di petrolio… (dal blog massonico Geograficamente)

Prima del governo “equo-solidale antirazzista” del PD + sinistra + Forza Italia, (nel 2013 incluso Bergoglio) i clandestini che arrivavano via mare erano poche decine di migliaia ogni anno. Dopo la Kyenge e le fake news sui naufragi e il susseguente varo dell’operazione Mare Nostrum, sono diventati centinaia di miglia. La seguente operazione “europea” Frontex ha ulteriormente incrementato gli ingressi (frontex = ex frontiera).
I giornali ci hanno sempre venduto queste operazioni come argini al fenomeno, io vi ho sempre detto che invece servivano a farne entrare ancora di più. Significa solamente che i giornalisti sono TUTTI bugiardi.
Non bastano le navi, lo stato italiano su ordine di Bruxelles e di Washington si appresta a utiluizzare pure gli aeroplani per farli giungere dall’Africa profonda. L’Italia è l’unico stato al mondo che impiega attivamente esercito e marina militare per abbattere le proprie stesse frontiere.
Loro impiegano la malattia manale cattocomunista, molto diffusa fra gli italiani, per fare passare ciò come un atto dovuto e perfino giusto. I 4/5 miliardi di euro risparmiati annualmente dalla riforma Fornero sono finiti a finanziare la rieducazione dei clandestini.
Dietro c’è la massoneria e il piano Kalergi per mescolare le razze contro il capitolo 11 della Genesi. Perciò nelle scuole hanno perfino vietato di bocciare gli alunni non bianchi. Ogni classe scolastica in ogni dove deve avere almeno un nero, un musulmano, un indiano, un cinese e un cingalese. Così hanno la scusa di abolire ogni riferimento alla religione cristiana nell’insegnamento col pretesto che l’Italia è un paese laico e multi-religioso. Notate che ‘ste cose non le dicono chiaramente ne Salvini, ne Di Stefano di Casapound. Sicché anche loro fanno parte del gioco.